Recensione Huawei Sound: è davvero una BOMBA!

Vi dirò la verità: sui miei computer ho sempre utilizzato un sistema audio Bose con amplificatore professionale, e mai avrei pensato di potermi aprire a soluzioni differenti.

Nella vita, però, mai dire mai ed in effetti, così è stato: Huawei Sound ha trovato posto sulla mia scrivania da qualche giorno, e devo dire che rimarrà qui ancora per un bel po'. Ve ne parlo nella mia recensione completa.

Recensione Huawei Sound

Contenuto della Confezione

La confezione di vendita del Huawei Sound è curata nel dettaglio; le finiture del packaging sono di primo livello, sappiamo effettivamente quanto l'occhio voglia la sua parte.

Nella confezione, poi, troviamo oltre che il Huawei Sound, anche un alimentatore elettrico e dei manuali di istruzioni all'uso. Avrei voluto anche un cavo AUX da 3.5mm che, di fatto, sono stato costretto ad acquistare separatamente (seppur per pochi euro, in effetti).

Design e Materiali

Huawei Sound nasce come il fratello minore del Huawei Sound X, un prodotto apparentemente identico a questo ma con alcune peculiarità che lo rendono di un livello superiore. Fatto sta che Huawei Sound è uno speaker da fascia media con un design premium ed accattivante.

È realizzato quasi interamente in plastica ed è piuttosto pesante, circa 2.2kg, merito dei magneti degli altoparlanti presenti all'interno. Il suo design è davvero elegante e, a dirla tutta, somiglia molto ad un HomePod di Apple, per certi versi anche lievemente più curato.

Grazie alle finiture lucide di colore nero attorno ai due altoparlanti laterali, Huawei Sound è sì molto bello ma attira anche impronte come se non ci fosse un domani, anche e soprattutto sulla superficie touch superiore. Peccato, bisognerà passarci un panno un po' più spesso del dovuto.

Nella parte inferiore, invece, c'è un rivestimento in tessuto e, al tatto, si capisce che la parte sottostante è forata per permettere una migliore propagazione del suono da parte dei tre tweeter collocati al centro, ottimizzati con tecnologia Devialet Space in grado di creare un effetto surround ed un suono immersivo tramite un solo speaker.

Sui due lati del Huawei Sound sono presenti due finestrelle che lasciano intravedere gli altri due speaker: molto bella la soluzione di Huawei di lasciarli a vista, contribuendo a rendere il design ancor più ricercato.

Nella parte superiore, come già anticipato, sono presenti quattro tasti touch a sfioramento: è assente un telecomando, perciò tutti i comandi da inviare allo speaker sono fattibili o tramite questi tasti a sfioramento oppure tramite l'applicazione su smartphone, di cui vi parlerò a breve.

Attorno ai tasti c'è una sorta di ringlight RGB che si illumina il modo crescente quando alziamo il volume e in modo decrescente quando abbassiamo. Premendo il tasto microfono, invece, si accenderà una luce rossa che indica, appunto, che lo speaker non riprodurrà alcun suono. La versione commercializzata in Europa non è compatibile con Celia, l'assistente vocale di Huawei, motivo per cui il tasto microfono stoppa solo il volume e non i microfoni, dal momento che non si tratta di uno speaker smart.

Il tasto funzione con i tre puntini, invece, inspiegabilmente ha il compito di mettere in pausa o in riproduzione il brano.

È dotato, inoltre, di jack da 3.5mm per il collegamento via cavo oltre che di un ingresso per l'alimentazione sulla parte inferiore.

Connettività

Huawei Sound è dotato di connettività Wi-Fi, Bluetooth, Aux ed NFC, per il collegamento istantaneo con i dispositivi provvisti di tale tecnologia.

Un po' di difficoltà si incontrano, a dir la verità, con i metodi più smart tant'è cheil primo avvio personalmente l'ho fatto semplicemente accoppiando Huawei Sound con il bluetooth del mio smartphone.

