Huawei, Xiaomi, Samsung: quanto dovremo attendere per il 6G?

6G

Non in tutte le parti del mondo il nuovo standard di rete è così diffuso. Con l'avvento del 5G, infatti, si richiede il passaggio ad un'altro tipo di tecnologia, molto più avanzata, che necessita della costruzione di un'apposita infrastruttura. Anche in Italia, ad esempio, siamo molto indietro su questo tipo di argomento. Malgrado ciò, però, alcuni Paesi pensano già al futuro, mmaginando un mondo con il 6G. Dal Giappone, infatti, arrivano nuove notizie a riguardo, che potrebbero mettere in seria difficoltà tutti i principali produttori di smartphone.

Giappone con il 6G, entro il 2030

6G giappone

Sembra quasi fantascienza ma il Giappone prevede già di essere attivo sul 6G entro il 2030. Si tratta di uno dei Paesi più avanzati al mondo e questo tipo di affermazione non deve stupire più di tanto. Tale nazione, dunque, avrebbe cominciato ad avviare un piano di sviluppo in tal senso, per cercare di accelerare le operazioni. Si tratta di mettere a punto investimenti importanti in questo ambito, considerato che si riuscirebbe a raggiungere una velocità di comunicazione dieci volte superiore al 5G, qualcosa di attualmente davvero impensabile.

LEGGI ANCHE:
USA vs Germania: a breve decisione sul 5G di Huawei

Come si comporteranno i vari produttori di telefonia? Da parte di Huawei, Xiaomi, Samsung e tanti altri c'è ancora la necessità di adattarsi all'attuale nuovo standard di rete. A seconda delle nazioni considerate, infatti, devono essere posti in essere alcuni adeguamenti che, ovviamente, richiedono tempo e denaro. Non sappiamo, quindi, quanto tempo impiegherebbero per mettersi in pari con il 6G questi brand, ammesso che questo tipo di tecnologia arrivi anche in territorio internazionale entro i prossimi dieci anni.


📱Segui GizChina su Google News,  clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti ⭐️.