Recensione Hohem iSteady X: il gimbal tascabile a meno di 90 euro

Hohem iSteady X
Photon Ultra

Se diversi anni fa serviva un'attrezzatura decisamente costosa per essere un content creator, nel 2021 basta ormai uno smartphone e una buona mano ferma. Per questo motivo abbiamo visto una rapida ascesa dei gimbal per smartphone, i quali incrementano non poco la qualità dei nostri video grazie ad una stabilizzazione degna dei migliori OIS. Più nel dettaglio nella recensione di oggi analizzeremo il nuovo Hohem iSteady X, ovvero un gimbal compatto ed economico che vi aiuterà ad elevare il livello delle vostre riprese.

Come si sarà comportato? Sarà una valida alternativa ai brand più conosciuti? Scopriamolo insieme all'interno dell'articolo!

Recensione Hohem iSteady X

Unboxing – Hohem iSteady X

La confezione di vendita è realizzata in cartonato grigio ed al suo interno è presente la seguente dotazione:

  • Hohem iSteady X;
  • base treppiede;
  • cavo USB – USB Type-C per la ricarica;
  • laccetto porta gimbal;
  • astuccio porta gimbal;
  • manualistica.

Design e costruzione

L'Hohem iSteady X è stato pensato per essere un gimbal tascabile e per essere sempre trasportato con estrema facilità, anche nelle tasche dello zaino o del cappotto. Infatti, stiamo parlando di un prodotto che può essere piegato in alcuni punti per ridurre ulteriormente il suo ingombro.

Hohem iSteady X

Più nel dettaglio l'Hohem iSteady X ha le dimensioni di 179 x 79 x 39 millimetri per un peso di appena 259 grammi. Nonostante la sua compattezza, l'azienda ha riservato al prodotto dei materiali di buonissima fattura grazie al corpo in policarbonato e ad alcuni inserti in alluminio.

Devo dire che resiste anche piuttosto bene a urti e graffi, quindi caratterizzato anche da grande solidità. Dimensioni contenute non vogliono dire solamente grande libertà di movimento, ma anche facilità di utilizzo, in quanto tutti i pulsanti sono facilmente raggiungibili con il pollice e non dovremo mai chiedere l'ausilio dell'altra mano.

Hohem iSteady X

A proposito di pulsanti, a bordo ne troviamo i seguenti:

  • Joystick: consentirà di ruotare e inclinare il gimbal durante le riprese;
  • Tasto power: con una pressione prolungare accenderemo/spegneremo il gimbal, con un tocco ruoteremo lo smartphone da orizzontale a verticale (e viceversa), con due tocchi centreremo gli assi.
  • Tasto shutter: con una pressione scatteremo una foto o inizieremo/termineremo una ripresa. Con una doppia pressione passeremo da foto a video (e viceversa). Tenendo premuto questo tasto e contemporaneamente cliccando 2, 3 e 4 volte sul tasto power cambieremo tipo di stabilizzazione (Pan & Tilt follow, Pan follow, Tutto bloccato, POV).
  • Zoom: per zoomare una volta che si è nell'app proprietaria.

Faccio presente che, ovviamente, a parte il cambio di stabilizzazione, alcune funzionalità possono essere sfruttate solo attraverso l'applicazione proprietaria “Hohem Pro”.

Hohem iSteady X

Per il resto troviamo 3 LED di stato per la batteria, un LED verde che indica la modalità di stabilizzazione, un ingresso USB Type-C per la ricarica e in basso un alloggio per avvitare il treppiede fornito in dotazione. Quest'ultimo è una chicca da non sottovalutare perché vi consentirà di riprendervi in autonomia qualora non ci sia qualcuno a farlo per voi, oppure di avere una ripresa super statica.

Specifiche tecniche

  • Riepilogo dimensioni: 179 x 79 x 39 mm;
  • Peso: 259 gr;
  • Durata operativa: 8 ore;
  • Batteria: 2000 mAh;
  • Intervallo meccanico: Panorama 320°, Roll 320°, Inclinazione 320°;
  • Gamma controllabile: Panorama 320°, Roll 320°, -30° / +30°;
  • Telefoni compatibili: peso ≤ 280 gr, spessore ≤11 mm, larghezza tra i 55 mm e i 90 mm.

Funzionamento e software

L'Hohem iSteady X è un prodotto estremamente semplice da utilizzare, infatti per prima cosa dovrete scaricare l'applicazione “Hohem Pro” sullo smartphone, registrarvi e attivare localizzazione e Bluetooth. Successivamente potrete sbloccare i bracci dello stabilizzatore, inserire lo smartphone nell'apposito alloggio e accendere il dispositivo.

Hohem iSteady X

A questo punto si calibrerà automaticamente e sarete pronti ad utilizzarlo sul campo. Dall'applicazione potrete sbizzarrirvi con tutte le funzionalità disponibili. In seguito riassumeremo le più importanti, ma per completezza vi lasceremo anche gli screenshot con i menù al completo:

  • Tracciamento: possiamo scegliere se tracciare il volto o un oggetto (ed eventualmente selezionare l'area in cui si trova). In alternativa possiamo attivare il controllo gestuale, il quale attiverà il tracciamento del volto a seguito di un battito di mani o di un gesto con le dita;
  • Filtri: sarà possibile impostare dei filtri per delle foto o delle riprese più accattivanti;
  • Modalità di lavoro: possiamo alternare le varie modalità di stabilizzazione tra quelle menzionate in precedenza;
  • Possiamo regolare la velocità di risposta ai movimenti, alle rotazioni e ai comandi del joystick (ed eventualmente invertire la direzione);
  • Risoluzione video e dimensione foto: qui arriviamo fino ad un massimo di Full HD a 30 fps per i video (cambia in base allo smartphone) e 4 formati per le foto (Standard, 1:1, 16:9, 21:9).

Devo dire che nell'utilizzo quotidiano questo Hohem iSteady X si comporta veramente bene grazie ad una buonissima stabilizzazione se si pensa al suo prezzo di riferimento, oltre che a un'ottimo tracciamento di persone e oggetti. Lo smartphone riuscirà a seguirvi sempre nei movimenti, a patto che questi non siano troppo rapidi (es. una corsa o un oggetto lanciato).

Non finisce qui, perché l'app ci mette a disposizione sia lo slow-motion che il timelapse (del quale possiamo gestire diversi parametri), oltre che una serie di simpatiche modalità creative come:

  • Inception: una ripresa che ruota lentamente di 180° o 270° in base a come la si imposta. L'effetto è simile ad un inception, per questo si chiama così;
  • Vista panoramica: classica ripresa panoramica;
  • Scatto al rallentatore in movimento: simile ad un timelapse, ma con anche una panoramica;
  • Rotazione fantastica: ripresa che ruota liberamente in base al ritmo musicale;
  • Dolly zoom: va ad eseguire uno zoom programmato.

Ovviamente tutte queste modalità hanno dei parametri che possono essere modificati una volta scelte.

Autonomia

Sotto la scocca dell'Hohem iSteady X troviamo una batteria da 2000 mAh, la quale ci consente di avere una buonissima autonomia. Nonostante il produttore dichiari 8 ore di operatività, personalmente ho riscontrato una media di 6/7 ore e mi ritengo comunque molto soddisfatto. La ricarica impiegherà circa 2 ore per portarlo dallo 0 al 100%.

Hohem iSteady X

Conclusioni – Hohem iSteady X

In conclusione come mi sono trovato con l'Hohem iSteady X? Molto bene. Questo è un prodotto realizzato con grande cura e che ha il vantaggio di mantenere le dimensioni compatte senza rinunciare alle funzionalità e alla bontà della stabilizzazione.

Personalmente lo reputo come uno dei migliori prodotti low-cost, in quanto è disponibile su Amazon a 89 euro, ma grazie al coupon da 10 euro attivabile nella pagina prodotto possiamo portarlo a casa a 79 euro. Se siete dunque alla ricerca di un dispositivo entry-level per iniziare la vostra carriera da content creator allora dovreste prendere in considerazione questo Hohem iSteady X.

N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .