Recensione Tronsmart Apollo Air+: meglio delle Apollo Air?

Tronsmart Apollo Air Plus

Per celebrare i suoi primi 8 anni di attività, Tronsmart ha deciso di festeggiare lanciando due nuove paia di auricolari TWS con cancellazione attiva del rumore, ovvero le Tronsmart Apollo Air+ e le Apollo Air che abbiamo testato qualche giorno fa.

Nella recensione di oggi, dunque, analizzeremo il primo modello e cercheremo di spiegarvi quali sono le principali differenze con il modello base. Come si saranno comportate nei nostri test? Scopri di più all'interno dell'articolo!

Recensione Tronsmart Apollo Air+

Unboxing – Tronsmart Apollo Air+

Esteticamente la confezione di vendita è simile a quella delle Apollo Air, ma questa volta è stata riservata una scatola più grande e meglio organizzata. Abbiamo dunque un box in cartonato colorato con le foto del prodotto e le sue principali caratteristiche. All'interno è presente la seguente dotazione:

  • Tronsmart Apollo Air+;
  • caso di ricarica;
  • 4 paia di gommini di diverse dimensioni;
  • cavo USB / USB Type-C;
  • astuccio porta-cuffie;
  • manualistica.

Design e costruzione

Dal punto di vista del design non troviamo praticamente differenze tra le Tronsmart Apollo Air+ e le Air standard, in quanto anch'esse sono molto compatte, pensate per essere trasportate facilmente anche nel taschino dei jeans e di rapido utilizzo. Infatti, esse hanno le dimensioni di 5.99 x 3.22 x 3.70 centimetri e un peso di appena 43 grammi.

Tronsmart Apollo Air+
Tronsmart Apollo Air a sinistra e Apollo Air+ a destra

I più attenti avranno notato che le Apollo Air+ pesano 3 grammi in più rispetto alle Apollo Air, probabilmente questo è dovuto al fatto che i materiali impiegati siano leggermente migliori, oltre al fatto che supportano anche la ricarica wireless. A differenza del fratello minore ho avuto una sensazione di maggior solidità.

Tronsmart Apollo Air Plus

A proposito di materiali, sia le cuffie che il case sono realizzati in plastica, la quale ne conferisce una grande leggerezza all'orecchio. Gli auricolari, infatti, si lasciano indossare molto bene e grazie ai gommini di varie dimensioni rimarranno ben saldi anche durante lo sport.

Tronsmart Apollo Air+

Personalmente le ho utilizzate anche per 3 ore di fila e non ho riscontrato alcun fastidio o dolore alle orecchie. A volte può succedere che dopo un utilizzo prolungato le cuffie in-ear provochino qualche fastidio, ma non in questo caso.

Gli auricolari hanno la stessa forma ed entrambi sono dotati di certificazione IP45 che li rende resistenti ad acqua e polvere. La grande differenza sta nel fatto che le Tronsmart Apollo Air+ hanno un sensore di prossimità che metterà in pausa la riproduzione non appena le toglieremo dalle orecchie.

Tronsmart Apollo Air Plus

Per il resto troviamo ancora in supporto al touch e tramite le gestures potremmo effettuare diverse operazioni:

  • 2 tocchi: play/pausa o rispondere/chiudere chiamate;
  • 3 tocchi: cambio tra modalità ANC/ANC off/Trasparente;
  • 1 tocco a destra: volume su;
  • 1 tocco a sinistra: volume giù;
  • 1 tocco + pressione di 2 secondi: attiva assistente vocale;
  • Pressione 2 secondi a sinistra: rifiuta chiamata;
  • Pressione 2 secondi a sinistra: brano precedente;
  • Pressione 2 secondi a destra: brano successivo;
  • Pressione 3 secondi: spegni auricolari;
  • 5 tocchi: avvia il pairing.

I tocchi vengono recepiti molto bene e rapidamente, tuttavia mi sento di mostrare la stessa criticità del fratello minore, in quanto personalmente credo che le gestures siano troppo articolate e difficili da ricordare. Nonostante ciò ho apprezzato molto che siano presenti tante utilissime funzionalità.

Tronsmart Apollo Air Plus

Su ogni auricolare possiamo scorgere 3 microfoni, i pin per la ricarica e i sensori di prossimità. Il case possiede un tasto per il pairing, un ingresso USB Type-C per la ricarica e due LED di stato.

Connettività e riduzione del rumore

Le Tronsmart Apollo Air+ supportano il Bluetooth 5.2 con chip Qualcomm QCC3046, tecnologia CVC 8.0, supporto ai codec aptXSBC AAC.

