Google sfida ChatGPT con MusicLM, l’AI che genera musica da un semplice comando testuale

Google MusicLM sistema AI crea musica da comando testuale

Da alcuni definito come il “ChatGPT della musica”, il nuovo sistema di Intelligenza Artificiale messo a punto da Google può dare vita a entusiasmanti produzioni musicali a partire da un semplice comando di testo. Stiamo parlando di MusicLM, un sofisticato sistema AI che affascina e spaventa allo stesso tempo. Perché? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cos’è e come funziona MusicLM

Google MusicLM sistema AI crea musica da comando testuale

MusicLM è un sistema di Intelligenza Artificiale che può produrre composizioni musicali a partire da un semplice comando testuale. Questo sistema può riprodurre musica a 24 kHz della durata di alcuni minuti, ma per poter funzionare correttamente e dare il meglio di sé ha bisogno di prompt molto dettagliato. Insomma, all’interno del comando è necessario specificare quanti più dettagli possibili sul genere, sugli strumenti, sugli stili… tutto ciò che può aiutare l’AI di Google a realizzare il miglior sound di sempre.

In questo senso, comandi come “la colonna sonora principale di un videogioco arcade, con un assolo di chitarra elettrica” ​​o “un mix di musica reggaeton e dance elettronica, con un sound spaziale e ultraterreno” possono regalare risultati impressionanti, degni di uno studio di registrazione.

Google MusicLM sistema AI crea musica da comando testuale

Ma non finisce qui: MusicLM si spinge ben oltre la creazione di incredibili basi musicali. Questo potente strumento di Intelligenza Artificiale, infatti, può anche trasformare in note musicali una breve descrizione narrativa o pittorica. Un esempio? L’AI è riuscita a generare un’affascinante melodia ispirata all’Urlo di Munch. L’intelligenza artificiale può anche produrre colonne sonore della durata di cinque minuti con brevi suggerimenti di testo, come “techno melodica” o “jazz rilassante”. 

Tutto molto bello e divertente, certo. Ma Google non ha assolutamente intenzione di rilasciare MusicLM, o almeno non nel prossimo futuro. Il problema? Semplice: l’AI di Mountain View potrebbe violare il copyright di contenuti esistenti. Per allenare i suoi algoritmi, infatti, l’azienda ha riferito di aver utilizzato contenuti musicali esistenti e protetti da copyright, e alcuni ricercatori hanno anche osservato che circa l’1% dei risultati offerti da MusicLM sia riconducibile a modelli pre-esistenti. Insomma, a canzoni che potremmo anche conoscere.

Google MusicLM sistema AI crea musica da comando testuale

Allo stato attuale, dunque, MusicLM si scontra con problemi di natura etica che porterebbero inevitabilmente ad una regolamentazione legale. Secondo i ricercatori, nonostante il sistema tenda a incorporare materiale protetto da copyright, è stato pensato per assistere gli artisti nella composizione di nuova musica, e non per sostituirli.

Come evolverà il tutto? Chissà! Intanto, però, se siete curiosi di scoprire alcune delle melodie generate da MusicLM, date un’occhiata a questa pagina. Qui troverete oltre cinquemila composizioni generate dall’Intelligenza Artificiale di Google, ciascuna accompagnata dal suo prompt!

⭐️ Amazon ha annunciato le date del Prime Day 2024 (16 e 17 luglio): scopri tutti i dettagli dell'evento più atteso dell'anno e come seguire con noi le offerte in tempo reale (per non perdere nemmeno un'occasione)!