Huawei ha deciso di dare una svolta alla propria produzione, sviluppando nuovi computer portatili in grado di inserirsi prepotentemente all'interno del mercato attuale. Sebbene i prezzi proposti non siano alla portata di qualsiasi tipo di cliente, questo brand promette potenza ed affidabilità. Due caratteristiche che spesso vanno a braccetto con richieste economiche elevate. Nel corso di questi anni l'azienda ha saputo conquistare, infatti, la fiducia di tantissimi nuovi utenti, grazie alla commercializzazione di smartphone caratterizzati da un buon rapporto qualità-prezzo. Se questo rapido incremento delle vendite dovesse interessare, quindi, anche il mercato dei notebook, potrebbero delinearsi tempi difficili per tutte le altre pretendenti. Huawei Matebook 13, a tal proposito, prova a mettere in discussione l'intero settore. A bordo troviamo una dotazione hardware di buon livello e linee estetiche molto semplici. Questo dispositivo, presentato ad inizio anno, come si sarà comportato, però, nei nostri test? Sarà giustificato il prezzo richiesto per questo computer o si tratta semplicemente di marketing? Scopriamo tutto quello che c'è da sapere su Matebook 13, all'interno della nostra recensione completa.

Recensione Matebook 13

Huawei Matebook 13

Unboxing

All'interno della confezione di vendita troviamo:

  • Huawei Matebook 13;
  • caricabatterie, con supporto alla ricarica rapida da 65W;
  • cavo USB Type-C/USB Type-C;
  • adattatore per espandere il comparto connettività.

Design & Materiali

Matebook 13 è realizzato completamente in alluminio, presentando una finitura superficiale molto simile a quella mostrata dai MacBook di casa Apple. Questa colorazione, poi, viene chiamata Space Gray ed il paragone con la casa californiana è presto servito su un piatto d'argento. Nonostante tutto, però, è lodevole il livello di cura riservato a questo prodotto, che si dimostra subito robusto e ben assemblato. Deve anche essere considerato, infatti, che le dimensioni sono davvero minime. Questo notebook misura, infatti, 286 x 211 x 14,9 mm, totalizzando un peso di soli 1300 grammi.

Huawei Matebook 13

Nella parte frontale è ben visibile il logo dell'azienda, che è leggermente in rilievo rispetto alla scocca e presenta una superficie zigrinata. Tutte le viti di cui si dota il prodotto sono perfettamente a filo con la struttura, così come non si avvertono imperfezioni in corrispondenza delle cerniere posteriori. Queste offrono una discreta stabilità al pannello frontale, anche in seguito a forti scossoni. Sotto il display, inoltre, possiamo apprezzare un'ampia feritoia orizzontale, che principalmente è preposta alla dissipazione del calore.

Sulla parte destra della scocca trova spazio un unico ingresso USB Type-C 3.1. Sul fronte opposto, invece, oltre alla presenza di un'altra porta USB Type-C dedicata anche alla ricarica del notebook, notiamo il foro mini jack per le cuffie ed il microfono principale. Ricordo, poi, che solo l'ingresso USB Type-C posto sulla sinistra è preposto alla ricarica del dispositivo.

Un ultimo aspetto da considerare è il sensore biometrico, posizionato poco sopra la tastiera del Matebook 13. Questo componente è stato implementato all'interno dello stesso tasto di accensione e sembra funzionare bene, offrendo un'ottima reattività in fase di sblocco.

Touchpad & Tastiera

Aprendo il notebook ci si trova di fronte a linee davvero essenziali. Quello che colpisce maggiormente è l'ampio spazio riservato alla tastiera, che termina quasi in corrispondenza del bordo laterale. Questo permette di avere, però, una buona grandezza dei tasti, riuscendo così ad ottenere sempre il massimo controllo anche nelle fasi di scrittura più concitate.

Huawei Matebook 13

Durante l'utilizzo quotidiano non ho avvertito particolari differenze nella corsa dei tasti riservata a questo Matebook 13, rispetto alla classica tastiera del iMac. Forse il tocco è meno deciso ma, nonostante questo, è difficile incorrere in qualche errore durante la digitazione. Premendo con forza nella parte centrale è possibile avvertire una leggere flessione della scocca ma, in condizioni normali, questo non è un problema.

Nella parte più bassa del dispositivo trova spazio il touchpad centrale, caratterizzato da una superficie liscia. Avrei preferito un'altezza maggiore ma, mettendo da parte i miei gusti, devo ammettere che può essere utilizzato agevolmente per qualsiasi tipo di attività. Grazie ai driver Microsoft Precision, inoltre, tutti possono godere delle gesture di Windows, velocizzando il lavoro degli utenti. Non ho riscontrato, comunque, nessun problema con questa unità, che mostra una buona precisione.

Huawei Matebook 13

Display

Huawei Matebook 13 monta un display IPS da 13 pollici di diagonale, con risoluzione 2K (2160 x 1440 pixel) e 220 ppi. Siamo al cospetto di un pannello non troppo luminoso ma che, in ogni caso, riesce a soddisfare abbastanza anche negli ambienti esterni. Mancando una superficie anti-riflesso è, comunque, normale che si perda qualcosa in termini di nitidezza. Nonostante questo, devo ammettere che il sensore che regola la luminosità dello schermo non è così preciso come avrei sperato, mostrandosi sempre troppo conservativo nelle ore notturne. Per fortuna sembra che l'azienda abbia optato, però, per un buon trattamento oleofobico, permettendoci così di mantenere abbastanza pulito il vetro frontale.

Huawei Matebook 13

Ciò che pone le basi per una produttività migliore su questo notebook, però, è il particolare rapporto d'aspetto utilizzato, che con i suoi 3:2 permette di ottenere una superficie maggiore in fase di lettura e scrittura, visualizzando un più elevato numero di informazioni a schermo.

Huawei Matebook 13

Non siamo in possesso dell'unità dotata di touch screen, quindi non possiamo rilasciare nessun tipo di feedback a riguardo.

Hardware & Prestazioni

Questo notebook ospita al suo interno un processore Intel Core i7-8565U di ottava generazione, un quad-core dotato di una frequenza di clock base pari a 1.8 GHz. Ad accompagnare questa CPU troviamo, poi, una scheda grafica integrata, ovvero una Intel UHD Graphics 620. Per quanto riguarda le memorie, invece, abbiamo 8 GB di RAM LPDDR3 a 2133 MHz e ben 512 GB di storage interno, garantiti da un SSD NVMe di Samsung.

Huawei Matebook 13 permette di svolgere tutte le mansioni afferenti al mondo del lavoro, con ottime prestazioni. Dedicarsi alla suite Office è davvero piacevole, pur mantenendo in esecuzione diversi programmi. Anche con la navigazione via browser non si avvertono, poi, particolari problemi, potendo utilizzare Chrome con diverse finestre aperte. Tuttavia è bene precisare che questo notebook non è stato pensato per svolgere compiti più onerosi in termini di potenza. Quando si tenta di creare un video, ad esempio, non bisogna spingersi oltre un certo limite, perché i soli 8 GB di RAM potrebbero risentirne. Vale lo stesso discorso anche per quanto riguarda il fotoritocco su Photoshop, anche se in questo caso pare che il sistema regga un livello di complessità leggermente più alto.

Gli stessi stress test effettuati su questa unità mostrano una buona stabilità generale, in quanto nelle condizioni più critiche il notebook non presenta mai problemi di thermal throttling. Pur utilizzando tutta la potenza disponibile, la temperature rimangono entro un range accettabile, che si attesta sui 70-80°. Non dovrete preoccuparvi, quindi, riguardo l'affidabilità di questa macchina. Nei benchmark è chiaro, tra l'altro, come Huawei abbia optato per una memoria interna davvero molto veloce, sia in lettura che in scrittura. Devo solo fare un piccolo appunto a riguardo, che vediamo nel prossimo paragrafo.

Partizione SSD

Ho deciso di creare questa sezione per aiutare tutti quegli utenti che non amano il partizionamento originale dell'SSD. Su Matebook 13 abbiamo, infatti, ben 512 GB di storage, così diviso:

  • circa 80 GB, di cui 50 GB realmente disponibili, sono dedicati all'unità C:, dove troviamo i file di Windows e tutti i programmi pre-installati;
  • circa 400 GB sono contenuti all'interno dell'unità D:, dove poter installare qualsiasi tipo di applicazione.

Se la situazione rimane tale, si rischia di saturare ben presto l'unità C:, dovendo continuamente procedere ad installare i programmi sulla partizione più capiente. E questo è proprio quello che mi è successo dopo qualche ora di utilizzo. Esiste un metodo, però, tramite il quale modificare questo tipo di impostazione. Consiglio, inoltre, di eseguire le operazioni qui sotto riportate solo alla prima accensione del notebook, perché in seguito tutti i dati verranno rimossi. Nella schermata del desktop, quindi, troviamo in basso la barra delle applicazioni. Dovremo semplicemente cliccare sul simbolo di Windows, con il tasto destro del mouse. Una volta premuto sull'icona, si aprirà un'ulteriore finestra, all'interno della quale dovrete scegliere l'opzione “Gestione Disco”. Solo a questo punto dovrete selezionare l'unità D:, cliccandovi sopra con il tasto destro del vostro mouse. Selezionate la voce “Elimina Volume”. Una volta “rimossa” questa partizione, potrete cliccare, sempre col tasto destro del mouse, sull'unità C:; non dovrete far altro che cliccare sull'opzione “Estendi Volume”, così da avere finalmente un'unico blocco di memorizzazione su Huawei Matebook 13, da circa 500 GB.

Benchmark

Tutti i benchmark sono stati effettuati con il caricabatterie collegato al dispositivo.

Software

Non spenderemo molte parole riguardo al software offerto da Microsoft, in quanto Windows 10 Home presenta le medesime funzioni su quasi tutti i dispositivi che lo utilizzano. Talvolta sono le stesse aziende ad implementare, però, alcune interessanti feature in grado di accrescere l'appeal di questo sistema operativo. Huawei è, infatti, una di queste aziende ed ha introdotto su Matebook 13 la funzionalità Huawei Share. Questo servizio è stato pensato per ridurre i tempi di attesa nel trasferimento dei dati dal proprio smartphone al computer, e viceversa. Un'idea tanto semplice quanto geniale, seppur non del tutto originale. Servendosi del modulo NFC, contenuto nel telefono, è possibile inviare al notebook qualsiasi tipo di file, in maniera rapida e precisa. Basta appoggiare il proprio device nell'apposita area contrassegnata, ed il gioco è fatto.

Tale funzione sarà fruibile, però, solo dai possessori di un device Huawei di ultima generazione, con a bordo la nuova EMUI 9. Una volta configurato il proprio smartphone sul computer, tramite questo stesso servizio, potrete servirvi di questa scorciatoia ogni qual volta ne abbiate bisogno.

Connettività

Matebook 13 possiede un modulo Wi-Fi ac Dual Band (Intel AC9560) dalle buone prestazioni e dall'ottima copertura, riuscendo a generare un flusso d'informazioni importante anche negli angoli della casa solitamente più difficili da raggiungere. Purtroppo non è presente un ingresso Ethernet, nemmeno nell'adattatore fornito in confezione. Su quest'ultimo troviamo, infatti, una porta USB Type-C, un ingresso VGA ed una porta HDMI. Come detto in precedenza, sul notebook troviamo ben due USB di tipo C, che però non sono abilitate a svolgere le medesime operazioni. Quella di destra permette la condivisione dei contenuti video ed il trasferimento dei dati, mentre quella di sinistra è preposta alla ricarica del dispositivo e al trasferimento dei dati.

Abbiamo, poi, il Bluetooth 5.0 e l'NFC. Sulla parte alta della cornice frontale trova spazio, inoltre, una webcam da 1 mega-pixel, in grado di girare video in 720p. Sebbene la qualità fotografica sia infima, risulta comunque una componente sufficientemente utile in fase di videochiamata.

Huawei Matebook 13

Audio

Sul notebook non è stato installato nessun particolare sistema audio, brandizzato magari da qualche grande marchio. Gli unici due speaker, posizionati sotto la scocca, risiedono nella parte bassa della struttura, quasi in corrispondenza dei due gommini anteriori. In generale la qualità è abbastanza buona, pur mostrando bassi ben poco evidenti ed incisivi. Durante la visione di contenuti multimediali, su YouTube o Netflix, è comunque possibile godere di un audio discreto.

Autonomia

A bordo di Matebook 13 troviamo una batteria da 42 Wh. E' sempre complicato giudicare l'autonomia offerta da un terminale di questo tipo, a causa della sua estrema versatilità. Posso comunque confermare che utilizzandolo principalmente in ambito lavorativo, sfruttando la suite Office e poco altro, vi può portare fino a 5 ore di utilizzo continuo. Guardando qualche serie TV e film, invece, totalizzerete anche 8-9 ore di accensione.

Non consumando molto in standby, tra l'altro, esclude la possibilità di dover continuamente pensare alla sua ricarica. Quando ce ne fosse bisogno, comunque, potreste affidarvi al suo alimentatore da parete, dotato di ricarica rapida da 65W. Grazie ad esso, passerete dal 10 al 100% in circa 1 ora e 30 minuti.

Conclusioni

Huawei Matebook 13 viene venduto, nella nostra configurazione, ad una cifra di 1199 euro. Parliamo di un prezzo non proprio alla portata di tutti ma che è giustificato da una qualità generale davvero al top. Huawei ha davvero fornito un'identità a questo prodotto, creando un notebook stabile e molto affidabile nell'utilizzo quotidiano. Nel caso in cui vogliate risparmiare qualcosa, però, esiste anche una versione più “leggera”, con a bordo un Intel Core i5 di ottava generazione. Con un costo di 999 euro, si configura forse come il miglior prodotto per rapporto qualità-prezzo. Non avendo avuto modo di testarne personalmente le prestazioni, però, non mi pronuncio più di tanto a suo favore.

874,19€
999,99
disponibile
1 nuovo da 874,19€
4 usato da 785,84€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 18/11/2019 18:22