Chrome 64-bit è più veloce, ma solo su alcuni Xiaomi, OPPO, OnePlus, ecc.

google chrome 64-bit xiaomi oppo oneplus huawei realme vivo

Dopo mesi dalle prime indiscrezioni, adesso è ufficiale: anche su Android è disponibile Google Chrome a 64-bit. Nel 2014 assistemmo al debutto dell'architettura a 64-bit nel mondo Android con il rilascio della versione 5.0 Lollipop. Da allora, sempre più chipset e conseguentemente smartphone hanno abbracciato la novità ed oggi praticamente tutti i modelli in circolazione sono in grado di godere dei suoi vantaggi. Paradossalmente, fino ad ora il browser di Google, una delle sue app più importanti, era ancorata ai 32-bit. Con il passaggio ai 64-bit, Chrome offre prestazioni e stabilità migliori: ottimo, no? Peccato, però, che sarà possibile usufruirne solamente su una ristretta cerchia di modelli, che siano essi Xiaomi, OPPO, OnePlus, Huawei e così via.

Google rilascia Chrome 64-bit su Android: ecco quali modelli è disponibile

La scalata dai 32 ai 64-bit è avvenuta su Android con il rilascio del browser Google alla versione Chrome 89. Le novità toccano più fronti, a partire dal miglioramento della gestione della memoria grazie all'implementazione di PartitionAlloc. Il nuovo allocatore di memoria ha permesso di risparmiare il 22% di memoria su Windows, oltre ad abbattere i consumi dell'8% in rendering e del 3% della GPU. Inoltre, Chrome diventa più intelligente nell'utilizzare la memoria, eliminando dalla RAM quegli elementi che non si trovano a schermo e che impatterebbero sulle prestazioni. Proseguendo, la ristrutturazione di Chrome per Android permette la diminuzione di arresti anomali dovuti all'esaurimento delle risorse. Ma anche avvii più rapidi e caricamenti delle pagine più veloci.

D'altro canto, queste migliorie non saranno usufruibili da chiunque. All'aumentare della potenza di Chrome, aumentano anche le risorse hardware richieste dall'app a 64-bit. Come specifica Google, il suo utilizzo richiede la presenza di specifiche tecniche quali Android 10 e 8 GB di RAM. Non avere questo quantitativo di memoria significa continuare ad utilizzare la precedente versione del browser. Per quanto non siano specifiche estremamente stringenti, specialmente in ottica futura, diversi modelli sono esclusi dal gruppo.

Modelli compatibili

Ecco alcuni degli smartphone che potranno usufruirne. Attenzione, però: alcuni di questi modelli hanno anche varianti con meno di 8 GB di RAM ed alcuni vengono venduti in Italia nei tagli inferiori.

  • Xiaomi
    • Xiaomi Mi 11, Mi 10, Mi 10 Pro, Mi 10 Ultra, Mi 10 Lite, Mi 10S, Mi 10T, Mi 10T Pro, Mi 9, Mi 9 Pro 5G, Mi 9T Pro, Mi 8, Mi 8 Pro/Explorer, Mi Note 10 Pro, Mi Note 10 Lite, Mi MIX 3, Mi MIX 2S, Mi MIX 2
  • Redmi
    • Redmi K40, K40 Pro, K40 Pro+, K30, K30i, K30 Pro, K30 Pro Zoom, K30 Ultra, Note 10 Pro, Note 10 Pro Max, Note 10S, Note 9 Pro, Note 9 Pro Max, Note 9 4G, Note 9 5G, Note 9 Pro 5G, Note 8 Pro, 10X, 10X Pro
  • POCO
    • POCO F2 Pro, F1, X3 NFC
  • OnePlus
    • 9, 9 Pro, 8, 8 Pro, 8T, 7T, 7T Pro, 7, 7 Pro, 6, 6T, 5T, Nord
  • OPPO
    • Find X3 Pro, Find X3 Neo, Find X2 Pro, Find X2 Pro Lamborghini, Find X2 Neo, Find X2 Lite, Reno 5, Reno 5 Pro, Reno 5 Pro+, Reno 4, Reno 4 Pro, Reno 4Z, Reno 3, Reno 3 Pro, Reno 2Z, A94, A93, A92, A92s, A73, A72, A52
  • Realme
    • GT, X50 Pro, X7, X7 Pro, X3 SuperZoom, X2, X2 Pro, 7, 7 Pro, 6, 6 Pro, 5 Pro
  • vivo
    • X51, Y70
  • Huawei
    • Huawei P40, P40 Pro, P40 Pro+, P30, P30 Pro, Mate 40, Mate 40 Pro, Mate 40 Pro+, Mate 40 RS, Mate 40E, Mate 30 Pro, Mate 30 RS, Mate 20 Pro, Mate X2, Mate XS, Nova 5T
  • Honor
    • Honor 30, 30 Pro, 30 Pro+, 30S, 20, 20 Pro, V30, V30 Pro, View 20, 9X Pro
⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
Lydsto