Huawei P50 con MediaTek Dimensity 2000 al posto dei Kirin

mediatek dimensity

Attendiamo di scoprire con molta curiosità come sarà Mate 40, ma neanche a dirlo nei pensieri dell'azienda ci sono anche Huawei P50 e P50 Pro. Lo smartphone è già in fase di sviluppo e immancabilmente caratterizzerà il Q1 2021 di Huawei. Meno prevedibile sarà la sua composizione tecnica, data l'impossibilità di farsi produrre i chipset da parte di TSMC. Il ban USA sta mettendo a dura prova l'operato di HiSilicon e conseguentemente la realizzazione della serie Kirin, tanto da spingere gli ingegneri della divisione Huawei a cambiare casacca.

LEGGI ANCHE:
Huawei Mate Watch sarà il primo smartwatch con HarmonyOS?

Addio Kirin: anche sulla serie Huawei P50 e P50 Pro ci saranno i SoC MediaTek

Se non cambieranno i rapporti con gli USA, l'impressione è che i SoC Kirin saranno necessariamente accantonati in favori di altri chipset. Quelli di Samsung non sembrano rientrare nei piani, tanto meno UNISOC e SMIC, ancora troppo acerbe per produrre un'alternativa ai Kirin di fascia alta. Rimane così soltanto MediaTek, con cui la collaborazione è rapidamente in ascesa per causa di forze maggiori.

Rispetto agli anni passati, MediaTek è tornata ad operare anche nel segmento più premium del mercato. Lo dimostrano gli ultimi Dimensity 1000/1000+, le cui prestazioni sembrano non avere nulla da invidiare a competitors come Qualcomm. Nei piani del chipmaker c'è un successore futuro, che potrebbe rispondere al nome di Dimensity 2000 e che potrebbe alimentare proprio Huawei P50 e P50 Pro.

Lo suggerisce il leaker Teme, la cui parola quando si ha a che fare con Huawei è sempre da tenere in considerazione. Certo è che, se ciò succedesse, sarebbe la prima volta che Huawei si affiderebbe ad un'azienda di terze parti per il chipset dei propri top di gamma. Fin dalla sua nascita, tutti i flagship della serie P e Mate sono sempre stati mossi da chipset Kirin.

⭐️ Scopri il nuovo Volantino Settimanale di GizChina con offerte e coupon esclusivi sempre diversi.