RECENSIONE – Xiaomi Mi Max 2 | Il colosso degli smartphone

xiaomi mi max 2

Grande, enorme, gigantesco, immenso, mastodontico, monumentale. Ok, forse starò esagerando, ma alla vista di questo Xiaomi Mi Max 2 non si può non rimanere impressionati dalle sue dimensioni importanti. Ma al di là di ciò, può rivelarsi uno smartphone degno di merito? Scopritelo nella nostra recensione completa!

xiaomi mi max 2
Se messo a suo confronto, anche Huawei Mate 9 sembra un fuscellino!

RECENSIONE – Xiaomi Mi Max 2 | Il colosso degli smartphone

Xiaomi Mi Max 2 – Unboxing

Nessuna sorpresa per quanto riguarda la confezione dello Xiaomi Mi Max 2. Il contenuto del box di vendita è il solito di Xiaomi, peccato per l'assenza di una cover.

  • Xiaomi Mi Max 2;
  • cavo USB / USB Type-C;
  • caricatore con presa asiatica 5/9/12V 3/2/1.5A;
  • spilletta per l'estrazione dello slot dual SIM;
  • manuale utente.

Xiaomi Mi Max 2 – Design e qualità costruttiva

Rispetto al suo predecessore, non sono molte le differenze presenti sullo Xiaomi Mi Max 2. La scocca in metallo, realizzata molto bene, è leggermente più grande, con dimensioni di 174.1 x 88.7 x 7.6 mm, per un peso di 211 g. Si tratta a tutti gli effetti di un peso massimo, caratteristica che, però, dev'essere considerata come un tratto peculiare e non un difetto. Comunque, abbiamo a disposizione feature software per l'utilizzo ad una mano.

Sul retro le bande delle antenne sono state affinate: via le bande plastiche ed ecco delle linee che seguono il profilo superiore ed inferiore in maniera più discreta. Qua troviamo il lettore d'impronte, sempre ben reattivo e che integra alcune funzioni software come il blocco delle app. Frontalmente vediamo i tasti soft-touch, retroilluminati, con vibrazione e personalizzabili. Da segnalare il sensore IR sul profilo superiore.

xiaomi mi max 2

Xiaomi Mi Max 2 – Display

A bordo dello Xiaomi Mi Max 2 troviamo nuovamente un display 2.5D con tecnologia IPS da 6.44 pollici di diagonale. La risoluzione è “soltanto Full HD, un aspetto che in teoria potrebbe far storcere il naso ad alcuni. Ricordiamo, però, che si tratta di un prodotto di fascia mid-range, ed inoltre l'utilizzo del Quad HD avrebbe inficiato negativamente sull'autonomia.

Al di là di queste considerazioni, la taratura dei colori è adeguata e da IPS, seppur il bianco viri leggermente verso tonalità rosse. Comunque nelle Impostazioni è possibile modificare (in parte) contrasto e bilanciamento del bianco. Inoltre, abbiamo la modalità Lettura per filtrare le frequenze bluastre. I livelli di luminosità sono buoni, sia sotto luce solare che la sera con poca luce, ed il sensore è reattivo. Apprezzabile anche il trattamento oleofobico.

xiaomi mi max 2

Xiaomi Mi Max 2 – Performance

All'interno dello Xiaomi Mi Max 2 trova spazio un SoC Qualcomm Snapdragon 625. Se inizialmente questa scelta ha fatto storcere il naso a non pochi, visto che ci aspettavamo uno Snap 653 / 660, è chiaro come Xiaomi abbia voluto puntare sull'aspetto autonomia. D'altronde l'abbiamo visto nelle precedenti recensioni di dispositivi con questo comparto hardware, questo chipset non ha niente da invidiare a soluzioni superiori. Anche in fase di gaming, utilizzando giochi pesanti come Asphalt 8, non si accusano problemi grazie alla Adreno 505, se non un frame rate non elevatissimo (anche se a dettagli alti).

Troviamo poi 4 GB di RAM LPDDR3, capienti ma, vista l'impatto della MIUI, non sufficienti a mantenere tantissime app in esecuzione. Nulla di grave, comunque. A questi sono affiancati 64 GB di memoria (in questa versione) di tipo eMMC, non velocissima ma più che sufficiente a garantire un buon utilizzo quotidiano. Inoltre è espandibile tramite microSD fino ad un massimo di 128 GB, a patto di sacrificare la connettività dual SIM.

Xiaomi Mi Max 2 – Qualità foto / video

Nella parte posteriore dello Xiaomi Mi Max 2 si colloca una fotocamera Sony IMX386 (la stessa di Mi 6) da 12 mega-pixel, con apertura f/2.2 e doppio flash LED dual tone. In fase diurna le foto scattate hanno una buona qualità, sia per quanto riguarda la definizione che la fedeltà del range cromatico. Purtroppo, a causa dell'apertura focale non troppo favorevole, in più di un'occasione mi sono trovato a dover giocare con l'esposizione per ottenere scatti più soddisfacenti. A tal proposito, la modalità HDR è ben bilanciata, oltre ad offrire la funzione Auto. Sfortunatamente lo scatto non è particolarmente veloce in fase HDR. Ben reattiva, invece, la messa a fuoco PDAF in modalità foto.