Ma tolte le prime peripezie, tutte le tipologie di collegamento offrono una buona qualità audio (esattamente identica via cavo e Bluetooth) ma soprattutto con i metodi senza filo non c'è alcuna latenza evidente, e questo è molto importante.

A fare da padrona c'è l'app di Huawei, AI LIFE, che abbiamo già visto tante altre volte: tramite l'app potrete accoppiare il vostro dispositivo (anche se lo riconoscerà due volte su tre) e regolare gli effetti audio in base a tre preset predefiniti, oppure regolare la potenza dei bassi.

Personalmente ho trovato insensata la scelta dell'equalizzazione dei soli bassi, perchè di fatto restano escluse le frequenze medie e alte, che potrete equalizzare soltanto se la sorgente da cui state riproducendo l'audio è dotata di equalizzatore.

Io personalmente utilizzo Huawei Sound sul mio Macbook ed ho utilizzato un app per poter regolare le frequenze: la resa sonora è totalmente diversa, ma è un fattore sicuramente soggettivo.

Un altro aspetto di grande importanza è la compatibilità di Huawei Sound con la tecnologia UpNp che, in sostanza, vi permetterà di riprodurre brani da piattaforme tipo Spotify sfruttando la rete Wireless, quando sia lo smartphone che lo spekaer sono collegati alla stessa connessione.

Qualità Audio

La qualità audio è, probabilmente, l'aspetto più sorprendente dopo il design di questo Huawei Sound. Come anticipato, Huawei Sound è realizzato in collaborazione con Devialet, il produttore di tecnologia audio attivo già da oltre 15 anni nel settore e riconosciuto in tutto il mondo per la produzione di altoparlanti commerciali di fascia alta, allo stesso livello di Bose, per intenderci.

Tralasciati questi cenni di pura strategia commerciale Huawei, una cosa va detta: la qualità audio del Huawei Sound è strepitosa, e davvero non oso immaginare cosa possa tirare fuori il modello superiore Sound X.

Questo Huawei Sound è dotato di un woofer al centro orientato verso il basso ed accanto a lui ci sono due unità stereo passive con tecnologia SAM® configurate con design acustico “Push-Push” che risuonano in sinergia con il woofer, per produrre bassi profondi e cancellare la distorsione, offrendoti un audio completamente pulito.

Affiancati a questi due, che per intenderci sono quelli a vista nelle due finestre, troviamo ulteriori tre tweeter che grazie all'ottimizzazione sonora Devialet Space, riescono a fornire un suono immersivo e surround a 360 gradi.

Come già anticipato, sono riuscito a godermi a pieno le funzionalità dello speaker solo a seguito di una buona equalizzazione tramite computer: gli alti, infatti, sono un po' carenti nell'equalizzazione base, a differenza dei bassi che sono incredibilmente di qualità alta, rotondi e pieni. È incredibile come Huawei ci sia riuscita in uno spazio così piccolo ma soprattutto senza un cono reflex che, per intenderci, è il classico foro che troviamo su praticamente qualunque subwoofer in commercio.

Il volume massimo è sufficientemente alto per una stanza di 30-40mq, e per massimo intendo che non riuscirete a parlare con chi vi sta accanto; ho provato a fare un test per la misurazione dei dB e, campionando due minuti di audio, la media è di circa 90dB a volume massimo, con picchi fino a 115dB, quindi non male se non considerate l'assenza totale di distorsione anche al massimo volume.

Considerazioni e Prezzo

Huawei Sound non è certo l'ultimo arrivato sul mercato, questo l'ho premesso all'inizio, ma è uno degli speaker da scrivania con il miglior rapporto qualità prezzo. La qualità audio del Huawei Sound è davvero molto alta, ed il design contribuisce a rendere questo prodotto ancora più appetibile.

Il suo costo attuale su Amazon è di circa 150 euro, tutto sommato un prezzo abbordabile per le potenzialità che racchiude.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .