Recensione EKSA EK3000: la tastiera meccanica da gaming con una MARCIA in più!

tastiera eksa ek3000

Sarò onesto: personalmente non ho mai dato tanta importanza alla tastiera che utilizzavo per il mio PC, e lo dimostra il fatto che fino a due anni fa utilizzavo ancora una tastiera della IBM da ufficio, con ancora il connettore PS2 (e relativo convertitore a USB), e la trovavo molto comoda e senza fronzoli. Niente RGB, niente tasti funzione: niente di niente.

Devo ammettere, però, che negli anni la mia mentalità è cambiata e anche le tastiere che ho provato sono un bel po': dopo essere mi stabilizzato con la MX Keyboard di Logitech, provo sempre con piacere tastiere meccaniche come questa EKSA Ek3000 che mi è arrivata recentemente in prova, ed i riscontri sono stati ben più che interessanti.

Recensione EKSA EK3000

Contenuto della confezione

Nella confezione di vendita, realizzata interamente in cartone, troviamo:

  • Tastiera
  • Manuale di istruzioni e configurazione
  • Cavo USB-A / USB-C
  • Ricevitore Bluetooth per collegarla a Pc Windows o Mac

Design e Materiali

Ok ciò che salta all'occhio sin dal primo sguardo sono senza dubbio le dimensioni molto contenute: la tastiera di Eksa pesa circa 430grammi, è larga 314mm e alta poco più di 100mm, quindi inseribile nello zaino di viaggi, senza alcuna difficoltà. Logicamente in dimensioni cosi contenute si rinuncia al tastierino numerico ed alla fila di tasti funzione FN superiore alla fila numerica, ma ci si fa presto l'abitudine.

tastiera eksa ek3000

Altro dettaglio importante è la gradazione cromatica dei tasti installati a bordo: l'azienda ha diviso in tre colorazioni differenti i vari tasti, utilizzando il nero per i tasti come ALT, CTRL e simili, l'arancione per la backspace, ESC, Enter e le frecce direzionali mentre il colore grigio scuro per tutto il resto dei tasti. Potrebbe sempbrare un accostamento piuttosto particolare dei colori, ed in realtà lo è: nel complesso, però, grazie anche ai LED RGB integrati, l'effetto visivo finale non è davvero niente male, soprattutto se avete un bel tappetino scuro sulla vostra scrivania.

I materiali di costruzione, poi, sono di tutto rispetto perchè l'azienda ha optato per un telaio realizzato interamente in metallo per cui quando si premono i tasti c'è una sensazione di stabilità e robustezza paragonabile a tastiere di fascia alta di brand più blasonati. Non mancano gli appositi rialzi per chi è abituato a tenere la tastiera un po' sollevata, ed in più sono rifiniti anche con una finitura antiscivolo che permette alla tastiera di rimanere ferma e fissa nella posizione desiderata.

tastiera eksa ek3000

Nella parte posteriore, invece, c'è spazio per il connettore USB-C utile alla ricarica della batteria integrata da ben 3000 mAh, che non sono riuscito a scaricare nelle mie due settimane di test circa; sul mio Mac non sono riuscito, inoltre, a tenere sotto controllo la durata della batteria, mentre su Windows viene correttamente visualizzata la percentuale di batteria residua.

Sui due lati della tastiera, inoltre, l'azienda ha integrato due slider molto interessanti per ottimizzare gli spazi; sul lato sinitro, infatti, c'è uno slider che permette di regolare il volume del computer con un fine corsa sui due lati, mentre a destra c'è un altro slider a scatto dove l'azienda offre la possibilità all'utente di scegliere la modalità di lavoro in cui si vuole utilizzare la tastiera, a scelta tra Wi-Fi, Bluetooth oppure USB via cavo.

