OnePlus Concept One anche total black: il designer risponde ai dubbi

oneplus concept one

A tenere banco al CES 2020 c'è stato OnePlus Concept One, uno sguardo ad uno dei possibili futuri della telefonia per OnePlus. Il corpo di OnePlus 7T Pro è stato riciclato, innovandone completamente il retro. Non soltanto per una back cover in pelle, cucita attorno ad una sezione in vetro, ma anche e soprattutto per la fotocamera a scomparsa. E no, non con il meccanismo pop-up degli stessi smartphone OnePlus (ma anche OPPO, Vivo e così via), ma tramite un vetro elettro-cromatico.

LEGGI ANCHE:
Finalmente OnePlus 8 Pro potrebbe avere la ricarica wireless

OnePlus Concept One: intervistato il suo designer

oneplus concept one

Abbiamo già spiegato ampiamente il suo funzionamento, ma in poche parole il vetro viene stimolato per passare da opaco a trasparente. Quello che invece non sapeva nessuno è che di OnePlus Concept One ci fosse anche una colorazione Total Black. A mostrarla al pubblico è lo stesso Kevin Tao, designer che ha partecipato alla realizzazione del “magico” concept. Per questa variante il vetro camuffa anche una particolare texture in fibra di carbonio.

Queste immagini sono accompagnate anche da un piccolo Q&A in merito al dispositivo, durante il quale Kevin ha spiegato come il cosiddetto “design burdenless” voglia rendere più leggero all'occhio il design. Questo è possibile rendendo la fotocamera “invisibile”, anche se personalmente reputo che una back cover in pelle e con relativi ricami non sia poi così discreto. Al contempo, la pelle rappresenta un tocco premium e morbido, senza considerare la maggiore resistenza agli urti. Comunque, ha poi specificato come il meccanismo di elettro-cromatismo si azioni in circa 0.7 secondi, meno di quanto impiega l'app Fotocamera ad aprirsi. E senza particolari impegni energetici, senza andare a discapito dell'autonomia. Un lavoro che ha impiegato 3 mesi di impegno da parte del team di lavorazione.

oneplus concept one

Alla domanda di “se” e “quando” questa tecnologia arriverà su un futuro smartphone, Kevin ha risposto in maniera un po' vaga, specificando come questo tipo di novità richieda un certo tipo di feedback prima di essere introdotta su larga scala. La cosa interessante è che OnePlus sta lavorando in un nuovo territorio, siglato come ECMF. Questa sigla, “Electronic Colors Material Finish“, sta ad indicare la modifica di materiali solitamente statici. Un esempio è l'utilizzo di questo vetro elettro-cromatico come fosse un filtro ND, ovvero a densità neutra. Questa tipologia di filtri blocca la sovraesposizione della luce solare, ottenendo immagini non bruciate. Può anche essere utilizzato per avere modalità con esposizione molto lunga, ottenendo un effetto come questo qua sotto.

lunga esposizione


📱Segui GizChina su Google News,  clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti ⭐️.