Open Thread: gli smartphone sono diventati “troppo grandi”?

Open Thread: Lo smartphone che vorrei...

Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad una tendenza della telefonia mobile che vede un progressivo aumento delle dimensioni medie degli smartphone lanciati sul mercato. Gli smartphone Android cinesi, ovvero l'oggetto di discussione principale del nostro blog, non sembrano essere immuni da tale tendenza.

Il naturale risultato del boom di quella che possiamo definire una vera e propria moda, dalla quale è scaturita una nuova categoria di dispositivi denominati phablet,  è stato, tra gli altri, l'impoverimento dell'offerta di smartphone di taglia piccola, dove per taglia piccola mi riferisco a device dotati di display da 4.3/4.5 pollici (che, peraltro, fino ad un paio di anni fa erano considerati dai più “enormi”).

Xiaomi MI2s
Xiaomi MI2s

Gli smartphone di questa taglia, anche di fronte a grandi successi di vendita (come nel caso del Best Seller Xiaomi Mi2S), sembrano essere stati “abbandonati” dalle aziende, in nome della succitata tendenza all'ingrandimento dei display;

ma una moda deve necessariamente trovare origine da una richiesta del mercato, ovvero da necessità di voi consumatori/fruitori.

Un po' tutti i mercati, infatti, come è noto, se da un lato propongono delle tendenze per poi verificarne l'eventuale successo e, in base a questo, valutarne l'adozione nel lungo periodo, dall'altro restano sempre in ascolto delle istanze provenienti dai consumatori, attraverso dei feedback, più o meno espliciti, degli stessi.

Quella dei phablet, dunque, è sì da un lato una tendenza promossa dai produttori di smartphone, ma, dall'altro, deve essere stata necessariamente accolta da chi (voi consumatori), successivamente, ne ha decretato il successo commerciale.

Alla luce di questi aspetti appena descritti, dunque, i phablet dovrebbero riscuotere un consenso medio molto ampio anche tra voi lettori di GizChina.it… ma qual è la realtà?

Analizzando i vostri commenti, le richieste di “consigli per gli acquisti” che ci pervengono quotidianamente via e-mail e spulciando nelle discussioni dei vari forum specializzati in telefonia mobile, la realtà appare diversa da quella dipinta dalle tendenze di mercato.

Infatti, sembrano in tanti coloro i quali sperano in un veloce ritorno sui propri passi delle aziende produttrici di smartphone nella produzione di smartphone di taglia più piccola. La richiesta più frequente, che personalmente condivido in pieno, è quella di uno smartphone dalle dimensioni di un attuale/passato dispositivo da 4.5 pollici/4.7 pollici, come ad esempio lo JiaYu G5 o il Samsung Galaxy S3, ma con delle cornici ridotte al minimo in modo da poter ampliare al massimo la superficie dello schermo.

JIAYU G5 unboxing GizChina.it
JIAYU G5

E' interessante notare come lo JiaYu G5 prima citato rappresenta uno dei pochi esempi in cui un'azienda, la JiaYu, ha creduto nella realizzazione di uno smartphone dalle dimensioni ridotte, aggiornandolo, peraltro, anche con il chipset octacore MT6592 (JiaYu G5S).

Ovviamente quella realizzata non è una statistica effettuata su un campione rappresentativo e, quindi, quanto da me esposto potrebbe contenere molte falle.

Gli smartphone sono diventati “troppo grandi”?

“Lo smartphone che vorrei”, secondo le mie esigenze/preferenze, dovrebbe avere un display da 4.7 pollici al massimo, ma nel corpo di un attuale dispositivo da 4.5 pollici (ad esempio, le dimensioni del citato JiaYu G5) e, di conseguenza, con delle cornici molto ridotte.

Questo è “lo smartphone che vorrei” io, ma sarei felice di condividere con voi le vostre idee riguardo questo argomento, per poter rispondere insieme, tramite il confronto, all'interrogativo: “Gli smartphone sono diventati troppo grandi?”.

Sentitevi liberi di esprimere pareri, critiche e proporre le vostre idee utilizzando lo spazio dedicato nella sezione commenti qui sotto.

[Credits immagine di copertina]

 

Honor