Huawei P50 con Snapdragon 875, Mate 40 con doppio chipset?

huawei qualcomm
OnePlus Nord N10

I risvolti negativi di Huawei nei confronti di TSMC potrebbero riflettersi anche su Huawei P50 e Mate 40. Le conseguenze del ban USA impediscono all'azienda di farsi produrre i SoC HiSilicon dal chipmaker taiwanese. La serie Kirin è sì proprietaria, ma il compito di HiSilicon è quello di ingegnerizzarla ma non produrla fisicamente. Di quello se ne occupa, anzi, occupava proprio TSMC ma le alternative sono veramente poche e complesse nella loro attuazione. L'ipotesi Samsung è sfumata del tutto, mentre le realtà cinesi come SMIC e UNISOC appaiono ancora troppo acerbe per soddisfare le esigenze di Huawei. A questo punto la soluzione potrebbe essere quella di affidarsi ad una realtà statunitense, ovvero Qualcomm.

LEGGI ANCHE:
Huawei all'attacco: denunce contro HP, Cisco e Verizon

Niente Kirin per Huawei, la serie Huawei P50 e Mate 40 potrebbe avere SoC Qualcomm

huawei qualcomm

Allo stato attuale, il partner che sta maggiormente aiutando Huawei nel compensare l'assenza di TSMC è MediaTek. Tuttavia, pare che gli USA stiano facendo pressioni verso il chipmaker per dissuaderli dal portare avanti questa collaborazione. In tutto ciò, Qualcomm avrebbe avviato una trattativa con il governo USA per ottenere i permessi necessari per poter lavorare con Huawei.

Già a partire dal lancio della serie Huawei Mate 40, la società potrebbe optare per una strategia similare a quella di Samsung. Il prossimo top di gamma potrebbe essere commercializzato in due varianti, dotate di chipset differenti. Il Kirin 1000 dovrebbe essere sempre utilizzato, ma le forniture rimaste in magazzino (prodotte prima del ban) non basterebbero a soddisfare le vendite previste. Le voci di corridoio parlano di circa 8 milioni di chipset rimasti, ma la serie Mate è solita vendere circa 10 milioni di unità. Quale sarà l'altro chipset per la serie Mate 40 non è dato saperlo, anche se l'ipotesi vede il Kirin 1000 limitato alla Cina, mentre MediaTek sarebbe la scelta per i paesi fuori dalla madrepatria.

Nel frattempo, si vocifera che la partnership con Qualcomm potrebbe partire con la serie Huawei P50, sul quale potrebbe debuttare lo Snapdragon 875. Un cambiamento che avrebbe dello storico nella produzione di Huawei, da sempre affidatasi unicamente alle proprie soluzioni hardware, perlomeno nella fascia alta. In precedenza si vociferava che il Dimensity 2000 di MediaTek potesse essere la scelta al posto dei Kirin, ma a questo punto la situazione si fa ancora più confusa.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .