Huawei Mate 30 Pro: l’azienda spiega le scelte dietro display e fotocamera

huawei mate 30 pro

Huawei Mate 30 Pro è qua con noi, dopo essere stato presentato ufficialmente ieri in quel di Monaco. L'azienda ha sempre riposto una certa attenzione nel design della gamma Mate, proponendo soluzione magari polarizzanti, ma comunque più o meno originali. Lo stesso è accaduto con il nuovo flagship Huawei, sia davanti con il “curvissimo” display Horizon, sia dietro con la quad camera Halo Ring.

LEGGI ANCHE:
Huawei Mate 30 senza app Google: il troll di Samsung

Ecco il perché display e fotocamera di Huawei Mate 30 Pro sono fatti così

A proposito di fotocamera, il vice presidente Bruce Lee ha spiegato il perché dietro questa scelta estetica. La volontà è quella di non adeguarsi ai trend attuali del mercato, cercando di distinguersi quanto possibile. E per quanto la somiglianza fra Huawei Mate 30 Pro e il vecchio Nokia 1020 ci sia tutta, fra i modelli attuali è sicuramente uno dei più originali sotto il profilo estetico della fotocamera. Uscendo dall'ambito smartphone, il tagli circolare è anche un rimando alle DSLR, sottolineando l'importanza del comparto fotografico.

Per quanto riguarda il display, è più che legittimo dubitare dei possibili tocchi accidentali, visto quanto curva lungo il frame, con un angolo di ben 88°. Ecco perché il produttore ha ben pensato di dividere il display in 3 sezioni, ovvero quella piatta frontale e i due bordi curvi. Così facendo, toccare i bordi non interferirà con il display principale, dato che questi sono stati ottimizzati unicamente per controllare il volume, previo doppio tap su di essi, all'interno dei giochi e nell'app Fotocamera.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!