Le azioni di Xiaomi si impennano e toccano un nuovo record

xiaomi borsa ipo

Nel corso del 2018 avvenne un grosso cambiamento per Xiaomi, con una quotazione in borsa che si è rivelata piuttosto difficoltosa. Lo stesso CEO Lei Jun spiegò le sue motivazioni contrarie, in vista di un calo azionario che si è ripercosso per tutto il 2019. Per varie motivazioni, sia personale che di fluttuazione del mercato, il trend del 2019 è stato negativo fino a fine anno. Da inizio 2020, contestualmente al lancio di Redmi K30, si è iniziato a vedere un primo ribaltamento.

LEGGI ANCHE:
L'app MIUI Temi di Xiaomi torna disponibile in Europa!

Xiaomi si lascia alle spalle il brutto calo azionario del 2019

xiaomi azioni borsa

Siamo al 17 gennaio, giornata in cui chi possiede azioni Xiaomi torna finalmente a tirare un sospiro di sollievo. Nell'arco di poco più di un mese, infatti, si è passato da un valore di circa 8.5/9 HKD ad un picco di 13.24 HKD, circa 1.54€ al cambio. Ad oggi si tratta del valore più alto mai toccato in borsa da Xiaomi, con una capitalizzazione complessiva di mercato pari a 40.4 miliardi di dollari.

Basti pensare che lo scorso agosto la capitalizzazione era pari a circa 28 miliardi, per quanto il valore attuale sia comunque inferiore ai 50 miliardi dell'IPO del debutto a luglio 2018. Ricordiamo che la quotazione di Xiaomi riguarda l'indice Hang Seng, all'interno del quale sono include grosse compagnie come Bank of China, China Unicom, China Telecom e China Netcom.


📱Segui GizChina su Google News,  clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti ⭐️.