Xiaomi 13 Ultra è ufficiale e vuole essere il miglior camera phone di sempre

xiaomi 13 ultra

Tutto partì nel 2020 con Xiaomi 10 Ultra, proseguendo nel 2021 con uno Xiaomi 11 Ultra e il suo peculiare second display, e infine nel 2022 Xiaomi 12S Ultra puntò tutto sulla fotocamera. Con questo nuovo Xiaomi 13 Ultra, la compagnia di Lei Jun conferma la strada intrapresa verso la ricerca creativa del miglior camera phone sul mercato: vediamo quali sono le sue novità.

Xiaomi presenta ufficialmente 13 Ultra, il top di gamma con alte ambizioni da camera phone

Prima di guardare la fotocamera dietro guardiamolo davanti, perché Xiaomi 13 Ultra ha uno schermo curvo LTPO da 6,74” 2K a 120 Hz, protetto da Gorilla Glass Victus nonché il primo a toccare i 2.600 nits di luminosità di picco. Inutile dire che si basa sullo Snapdragon 8 Gen 2, l’ultimo SoC Qualcomm di fascia più alta, a 4 nm con CPU a 3,2 GHz, GPU Adreno 740 a 680 MHz e memorie LPDDR5X e UFS 4.0, il tutto alimentato da una 5.000 mAh con ricarica più rapida che sale da 67 a 90W nonché wireless a 50W (anche inversa). I chip Surge P2 e G1 preservano la batteria e introducono una modalità di ultra-risparmio che garantisce fino a 60 minuti d’uso quando la batteria scende all’1%.

xiaomi 13 ultra

Oltre al nuovo sistema di dissipazione Liquid SuperCool, che mantiene stabili le temperature anche in situazioni estreme come la registrazione di video 4K a 60 fps, abbiamo l’adozione per la prima volta della porta USB 3.2, potendo così trasferire file più rapidamente usare lo standard DisplayPort per collegare lo smartphone a monitor esterni per farne il mirroring, e chissà, magari Xiaomi farà come Samsung e Huawei e creerà un’apposita modalità Desktop.

xiaomi 13 ultra

Ci sono il sensore nel display ottico, gli speaker stereo, è certificato IP68, non mancano 5G e Wi-Fi 7, MIUI 14 e Android 13 ma il vero focus è il comparto fotografico di Xiaomi 13 Ultra, nuovamente è siglato dalla collaborazione con Leica. Ancora una volta, Xiaomi ha adoperato uno stile estetico che richiama quello delle fotocamere, fra ecopelle ruvida e modulo fotografico rotondo. Dopo il tris si passa al poker da 50+50+50+50 MP: il primo è nuovamente il Sony IMX989 da 1” di 12S Ultra ma questa volta con un’aggiunta intrigante, perché è il primo Xiaomi con apertura variabile, da f/1.9 a f/4.0, un meccanismo utile per avere una messa a fuoco corretta sia che si scatti a soggetti vicini che distanti. Gli altri sensori sono tre Sony IMX858, uno per l’ultra-grandangolare e gli altri per nuova coppia di teleobiettivi 3x e 5x, e c’è una selfie camera da 32 MP. La partnership con Leica significa nuove lenti Summicron che migliorando la nitidezza eliminando la necessità che sia il software a farlo in maniera artificiosa, come dimostrano questi scatti.

L’altra novità interessante è il kit fotografico venduto con Xiaomi 13 Ultra, cioè una cover che aggiunge un tasto fisico per lo scatto a doppia corsa, leva per lo zoom ma soprattutto un adattatore per montare filtri fotografici da 67 mm. Non sarà possibile attaccare lenti dedicate come sul folle prototipo di 12S Ultra, ma si possono attaccare filtri come polarizzatori, per eliminare riflessi, e filtri ND, per alzare i tempi esposizione e ottenere effetti di movimento artistici.

Concludiamo parlando di prezzi, perché Xiaomi 13 Ultra viene lanciato in Cina al prezzo di partenza di 5.999 CNY (795€) per la versione da 12/256 GB fino a 7.299 CNY (965€) per quella da 16 GB/1 TB. Non ci sono ancora informazioni ufficiali per l’Italia, ma si parla di circa 1.599€ per il lancio nel nostro paese; non appena ci saranno informazioni, non tarderemo a farvelo sapere.

SCOPRI DOVE COMPRARE XIAOMI 13 ULTRA

Se volete saperne di più su Xiaomi 13 Ultra, ecco il nostro approfondimento dedicato con tutti i dettagli su scheda tecnica e prezzi di vendita.

⭐️ Amazon ha annunciato le date del Prime Day 2024 (16 e 17 luglio): scopri tutti i dettagli dell'evento più atteso dell'anno e come seguire con noi le offerte in tempo reale (per non perdere nemmeno un'occasione)!