Infinix Zero X è una sorpresa: ricarica 160W, zoom 60x ed elettrocromia

infinix zero x
Next Level Savings

L'evoluzione della ricarica rapida su smartphone passa attraverso la storia di due aziende in particolare: OPPO e Xiaomi. È di OPPO il traguardo di aver superato il Quick Charge di Qualcomm ed aver portato la ricarica a 20W per la prima volta su Find 7. Record battuto qualche anno dopo, prima con OPPO Find X e la sua Super VOOC a 50W e poi da Reno Ace, in grado di caricarsi a 65W. La palla è poi passata a Xiaomi, che con il suo Mi 10 Ultra ha dato il là a tutti quegli smartphone con ricarica ultrarapida a 120W. Ma se vi dicessi che il primo smartphone a 160W non sarà di nessuna delle due, bensì di un brand che forse potreste non aver mai sentito nominare?

Aggiornamento 28/06: dopo vari teaser, scopriamo la scheda tecnica praticamente completa di Infinix Zero X. Trovate tutti i dettagli a fine articolo.

Il record per la ricarica più rapida al mondo sarà di un'azienda che non vi aspettate

Sto parlando di Infinix, brand con base in Hong Kong e che vende i propri smartphone in Asia, Europa, Africa e Medio Oriente. Un brand non molto diffuso, una goccia nella marea che è il panorama telefonico, sempre più competitivo e nelle mani di pochi brand. Negli ultimi anni ha goduto di una discreta crescita in India, sulla scia della quale ha deciso di proporre smartphone che si differenzino un minimo dalla concorrenza. Una scelta che sarebbe sottolineato proprio dalla volontà di lanciare uno smartphone economico ma con una ricarica record da 160W.

infinix ricarica 160w

I ragazzi di XDA hanno mostrato in rete una foto in anteprima, con protagonista un caricatore Ultra Flash Charge brandizzato Infinix e con in bella mostra la sigla “160W”. Attualmente, però, i dettagli finiscono qua: non sappiamo ancora quando e su quale smartphone farà il suo debutto, anche se probabilmente il telefono è lo stesso che vediamo in foto. Ma c'è anche chi fa presente che la foto potrebbe essere ingannevole, in quanto la ricarica potrebbe essere destinata ai notebook. Infinix vende qualche laptop in Africa, ma verrebbe da dubitare che proponga un laptop così premium da necessitare una ricarica del genere.

Primo render ufficiale | Aggiornamento 17/06

Non ha ancora un nome ufficiale, ma l'incredibile smartphone che Infinix sta preparando ha un “volto”. O meglio, sappiamo com'è fatto grazie al primo render ufficiale postato in rete, con cui abbiamo conferma della sua originalità. Non soltanto sappiamo che dovrebbe essere il primo smartphone al mondo con ricarica ultra-rapida a 160W, ma avrà anche un design inedito. Il ché non era affatto scontato, visto che in passato l'azienda ha dimostrato una certa tendenza a “clonare” smartphone altrui.

infinix 160w

L'immagine ci mostra quello che sembra essere un vero e proprio top di gamma, dotato di schermo curvo AMOLED con sensore d'impronte nel display. Una curvatura di tipo Dual Edge che appare abbastanza pronunciata nelle prospettive laterali dello smartphone. Spostandoci sul retro, poi, è evidente che Infinix abbia optato per un look stravagante e che punta soprattutto al pubblico più giovanile. La back cover è occupata da quella che sembra essere una sigla che recita “NOW“, sulla falsa riga di quanto visto con alcuni smartphone Realme.

Infine, appare evidente anche il modulo fotografico, con un grosso sensore primario e due sensori aggiuntivi, di cui uno sembra essere un teleobiettivo periscopiale. Quello di Infinix si prospetta essere uno smartphone di alto profilo, anche se è giusto tenere basse le aspettative vista la poca diffusione del brand.

Primo teaser ufficiale | Aggiornamento 21/06

Se prima era un'indiscrezione (per quanto piuttosto assodata), adesso è una certezza: Infinix sta preparando il terreno per il suo smartphone con ricarica a 160W. Ce lo rivela questo teaser ufficiale, postato dalla pagina sul proprio account Twitter, rivelandoci anche quale sarà lo smartphone ad avere questa incredibile tecnologia.

Guardando attentamente il teaser pubblicato da Infinix, si può notare la silhouette di uno smartphone con display curvo Dual Edge. Proprio lo stesso tipo di curvatura che troviamo sul rendere dello smartphone che vedete più sopra nell'articolo. Rimane la curiosità di capire se effettivamente Infinix conquisterà un traguardo del genere e, se sì, quanti (pochi) minuti impiegherà il caricatore per portare al 100% la batteria.

La ricarica rapida sarà anche wireless | Aggiornamento 22/06

Non ci sono più segreti sull'esistenza di questo smartphone, svelato dai media pakistani sotto forma di Infinix Zero X. Questo dovrebbe essere il nome ufficiale del portentoso smartphone atteso al debutto nel corso del 2021. Un lancio che dovrebbe avvenire nel periodo del Q3 2021, quindi entro il mese di settembre.

Oltre a queste informazioni, sempre Infinix ci rivela un'altra feature di spessore: la ricarica wireless a 50W. Questa volta non si tratta di un record, dato che questa potenza è già stata raggiunta da Huawei Mate 40 e OnePlus 9, ma è comunque notevole per un'azienda così poco diffusa. Lo stesso possiamo dire per l'utilizzo di una fotocamera da 108 MP, altra specifica svelata in queste ore per Infinix Zero X. A questo punto siamo curiosi di scoprire quale sarà il chipset che lo guiderà: ipotizziamo una soluzione MediaTek, ma mai dire mai.

Rivelata la scheda tecnica | Aggiornamento 28/06

Non sembrano esserci più sorprese e segreti attorno al promettente Infinix Zero X. In rete è stata postata quella che dovrebbe essere la sua scheda tecnica, rivelandoci alcuni dettagli interessanti. Partiamo dallo schermo, un'unità AMOLED da 6,67″ Full HD+ con curvatura laterale da 88° e soluzione punch-hole con selfie camera da 32 MP. Una novità molto intrigante è la finitura con elettrocromia che ne caratterizza la back cover, in grado di cambiare di colore a seconda del contesto. Passiamo poi al comparto fotografico, altro punto di forza dello smartphone. Posteriormente ci sarà una 64+8+8 MP e quindi non il sensore primario da 108 MP citato giorni fa dalle fonti. Che possa esserci una variante Pro con fotocamera più avanzata? Fatto sta che questa tripla configurazione comprende un grandangolare ed un teleobiettivo periscopiale in grado di offrire uno zoom 60x.

Meno entusiasmante per molti sarà il chipset utilizzato, ovvero il MediaTek Helio G95. Lo stesso SoC che abbiamo visto utilizzato su Tecno Phantom X, altro flagship lanciato di recente da un'azienda che fa parte, assieme ad Infinix, del gruppo cinese Transsion. È il chip che abbiamo visto su Redmi Note 10S e Realme 8, con processo produttivo a 12 nm, CPU octa-core (2 x 2.05 GHz A76 + 6 x 2,0 GHz A55) e GPU ARM Mali-G76 MC4. Lato memorie avremo 8 GB di RAM e 128 GB di storage, ma l'altro aspetto interessante sarà la batteria. Ad alimentarlo troveremo una 4.000 mAh con la ricarica da record da 160W, in grado di portarlo dallo 0% al 100% in soli 10 minuti. Per non parlare della potente ricarica wireless a 50W.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .