Trasforma POCO F1 in OnePlus con la OxygenOS 11

poco f1 oneplus oxygenos 11
Oclean

POCO F1 ha fatto parlare di sé nel 2018, riportando in auge il concetto di flagship killer introdotto da OnePlus One nel 2014. Lato software, sono passati tre anni e da allora è passato da Android 8 ad Android 10 grazie alla MIUI 12. Ma lì si fermerà, salvo cambiamenti improvvisi, senza ricevere né la MIUI 13 né tantomeno Android 11, ma chi ha detto che la storia si debba fermare così? Anche perché chi ha comprato POCO F1 con buona probabilità l'ha fatto anche per saggiare delle sue potenzialità in ambito modding. Ed infatti in rete c'è chi ha creato un porting ad hoc della OxygenOS 11 su base Android 11 proprio di OnePlus.

POCO F1 riceve un porting della OxygenOS 11 di OnePlus

poco f1 oneplus oxygenos 11

I ragazzi di FoneArena hanno ben pensato di testarla, mostrandoci come si comporta la UI di OnePlus su POCO F1 ma anche gli altri benefici della OxygenOS 11. Come dimostrano anche i test svolti su GeekBench, i risultati ottenuti sottolineano come il porting sia in grado di restituire prestazioni all'altezza delle aspettative. Grazie anche ad uno Snapdragon 845 ancora performante, POCO F1 non perisce sotto il giudizio del tempo. I test svolti confermano che anche il gaming con titoli più recenti, come Call of Duty Mobile, non restituisce problemi di sorta.

poco f1 oneplus oxygenos 11

In termini di ingombro, la OxygenOS 11 occupa un totale di 9 GB sui 64 GB di storage che troviamo su POCO F1, con poche app pre-installate ed alcune tranquillamente disinstallabili. Anche in termini di autonomia, i test di FoneArena confermano una durata della batteria molto buona, anche con un utilizzo più stressante della media. Per quanto riguarda la sicurezza, le patch sono quelle di novembre 2020, non le ultime ma più recenti di quelle di ottobre dell'ultima MIUI 12 per POCO F1. Funzionano senza problemi sensore d'impronte e riconoscimento facciale.

Se foste curiosi di provare la OxygenOS 11 sul vostro POCO F1, il primo passo è effettuare lo sblocco del bootloader e l'installazione della custom recovery TWRP, più precisamente della TWRP oofgang-v7.0. A quel punto potrete scaricare ed installare il port della OxygenOS 11, a cui potete aggiungere una Google Camera ad hoc. Se aveste dubbi su come procedere, qua trovate tutti gli step da seguire.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
AnyCubic