Huawei prevede un enorme calo delle vendite a causa degli USA

huawei logo

Per quanto potrebbe sembrare che la situazione fra Huawei e USA si sia leggermente distesa, non è la stessa situazione nella mente della dirigenza asiatica. Non tanto per il ban di Google in sé, che comunque sta causando non pochi problemi, quanto per l'onda mediatica che ha travolto l'azienda. Da quando la notizia si è diffusa fra la popolazione occidentale, sono in molti coloro che dubitano sugli smartphone in commercio. Ecco perché, come riportato da Bloomberg, ai piani alti di Huawei ci si aspetta un calo delle vendite di addirittura il -40/60%.

Le vendite degli smartphone Huawei potrebbero calare del 40/60%

La cosa paradossale è che questo calo riguarderebbe prettamente il mercato occidentale, laddove il ban di Google agisce maggiormente. In Cina i terminali Huawei non sono interessati da questo blocco, dato che già adesso si basano su servizi alternativi con base cinese. Ecco perché in Europa, sempre secondo le fonti in questione, in questo 2019 ci si aspetterebbero fra le 40 e le 60 milioni di unità invendute. Un picco negativo piuttosto considerevole, se si considera che nel 2018 l'azienda ha venduto 200 milioni di smartphone. E il possibile sorpasso di Samsung nel 2020 non può che allontanarsi, vista la situazione.

Lo stesso ban potrebbe colpire non poco la serie Honor 20. Anche se adesso è ufficiale che Honor 20 Pro arriverà in Italia, in nazioni come la Francia gli operatori principali non hanno prenotato la nuova gamma di dispositivi. Inoltre, anche in Regno Unito i distributori potrebbero ridurre gli ordini nel caso le vendite non andassero come dovuto. Al contempo, in Cina le previsioni vedono una Huawei verso il 50% delle quote di mercato e a questo punto è prevedibile che la compagnia spinga sul fronte asiatico per compensare il forte calo.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!