Lo stesso non si può dire in situazione notturna. Vuoi la suddetta focale, vuoi la mancanza di stabilizzazione OIS, non sarà difficile ottenere foto mosse. Inoltre, come da “tradizione” del software Xiaomi, si nota vistosamente l'effetto pastello per sopperire al rumore digitale. Frontalmente abbiamo poi un sensore da 5 mega-pixel con apertura f/2.0 che restituisce risultati godibili di giorno ma insufficiente o quasi di sera.

Xiaomi Mi Max 2 – Qualità audio

Arriviamo ad una delle chicche dello Xiaomi Mi Max 2, ovvero la presenza di un doppio speaker, integrato nella griglia inferiore e nella capsula auricolare. Grazie a questo escamotage si ottiene un effetto avvolgente, piuttosto piacevole durante lo streaming video.

Molto buono anche l'audio in capsula in fase di chiamate, forse con il volume più alto che abbia mai sentito su un telefono. In cuffia l'output audio è piuttosto corposo, soprattutto nei dB prodotti. Presente, poi, la classica schermata di personalizzazione se si vanno ad utilizzare cuffie Xiaomi. Non troppo alto, invece, l'audio in chiamata in vivavoce.

xiaomi mi max 2

Xiaomi Mi Max 2 – Connettività

Se si parla di Xiaomi, ahimé, non si può non segnalare la solita assenza della banda 20. Come ormai avrete capito, il risultato dipende tutto dalla zona in cui abitate. Io ho avuto non pochi problemi nelle zone meno coperto, ritrovandomi spesso in Edge. Nelle zone coperte dalle alte frequenze, invece, nessun problema, anzi.

Molto buona, invece, la coperta Wi-Fi, con supporto ac Dual Band. Presente, poi, il Bluetooth 4.2, correttamente funzionante, così come la navigazione satellitare (pur essendo assente la bussola). Assente anche l'NFC, così come la radio FM.

Xiaomi Mi Max 2 – Software

Lo Xiaomi Mi Max 2 da noi ricevuto montava un software “farlocco”, perciò abbiamo provveduto prontamente a sostituirlo con la più affidabile Xiaomi.eu. Il sistema, in questo caso, è la MIUI 8.6 basata su Android 7.1.1 Nougat. Il software è pressoché lo stesso già abbondantemente visto sui recenti smartphone Xiaomi ma con un'eccezione (sulla carta), ovvero lo Split Screen. Diciamo sulla carta perché, allo stato attuale, tale funzione non è ancora stata implementata. Ed è un peccato, vista l'ampiezza del display. Inoltre, non troviamo altre funzioni di Nougat come lo switch rapido fra le ultime 2 app in esecuzione e la gestione delle notifiche di Nougat. Probabilmente sarà necessario attendere la MIUI 9 per alcune di queste.

Fra le opzioni più utili, invece, troviamo gestures come il double tap to wake, lo Screen Recording, il Second Space, le Dual App e tanto altro. Nessun problema per quanto riguarda le notifiche, sempre puntuali e mai mancanti.

xiaomi mi max 2

Xiaomi Mi Max 2 – Autonomia

Concludiamo con il punto più ambiguo dello Xiaomi Mi Max 2, ovvero l'autonomia. Come potete vedere nei grafici sottostanti, la nostra unità non è mai andata oltre le 7 ore di display attivo, seppur con un utilizzo intenso fra 4G e Wi-Fi. Confrontandoci con i nostri colleghi, abbiamo constatato come le loro unità si attestassero più o meno tutte sulle 9-10 ore. Supponiamo che questo possa in parte dipendere dal software, forse acerbo, ma riteniamo che, a questo punto, una prova con la ROM Global sarà più che necessaria. Per quanto riguarda la ricarica, con il caricatore in dotazione da 24W la capiente unità da 5300 mAh impiega circa 2 ore e 15 minuti per una carica completa.

Xiaomi Mi Max 2 – Conclusioni

In definitiva, questo Xiaomi Mi Max 2 è sicuramente un terminale che si fa più che apprezzare, a patto che siate un amante dei phablet e, di conseguenza, siate pronti a sacrificare la portabilità. Fra i pro annoveriamo il display che, combinato al doppio speaker, offrono un'ottima esperienza multimediale. Fra i contro, invece, l'assenza di banda 20 ed un software che, per certi versi, inizia ad aver bisogno di una rinfrescata. Tuttavia, ci sentiamo di consigliarvi di aspettare ancora qualche giorno / settimana, in modo che arrivi una ROM Global e, perché no, un calo di prezzo che non fa mai male.


Lo Xiaomi Mi Max 2 è disponibile all'acquisto sullo store online GearBest ad un prezzo di 266,99 euro. Fra le opzioni di spedizione selezionate “Priority Line” per evitare eventuali spese doganali.


Iscriviti al nostro canale YouTube per non perdere alcuna recensione, anteprima o focus!
CLICCA QUI
PS: Non dimenticare di cliccare sulla campanellina per ricevere una notifica ad ogni upload!