Huawei P50 Pro e Pro+, svelate specifiche e differenze della fotocamera

huawei p50 pro fotocamera

Ci aspettiamo grandi cose dalla fotocamera di Huawei P50 Pro, specialmente in un periodo di necessario riscatto da parte dell'azienda. Il ban USA ha quasi totalmente affossato le vendite in occidente, mentre in Cina riesce a mantenersi su numeri ottimi: l'assenza di servizi Google non ha impatto laddove Google non viene utilizzato. Con la neoeletta presidenza di Joe Biden la situazione potrebbe alleviarsi, ma non è detto che sia un retrofront totale. Per questo la famiglia Huawei P50 ha bisogno di una forte spinta innovativa che riesca in qualche modo a convincere anche gli utenti europei.

Aggiornamento 08/03: un nuovo leak ci svela quali sarebbero i nuovi sensori che dovrebbero comporre il comparto fotografico di Huawei P50 Pro e Pro+. Ve ne parliamo a fine articolo.

Quali saranno le novità della fotocamera di Huawei P50 Pro?

huawei p40 pro plus teleobiettivo

Con Huawei P40 Pro+ abbiamo assistito ad un upgrade sostanziale della fotocamera e anche su Huawei P50 Pro ci aspettiamo una novità di tale calibro. L'azienda introdusse il primo teleobiettivo al mondo in grado di spingersi fino ad una focale tale da permettere uno zoom ottico 10x. Un traguardo impensabile fino a qualche anno fa, visto che la conformazione di uno smartphone è teoricamente strutturata per ostacolare lunghezze vocali del genere. In linea generale, più una lente è lontana dal sensore, maggiore è lo zoom che può offrire, ma sappiamo bene come su uno smartphone lo spazio a disposizione sia a dir poco minimo.

Con l'introduzione del teleobiettivo periscopiale si è bypassato questo limite, spostando la disposizione della fotocamera da longitudinale a perpendicolare alla scocca. In questo modo lente e sensori sono più lontani e nel mezzo c'è un prisma che riflette la luce per aumentare la lunghezza focale ottenuta. Nel caso di Huawei P40 Pro+, il suo teleobiettivo ha un sistema nel quale la luce rimbalza 5 volte. Huawei ha sfruttato questa configurazione per far sì che lo zoom ottico 10x, oltre ad essere ibrido 20x, arrivasse fino ad uno zoom 100x.

LEGGI ANCHE:
C’è un benchmark in cui Xiaomi Mi 11 non batte Huawei Mate 40 Pro

Huawei realizzerà uno zoom 200x?

Sulla base di quanto ottenuto con P40 Pro+, c'è chi in rete vocifera che Huawei P50 Pro (Plus?) si spingerà ulteriormente oltre, con uno zoom ottico 20x in grado di arrivare addirittura ad uno zoom 200x. A livello pubblicitario, si ipotizza che l'azienda adotterà “Binocular Zoom” come nome di marketing. Premettiamo che il rumor arriva da una fonte tutto fuorché certa, perciò prendiamo il tutto con le pinze. Certo è che da Huawei non ci meraviglierebbe una mossa del genere, visti gli ingenti sforzi di investimenti in ricerca e sviluppo del reparto fotografico.

Basti pensare il passo in avanti compiuto da un diretto rivale di Huawei P50 Pro, ovvero Samsung Galaxy S21 Ultra. Il nuovo flagship offre un più innovativo sistema di zoom 100x, ottenuto con un teleobiettivo periscopiale con soli due rimbalzi di luce anziché due. Questo garantisce una minor dispersione di dati e quindi di qualità delle immagini. E dato che Huawei deve convincere il pubblico con ancor più vigore, non è da escludere che voglia strafare sotto il profilo fotografico, quello che ha reso celebri i suoi ultimi top di gamma.

Certo è che raddoppiare la lunghezza focale di Huawei P40 Pro+ non sarà per niente facile. Innanzitutto perché, a livello hardware, sarà necessario distanziare ancor di più lente e sensore, quindi con più ingombro a scapito della componentistica interna. Inoltre, questa distanza maggiorata comporta che la luce debba rimbalzare più volte e questo potrebbe degradare le informazioni ricevute dal sensore. Ma visto che Samsung è riuscita ad avere uno zoom ottico 10x con soli 2 rimbalzi, è possibile che Huawei realizzi un teleobiettivo 20x di nuovo con 5 rimbalzi (o giù di lì) anziché di nuovo un 10x con 2. Senza contare che Huawei fa molto uso dell'AI, perciò potrebbe compensare parte della lunghezza focale mediante un'interpolazione software.

Nuovo sensore Leica in arrivo | Aggiornamento 15/02

Un leaker cinese torna a parlare delle novità fotografiche che avremo con la serie Huawei P50, concentrandosi sui miglioramenti in atto per il sensore principale. Tolti grandangolo e teleobiettivi vari, non bisogna mai sottovalutare che è il sensore primario il fulcro dell'esperienza generale. Huawei starebbe continuando a lavorare al fianco di Leica, sviluppando proprio un nuovo sensore primario. L'obiettivo sarebbe quello di proporre un miglioramento significativo della qualità rispetto alla serie P40. Uno degli obiettivi sarà offrire una riproduzione cromatica migliore, in passato uno degli anelli deboli del software Huawei.

Già con la serie P40 e Mate 40 sono stati fatti passi in avanti con l'adozione del sensore Ultra Vision con matrice RYYB, in grado di assorbire più luce e dettagli. Non ci resta che scoprire quanto sarà più evoluto il nuovo sensore di Huawei P50 e/o P50 Pro.

Huawei P50 si prepara ad infrangere un record | Aggiornamento 25/02

La principale differenza fra Huawei P50, P50 Pro e P50 Pro+ sarà rappresentata dal comparto fotografico. Sul modello base avremo una tripla fotocamera con grandangolare e teleobiettivo, sul Pro il teleobiettivo sarà periscopiale e sul Pro+ ci sarà una penta camera completa di tutto.

Ma la novità forse più attesa sulla serie Huawei P50 sarà rappresentata dal sensore primario. Oltre ad essere co-ingegnerizzato con Leica, sarebbe un inedito Sony IMX800, il primo sensore mobile al mondo con dimensioni di 1″. Per avere un metro di paragone, Huawei P40 Pro+ e Mate 40 Pro+ hanno un sensore principale da 1/1,28″, quindi da 0,78″. Un aumento in larghezza del 22%, un boost notevole che non potrà che andare a vantaggio della qualità fotografica, in primis sulla quantità di luce catturabile.

Ecco quali sensori avremo a bordo di Huawei P50 Pro e Pro+ | Aggiornamento 08/03

Ed è sempre il leaker Teme a rivelare nuovi dettagli sulla fotocamera di Huawei P50 Pro e P50 Pro+, rivelando la configurazione completa per entrambi. A bordo di P50 Pro dovremmo trovare un inedito sensore primario Sony IMX707 con matrice RYYB anziché l'IMX800 vociferato in precedenza. Il sensore avrebbe un diametro di da 1/1,28″, invariato rispetto al 50 MP che troviamo su P40 e Mate 40.

Un'altra rilevante novità riguarda il grandangolare, un sensore che su Huawei P50 Pro potrebbe infrangere un nuovo record nella storia degli smartphone. Si vocifera della presenza di un OmniVision OV64A, quindi un 64 MP da 1/1,34″ con lenti FreeForm in grado di smussare le deformazioni geometriche e cromatiche tipiche dei grandangoli. Ci sarebbe poi un sensore con zoom ottico 5x con matrice RYYB ed è qui che starebbe la differenza fra i due modelli. Huawei P50 Pro+, infatti, vanterebbe un doppio teleobiettivo con zoom ottico 3x/10x, entrambi con matrice RYYB.

Sempre Teme ha svelato anche la presunta data di presentazione, che trovate assieme a tutte le specifiche finora svelate in questo articolo.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .