Xiaomi afferma: “Guadagni praticamente nulli sull’hardware”

xiaomi shou

Era l'estate 2018 quando Lei Jun lanciava affermazioni a dir poco impattanti sul mercato tecnologico. Da sempre Xiaomi si distingue nella massa di aziende nello sfidare il settore con una filosofia dei prezzi a dir poco aggressiva. Si temeva che il suo ingresso in Europa compromettesse di molto questo aspetto, ma così non è stato nel 2019. Come tutti gli anni, questo marzo si è concluso con la pubblicazione dei risultati finanziari relativi proprio allo scorso anno. Per l'occasione, il presidente della divisione internazionale, Shou Zi Chew, ha parlato proprio della volontà di tenere i prezzi quanto più bassi possibile.

LEGGI ANCHE:
Xiaomi Mi TV 4S scende a prezzo bomba, con spedizione da Europa

I ricavi di Xiaomi dal mercato hardware sono i più bassi di sempre, almeno nel 2019

Nella lettera pubblicata sul forum italiano Xiaomi, mr. Shou ha colto la palla al balzo per rimarcare gli sforzi effettuati in ambito Ricerca e Sviluppo. Ai già ingenti investimenti del 2019, pari a più di 1 miliardo di dollari, succederà un ulteriore incremento fino a 1.4 miliardi nel corso del 2020. E proprio da questi sforzi è nato un prodotto come Xiaomi Mi 10 e Mi 10 Pro, un gioiellino tecnologico sotto il profilo del display, della fotocamera e delle prestazioni in senso ampio.

Ma le affermazioni più considerevoli riguardano il lato profitti, con Shou che sottolinea come Xiaomi abbia mantenuto le promesse.

Non solo nel 2019 siamo riusciti a mantenere i margini operativi al di sotto del 5% sull'hardware, ci siamo addirittura fermati a meno dell’1%. Su queste basi non possiamo che continuare con ancora maggiore convinzione la strada intrapresa, quella che vi porta i migliori dispositivi possibili indipendentemente dal prezzo che siete disposti a sostenere. Che si tratti di un flagship, flagship-killer, un device di fascia media o un entry level, Xiaomi c’è, e c’è per darvi l’opzione migliore.”

💰 Risparmia con GizDeals per le migliori offerte dalla Cina!
⭐️ Se hai fame di notizie, segui GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .