Xiaomi Mi Notebook Air 12.5, la recensione tecnica di GizChina.it

Xiaomi Mi Notebook Air 12.5

Dopo aver atteso diversi mesi con continui rumors, indiscrezioni e foto leaked, finalmente Xiaomi ha annunciato lo scorso 27 luglio i suoi primi laptop, ovvero lo Xiaomi Mi Notebook Air 12.5 ed il 13.3, versioni che si differenziano nella diagonale del display, nelle specifiche tecniche ed infine nel prezzo.

Nella recensione di oggi andremo a provare la variante più economica e dunque la più piccola, ovvero lo Xiaomi Mi Notebook Air 12.5, un ultrabook che per peso, dimensioni e caratteristiche tecniche si pone in diretta competizione alle soluzioni ultra-portatili di tante altre aziende del settore, fra cui il nuovo MacBook 12, il Dell XPS 12 ed anche alcune soluzioni di Asus appartenenti alla famiglia Zenbook.

Il punto in comune delle diverse soluzioni è la stessa famiglia di processori Core M, 4/8 GB di RAM, memorie SSD e soprattutto un peso contenuto prossimo al kilogrammo, oltre all'elevata autonomia garantita.

Come si comporterà il primo ultrabook di Xiaomi? Scopriamolo insieme nella recensione completa.

Lo Xiaomi Mi Notebook Air 12.5 è acquistabile su GearBest ad un prezzo di 542 euro con spedizione dalla Cina.

Indietro
Successivo

Confezione, accessori e specifiche tecniche

La confezione di vendita dello Xiaomi Mi Notebook Air 12.5 è, come sempre, in pieno stile Xiaomi: bianca, minimale e suddivisa in più compartimenti, in cui ritroviamo:

  • Xiaomi Mi Notebook Air;
  • caricatore USB Type-C con presa asiatica;
  • manuale utente in cinese con certificazione per la garanzia.

Finisce qui la lista del contenuto del box di vendita, che non prevede nient'altro oltre a quanto riportato sopra. Sul cartone della confezione, poi, troviamo le specifiche tecniche del dispositivo ed altri dati relativi al prodotto.

Specifiche tecniche

Passando alle specifiche tecniche del device, partiamo subito dal cuore dello Xiaomi Mi Notebook Air 12.5, ovvero il processore Intel Core M3-6Y30, soluzione di base della famiglia di processori a basso consumo di Intel con architettura SkyLake di sesta generazione e realizzata a 14 nanometri.

Sono presenti due core fisici caratterizzati dalla tecnologia HyperTrading, che permette dunque di avere quattro thread logici, accompagnati da 4 MB di cache e da un TDP di 4.5 Watt (configurabile dal produttore tra i 3.8 e 7.5 Watt). La frequenza operativa va da un base clock di 0.9 GHz fino ad un massimo di 2.2 GHz su un core o di 2.0 GHz su tutti e due i core in Turbo Boost.

xiaomi-mi-notebook-air-12-54

 

La RAM installata ammonta a 4 GB di tipo DDR3L ed opera in Dual Channel 1866 MHz. Nonostante il supporto fino ad un massimo di 16 GB da parte del processore, purtroppo la RAM è completamente saldata e non può essere espansa aggiungendo altri banchi aggiuntivi: davvero un peccato.

Xiaomi Mi Notebook Air 12.5

Passando al comparto grafico, troviamo solamente la GPU integrata nel processore Intel, ovvero l’Intel HD Graphics 515, caratterizzata da 24 Execution Units ad un clock massimo di 1000 MHz ed un minimo di 300 MHz. Presente ovviamente il supporto alle DirectX 12, OpenGL e ai codec H265/HVEC.

Il display è un pannello da 12,5 pollici IPS lucido, caratterizzato da una risoluzione Full HD di 1920 × 1080 pixel in formato 16:9. Le dimensioni sono di 292 x 202 millimetri, mentre lo spessore massimo è di 12.9 millimetri. Infine, il peso ammonta a soli 1070 grammi, batteria da 37 Wh compresa.

Passando allo storage, troviamo un SSD M2 Sata 3 da 128 GB, accompagnato da uno slot PCI-E completamente libero. Non manca un sistema di altoparlanti stereo realizzati da AKG con tanto di doppio microfono integrato e webcam in HD da 1 mega-pixel.

Presente anche il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band ed il Bluetooth 4.1, garantito dalla scheda Wireless Intel AC-8260.

Sono, poi, ben poche le porte presenti, tra cui un'uscita HDMI 1.4, una porta USB Type-C per la ricarica ma funzionante anche tramite adattatore OTG, ed una classica porta USB 3.0, oltre ad un'uscita audio da 3.5 millimetri.

Infine, la tastiera ha il layout QWERTY internazionale – classica tastiera americana, dunque – e presenta un sistema di retroilluminazione di colore bianco ghiaccio, mentre la scocca è completamente realizzata in metallo.

La versione di Windows 10 installata, invece, è limitata al solo mercato asiatico, tuttavia vi sono già alcuni tutorial per convertire il seriale in licenza internazionale.

Indietro
Successivo