UMi Plus E è il top di gamma dell’azienda asiatica. Come già successo in precedenza, al lancio i prodotti UMi tendono a non essere convincenti a pieno. Anche in questo, il primo approccio con questo smartphone non è stato dei migliori, ma nei giorni successivi le cose sono cambiate. Volete sapere come? Continuate a leggere la nostra recensione completa!

RECENSIONE – UMi Plus E | Sulla buona strada

UMi Plus E – Unboxing

La confezione di vendita è molto originale, con la parte frontale trasparente che lascia intravedere lo smartphone. Sul retro sono indicate le specifiche principali e all’interno troviamo:

  • UMi Plus E;
  • caricatore da parete con presa italiana ed uscita a 12/9/7/5V 1.25/1.67;
  • cavo USB / USB Type-C;
  • spilletta per la rimozione dello slot dual SIM;
  • manuale di istruzioni in diverse lingue tra cui l’italiano.

UMi Plus E – Design e Materiali

il device si presenta con una scocca realizzata interamente in alluminio, salvo le due bande in plastica per la ricezione delle antenne. La costruzione è solida e le linee arrotondate conferiscono un carattere premium a questo prodotto.

Il peso è importante, attestandosi sui 185 grammi, con dimensioni di 155 x 75 x 8.8 mm.

La parte posteriore risulta molto scivolosa e trattiene tantissime impronte. Se a questo aggiungiamo le dimensioni generose, otteniamo un dispositivo difficile da utilizzare agevolmente ad una mano.

Posteriormente la fotocamera è leggermente sporgente ed accompagnata dalla presenza di un doppio flash LED dual tone e del secondo microfono.

In basso, partendo da sinistra, troviamo il primo microfono, il connettore USB Type-C e lo speaker di sistema.

Sulla destra sono presenti il tasto Power ed il bilanciere del volume mentre sulla sinistra lo slot ibrido dual Nano SIM / microSD ed un tasto programmabile, in grado di avviare rapidamente qualsiasi tipo di applicazione.

In alto è situato l’ingresso mini jack e sulla parte frontale spicca, oltre al display, il tasto fisico centrale con sensore biometrico integrato che sblocca 10 volte su 10, con il quale è possibile anche accedere al multitasking con una pressione prolungata, avviare la fotocamera con un doppio click e tornare alla Home sfiorandolo.

Sono poi presenti il LED di notifica, i sensori di prossimità e luminosità, la capsula auricolare e la fotocamera anteriore.

Nascosti ai lati del tasto centrale sono presenti anche i due tasti capacitivi menù e back.

UMi Plus E – Display

Il display è un’unità IPS da 5.5 pollici di diagonale e risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixels, prodotto da Sharp, con un vetro con curvatura 2.5D e protezione Dinorex T2X-1.

Con diverse angolazioni i bianchi tendono all’azzurro ed i neri risultano poco profondi. La resa dei colori in generale è comunque buona ed abbastanza fedele. In esterna lo schermo è ben visibile ed i contrasti sono sufficienti.

Ciò che non raggiunge la sufficienza è il trattamento oleofobico del pannello, davvero scadente. Le impostazioni relative alla calibrazione del colore sono modificabili tramite le opzioni offerte da Miravision.

Accedendo ad una schermata totalmente chiara si nota come molti pixel della metà più alta dello schermo siano continuamente rossi, denotando un malfunzionamento dell’unità.

Il touch è reattivo ma non a livelli elevati, in quanto, ad esempio, durante alcune fasi di scrittura più intensa la tastiera tende a perdersi qualche lettera. Per la maggior parte delle situazioni non avvertirete nessun problema nell’utilizzo quotidiano.

UMi Plus E – Hardware e Prestazioni

A livello hardware ci troviamo di fronte ad un MediaTek MT6757, ovvero un Helio P20 comprensivo di processore octa-core a 64 bit Cortex-A53: 4 x 2.3 GHz + 4 x 1.6 GHz.

La CPU è coadiuvata dalla presenza da ben 6 GB di RAM, prodotta da Samsung, di tipo LPDDR4-1600 dual channel e da uno storage interno da 64 GB, espandibili fino a 256 GB.

Il motore grafico è affidato ad una GPU ARM Mali T-880 MP2 a 900 MHz, la quale offre buone prestazioni in fase di gaming, peccando però nella mancata visualizzazione di tutti quei dettagli di gioco che renderebbero l’esperienza più appagante.

Tenendo premuto il tasto fisico centrale si accede al multitasking dove i risultati, con questo quantitativo di RAM, sono ottimi. Il numero di app mantenute in memoria è elevato, diminuendo leggermente nel caso di giochi o applicazioni in generale prestanti.

Il processore non è fulmineo, ma comunque veloce, permettendo di svolgere qualsiasi operazione in tempi rapidi.

L’apertura delle app è convincente ed i ricaricamenti sono molto veloci, spesso totalmente nulli nel caso di software ancora in background grazie al quantitativo di RAM.