Anche in questo caso ho riscontrato un'ottima connettività, la quale ci consentirà di spingerci fino a 15 metri di distanza dalla fonte senza interruzioni di segnale. Inoltre, nell'utilizzo quotidiano ho riscontrato un rapido aggancio allo smartphone. Basterà infatti aprire il case e gli auricolari si connetteranno automaticamente al dispositivo associato.

Durante la visione di video/film non si nota alcuna latenza e confermo anche la bontà degli auricolari nel gaming, in quanto in giochi competitivi come PUBG è quasi assente il ritardo tra quando premiamo un pulsante e quando sentiamo il suono. Tronsmart ha svolto un lavoro eccellente in questo campo, rendendo questi auricolari perfetti anche per i videogiocatori da mobile.

Tronsmart Apollo Air Plus

In chiamata i microfoni si comportano bene in contesti poco rumorosi e sufficientemente in contesti urbani in cui c'è più frastuono.

Per quanto concerne la cancellazione attiva del rumore, anche qui troviamo una soluzione ibrida fino a 35 dB, la quale si comporta bene in contesti rumorosi. Ovviamente non possiamo paragonarla a quelle di cuffie dal valore superiore ai 150 euro, ma nel complesso è molto buona in riferimento al suo prezzo.

Con un triplo tap su uno degli auricolari possiamo alternare le 3 modalità disponibili, ovvero ANC on, ANC off e Modalità Ambientale, la quale sfrutterà i microfoni per amplificare i rumori esterni durante la riproduzione musicale. A cosa serve questa modalità? Solitamente viene utilizzata quando si praticano attività sportive in esterna, in quanto ci consente di rimanere vigili su quello che accade attorno a noi.

Audio e software

Le Tronsmart Apollo Air+ hanno dei driver in grafene da 10 mm che ci garantiscono un volume veramente molto elevato e una qualità audio che ho trovato leggermente superiore alle Apollo Air. Infatti, oltre ad esserci una buona rappresentazione delle frequenze con un'ottima presenza dei bassi, ho notato anche un suono più chiaro e pulito.

In qualsiasi caso scaricando l'applicazione “Tronsmart” dal Play Store potrete scegliere diversi tipi di equalizzazione per un audio differente. Attraverso l'app potrete gestire anche altre funzionalità, ad esempio cambiare le gestures, attivare o disattivare l'ANC o la modalità ambientale e aggiornare il firmware degli auricolari.

Autonomia

Le Tronsmart Apollo Air+ hanno una batteria da 35 mAh ciascun auricolare e 300 mAh per il case. L'autonomia dunque rimane pressoché invariata rispetto al modello inferiore.

Tronsmart Apollo Air Plus

Infatti, con volume al massimo e ANC attivo possiamo arrivare fino a 4 ore di riproduzione continua, mentre disattivando la cancellazione del rumore (e con volume più basso) possiamo raggiungere senza problemi anche le 5 ore e sfruttare circa 4 ricariche dal case per arrivare fino a 20 ore complessive.

La seconda differenza strutturale rispetto alle Apollo Air risiede nel fatto che le Apollo Air+ supportano anche la ricarica wireless. Con la ricarica cablata sia le cuffie che il case impiegheranno circa 2.5 ore per passare dallo 0 al 100%.

Conclusioni – Tronsmart Apollo Air+

Prima di trarre le conclusioni voglio fare un riassunto delle differenze tra le Tronsmart Apollo Air+ e le Apollo Air:

  • materiali leggermente migliori (o almeno questa è l'impressione al tatto);
  • suono leggermente più corposo e pulito;
  • sensori di prossimità sugli auricolari;
  • ricarica wireless.

Alla luce di tutto ciò, dunque, veniamo al prezzo. Infatti, grazie alle offerte che condividiamo giornalmente su GizDeals è possibile portare a casa le Tronsmart Apollo Air+ a 59.89 euro con coupon “NNNGIZAIRP“, anziché 77.94 euro.

In questi giorni di utilizzo mi sono trovato molto bene con questi auricolari, anzi credo che in questa fascia di prezzo siano tra i migliori assieme alle soluzioni offerte da Xiaomi. Abbiamo infatti un audio pulito, con bassi ben accentuati, una latenza pari a 0 in qualsiasi situazione e un'ottima indossabilità.

La differenza con il modello inferiore è di appena 19 euro (confronto tra prezzi con i nostri coupon) e la scelta tra i due secondo me varia in base alle vostre esigenze. Se volete degli auricolari completi che abbiano ricarica wireless e sensori di prossimità allora andate diretti sulle Air+, se invece cercate un prodotto per un utilizzo blando e basico allora potete optare anche per le Air.

N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock!

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .