OPPO citata in giudizio da Sharp per violazione dei brevetti

OPPO logo

Sharp Corporation ha intentato un'azione legale per violazione dei brevetti presso il Tribunale dedicato alla proprietà intellettuale a Taiwan nei confronti del produttore OPPO. Secondo quanto si legge nello stesso comunicato dell'azienda nipponica, gli smartphone del brand venduti nel paese violerebbero alcuni brevetti relativo alle tecnologie di comunicazione implementate a bordo dei dispositivi. Ecco che cosa sta succedendo in queste ore.

Sharp VS OPPO, accusata di violazione di brevetti a Taiwan

sharp oppo

Il comunicato rilasciato da Sharp sottolinea come la sua proprietà intellettuale sia una delle principali risorse di sviluppo proprio business, con un portfolio di brevetti dedicati allo standard di comunicazione wireless che include oltre 6.000 di questi, in più di 50 paesi. Per questo motivo, l'azienda ha deciso di citare in giudizio OPPO lo scorso 1 Aprile, precisamente a causa di una violazione dei brevetti relativi alla tecnologia LTE.

Al momento il tutto è ancora nella fase iniziale e queste informazioni arrivano direttamente dal portale di Sharp, che trovate anche in fonte. Per ora non è dato di sapere quali siano i modelli interessati né è possibile stabilire con precisione quali sarebbero i danni causati da OPPO. Ovviamente il tutto sarà verificato dalle autorità competenti e nel frattempo vi terremo aggiornati qualora arrivassero novità o una risposta da parte della compagnia cinese.

Intanto l'azienda si prepara al debutto di Ace 2 (fissato per il 13 Aprile), dispositivo che farà da apripista ad una nuova gamma. Ovviamente il lancio è riservato alla Cina, ma per fortuna sembra che potrebbero arrivare novità anche per noi europei con Find X2 Lite, anticipato da Roland Quandt.

💰 Risparmia con GizDeals per le migliori offerte dalla Cina!
⭐️ Se hai fame di notizie, segui GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .