Honor 20 Pro: nuovi sample fotografici in notturna

honor 20 pro sample camera

Il debutto di Honor 20 Pro non è stato dei più felici. Anche se abbiamo partecipato all'evento di presentazione, noi e gli altri colleghi italiani non abbiamo ricevuto il sample da recensire. Questo perché non si sa se e quando verrà commercializzato in Occidente, vista la situazione del ban Huawei. Ecco perchè lo smartphone non ha ricevuto la certificazione Google, sparendo dal sito italiano. Ma la curiosità è tanta, vista anche la bontà della quad camera premiata da DxOMark come uno dei migliori del settore.

Ecco altre foto scattate con la quad camera di Honor 20 Pro

Visto che non possiamo portarvelo in prova, vediamo uno dei primi test fotografici realizzato proprio con Honor 20 Pro. Smartphone che gode del seguente comparto fotografico:

  • Primario da 48 mega-pixel con apertura f/1.4, pixel da 0.8 µm, dimensioni di 1/2″
  • Teleobiettivo da 8 mega-pixel con apertura f/2.4 e dimensioni da 1/4.4″
  • Grandangolare da 16 mega-pixel con apertura f/2.2 e dimensioni di 1/3.1″
  • Macro da 2 mega-pixel con apertura f/2.4

Come visto con i flagship Huawei, anche Honor 20 Pro vanta la presenza di un teleobiettivo capace di fornire all'utente uno zoom ottico 3X. Per scattare su lunga distanza ad aiutare c'è la stabilizzazione ottica OIS, aiutata anche dalla componente software. Ecco cosa è possibile ottenere in fase diurna, partendo dall'ottica 0.6X fornita dal sensore grandangolare fino ad uno zoom 30X realizzato in combinazione col software.

Sempre stessa situazione, da 0.6X a 30X, ma in fase notturna.

A proposito di situazioni dopo al tramonto, anche Honor 20 Pro gode della presenza di una modalità Notturna. Con questa è possibile aumentare il tempo d'esposizione senza necessità di un cavalletto. Ciò è possibile grazie all'aiuto software, che compensa con la stabilizzazione per evitare tremolii e vibrazioni nell'immagine.

Tornando di giorno, ecco la differenza di inquadratura fra il sensore primario e quello grandangolare con FoV a 117°.

Concludiamo con i risultati del quarto sensore, ovvero quello dedicato agli scatti macro. Introdotto con Mate 20 Pro, ecco i risultati con gli scatti ravvicinati al soggetto, anche in fase notturna.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!