Funzionalità ed Esperienza d'uso

La EKSA EK3000 supporta fino a 3 dispositivi connessi contemporaneamente, e si può switchare tra i vari devices allo stesso modo in cui si fa con le tastiere di Logitech tramite delle scorciatoie, in questo caso FN+Q/W/E. Detto ciò la tastiera di EKSA è una 68 tasti meccanica da gaming, e come ogni tastiera che si rispetti, si distingue per una comodità ed una praticità nell'uso indescrivibile, oltre ovviamente ad un sound alla digitazione che solo i veri nerd potranno amare.

tastiera eksa ek3000

A livello di comodità d'uso, credo fermamente che sia una discorso soggettivo, non solo per le abitudini di utilizzo, ma anche per le dimensioni delle mani che in molti casi possono fare la differenza; personalmente ho trovato un po' più difficoltoso abituarmi i primi giorni poichè ho delle mani abbastanza grandi e con una tastiera compatta faccio un po' fatica ad essere veloce nella digitazione, ma ho chiesto il parere di altre persone in casa con me con mani decisamente più piccole, ed hanno trovato decisamente comodo il feeling con la tastiera di EKSA.

Il tasto FN, poi, consente di accedere a funzioni come la Pausa dei brani musicali, lo scroll lock e simili, ma non consente ad esempio di aprirre una finestra del browser, mandare avanti un brano musicale oppure spegnere/sospendere il computer; molte delle funzionalità che si sarebbero potute integrare sono state tralasciate al fine di poter gestire meglio l'illuminazione RGB.

tastiera eksa ek3000

In questa tastiera, infatti, il controllo dell'RGB è quasi maniacale: EKSA, infatti, consente di regolare manualmente la luminosità dei LED, di regolarne anche la velocità di rotazione e di scegliere tra i 15 effetti di luce predefiniti già disponibile. Insomma, una tastiera dedicata ai veri amanti delle esperienze personalizzate.

Di contro, però, c'è il layout: ok, è QWERTY ma di base non è destinato per il nostro paese e quindi le scorciatoie sulla tastiera non corrispondono al layout italiano, per cui se siete quella tipologia di utenti che cercate sulla tastiera il giusto tasto corrispondente a quanto volete scrivere (mi riferisco per lo più ai simboli), allora questo non è il prodotto adatto a voi. Diversamente se, come me, utilizzate la tastiera del PC da ormai alcuni decenni, e conoscete le posizioni dei tasti a memoria, questo non sarà assolutamente un problema per voi.

Prezzo e Considerazioni

La tastiera di EKSA ha un costo di circa 100 euro, meno qualche sconticino che potete trovare nel box in basso. Costosa? Forse sì, un po' più di quello che mi sarei aspettato di spendere per una tastiera di questo genere; al di là delle aspettative, però, c'è da dire che Eksa ha fatto un lavoro impeccabile perchè qualitativamente siamo di fronte ad un prodotto valido al 100% su tutti gli aspetti, a partire dalla costruzione fino alla scelta dei colori e alla personalizzazione dei LED.

Non è adatta a tutti per via del Layout non italiano, ma se conoscete le posizioni dei tasti a memoria (e sono certo di sì, altrimenti con tutta probabilità non avreste letto questa recensione fino in fondo) non sarà di certo un limite.

http://EKSA%20EK3000%20|%20Store%20Ufficiale

Acquistala subito a prezzo scontato sullo store ufficiale di Eksa 

More Less
LinkedIn
RASSEGNA PANORAMICA
Design e Materiali
Esperienza d'uso
Prezzo
Articolo precedenteHonor Magic V2: batteria più grande, ma sarà più leggero dei rivali
Articolo successivoXiaomi, OPPO e vivo: continua la crisi dei guadagni
Smonta e fa a pezzetti cellulari e computer da quando aveva 7 anni; ad oggi coltiva ancora attivamente questa passione per il mondo digitale e collabora con GizChina ed altri blog nazionali.
recensione-eksa-ek3000Eksa EK3000 è una tastiera per veri nerd:se non conosci la posizione dei tasti a memoria, lascia perdere perchè non è il prodotto adatto a te.