UMi Plus E – Benchmark

UMi Plus E – Software

L’UMi Plus E è dotato di Android Marshmallow 6.0.1, con patch di sicurezza aggiornata al 5 dicembre 2016. Dopo l’ultimo aggiornamento ho dovuto cambiare tutto ciò che riguarda questo comparto, comprese le impressioni negative.

Il sistema, ora, gira in maniera fluida e non ho più riscontrato nessun bug o freeze del sistema, che prima rendevano quasi inutilizzabile lo smartphone.

Il software non è stato comunque personalizzato più di tanto. È presente qualche voce nuova nelle impostazioni, riguardo principalmente alla modifica del LED di notifica, della barra di navigazione che può anche essere, tra l’altro, disattivata, della pulizia di alcune applicazioni che rimangono in background ed infine di alcune modalità di risparmio energetico anche personalizzabili.

Tra i toggle rapidi troviamo, con piacere, i profili audio selezionabili rapidamente ed il “Battery saving mode“, per entrare rapidamente in risparmio energetico con il proprio profilo selezionato.

UMi Plus E – Fotocamera

Per la fotocamera posteriore UMi ha deciso di affidarsi ad un sensore Samsung 3L8 da 13 mega-pixel, con lenti a 5 elementi, autofocus PDAF ed apertura f/2.4.

La qualità con buona luce è sufficiente, seppur abbia notato come gli scatti con l’HDR siano identici a quelli senza l’utilizzo di questa funzione, ed anche dopo l’ultimo aggiornamento la situazione è la medesima. In notturna le foto presentano più rumore ed le luci sono poco bilanciate, bruciando i bianchi.

Il flash a doppia tonalità di colore illumina a dovere la scena ma bilanciando non ottimamente la luce sull’oggetto ripreso.

Il sensore anteriore è un GalaxyCore GC5005 da 5 mega-pixel che anche in condizioni difficili ha restituito scatti discreti con buona nitidezza, più che ideali per un utilizzo social.

UMi Plus E – Video

I video sono tutto sommato discreti, con una stabilizzazione accettabile ed una buona messa a fuoco. La fotocamera posteriore registra sia in Full HD che in 4K.

UMi Plus E – Connettività

L’UMi Plus E monta un modulo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n di tipo Dual Band: l’aggancio al modem è veloce e la copertura più che discreta. Lo smartphone ovviamente supporta anche la connessione dual SIM 4G con banda 20 inclusa.

Con entrambe le connessioni la navigazione web risulterà molto veloce, con caricamenti delle pagine rapidi senza lag degni di nota. Anche riguardo le notifiche nessun problema, in quanto non sarà necessario eseguire nessun passaggio per renderle da subito attive e tempestive.

Il Bluetooth 4.1 di cui è dotato è ottimo (è rimasto sempre connesso senza problemi ad una Mi Band 2) ed anche il sensore GPS/A-GPS è affidabile.

UMi Plus E – Audio

L’audio è gestito da un chip dedicato AW8738 che suona discretamente. Tuttavia, notiamo un appiattimento della maggior parte delle frequenze, con predilezione per le tonalità alte e totale assenza dei bassi.

Il volume dallo speaker è davvero elevato pur non gracchiando e la qualità migliora sensibilmente con l’utilizzo degli auricolari.

Anche l’audio relativo alla parte telefonica è buono, sia in capsula che tramite altoparlante, restituendo una voce chiara e ben definita.

Nota lieta è la presenza della Radio FM, sempre meno considerata nel mondo dei top di gamma.

UMi Plus E – Autonomia

L’autonomia è garantita da una batteria Sony da 4000 mAh. Questa ha il pregio di non consumare quasi nulla in stand-by e questo mi ha permesso di arrivare alle 11 di sera con ancora un 50% di batteria residua, utilizzando lo smartphone intensamente per metà giornata e poi in modo più blando, totalizzando circa 4,5 ore di schermo attivo su 11 ore totali.

Alla conclusione di una intera giornata si arriva tranquillamente e se si affronta una giornata tranquilla, dove lo smartphone lo si usa in modo approssimativo, si riesce a coprire tranquillamente un giorno e mezzo.

La ricarica completa avviene in circa 1 ora e 50 minuti.

UMi Plus E – Conclusioni

Questo smartphone, per circa 240-250 euro, può essere considerato un buon prodotto, senza però spiccare particolarmente in nessun comparto. Il fatto che UMi lo abbia migliorato molto aggiunge valore al device, che prima di qualche giorno fa era quasi inutilizzabile.

Non credo possa comunque riuscire a competere con marchi che riescono ad imporsi sul mercato con i propri top di gamma anche sotto questa cifra, riuscendo ad essere sotto alcuni aspetti migliori di UMi Plus E.


L’UMi Plus è disponibile sullo store asiatico GearBest ad un prezzo di 244,52 euro, con spedizione priva di dazi tramite l’opzione “Standard Shipping“.



Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Iscriviti al nostro canale YouTube per non perdere alcuna recensione, anteprima o focus!
CLICCA QUI
PS: Non dimenticare di cliccare sulla campanellina per ricevere una notifica ad ogni upload!