Redmi K20 Pro non è certificato, ma è comunque protetto dall’acqua

redmi k20 pro

Nell'ultimo video di JerryRigEverything abbiamo visto com'è Redmi K20 Pro una volta smontato, nonché da trasparente. Una cosa che potrebbe esservi sfuggita in quel video è una feature che Redmi ha implementato silenziosamente al suo interno. Per quanto lo smartphone sia privo di certificazione IPxx, ciò non significa che non sia resistente all'acqua.

LEGGI ANCHE:
Redmi Note 8 Pro: svelati i prezzi per l’Europa

Redmi K20 Pro è “ben” protetto dall'acqua, come ci mostra JerryRigEverything

La stessa Xiaomi ha confermato che la serie Redmi K20 è resistente grazie alla protezione P2i. Si tratta di una nanotecnologia utilizzata per rendere repellenti all'acqua i dispositivi elettronici. Come potete vedere nella clip qua sotto, questa lavorazione fa sì che le gocce d'acqua vengano respinte e scivolino via, in modo che non possano entrare nella scocca del telefono.

Si tratta di un tipo di protezione spesso utilizzata in ambito smartphone, per quanto non sia del tutto paragonabile ad avere un prodotto con certificazione IPxx. Il perché questa non sia stata attribuita a Redmi K20 Pro è presto detto: il voler mantenere bassi i costi. Xiaomi non ha mai certificato nessun telefono proprio per non alzare i costi e mantenere l'ottimo rapporto qualità/prezzo che da sempre la contraddistingue.

E lo stesso ha fatto Redmi, per quanto il video di JerryRigEverything mostri come Redmi K20 Pro sia ulteriormente protetto dai liquidi. Una volta aperto, si nota come sia la scocca che lo speaker presentino le protezioni che solitamente si trovano sui dispositivi certificati. Tuttavia, oltre al discorso prezzo, anche la presenza della pop-up camera è una sicura discriminante per il raggiungimento di una protezione degna di essere certificata.


Discuti con noi dell'articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!