Recensione Realme 7: tra le opzioni MIGLIORI per chi ha un budget limitato (e vuole giocare)

La corsa alla dominazione della fascia medio bassa di mercato continua senza interruzioni. E se è vero che è proprio questo il settore che meno ha risentito della crisi di vendite nel mondo degli smartphone, è altrettanto vero che ci sono aziende estremamente forti in questo campo, come Realme e Redmi. E già, perché ormai i due brand continuano a sfornare nuovi dispositivi che, ammettiamolo, arrivano quasi sempre a distanze molto ravvicinate.

E così, pochi mesi dopo aver provato il Realme 6 Pro, arriva il momento della nuova lineup dell'azienda: Realme ha da pochissimo presentato i suoi nuovi Realme 7 e Realme 7 Pro (qui la recensione), due smartphone economici che hanno tutte le carte in regola per puntare al record di vendite (qualcuno ha detto Prime Days 2020?) e noi li abbiamo entrambi in prova da un paio di settimane. Quindi, andiamo con ordine: si inizia con la recensione del Realme 7.

Recensione Realme 7: tra le opzioni migliori per chi ha un budget limitato

Contenuto della confezione

La confezione del Realme 7 è quella tipica dell'azienda. Il colore è sempre quel giallo canarino che abbiamo imparato ad apprezzare nel tempo, e al suo interno sono presenti, oltre allo smartphone, i tipici accessori che generalmente vengono associati a questi dispositivi mobili, compreso il caricabatteria veloce da 30w. Ecco il contenuto della confezione:

  • Realme 7;
  • cavo USB/USB Type-C;
  • cover morbida trasparente in TPU;
  • pellicola protettiva per lo schermo;
  • spilletta per lo slot SIM;
  • alimentatore da 30w;
  • breve manuale d'istruzioni.

Design e materiali

Dal punto di vista del design e del processo produttivo arrivano diverse novità da parte di Realme. Innanzitutto, sia Realme 7 che Realme 7 Pro sono i primi dispositivi del marchio che hanno superato la verifica di affidabilità di TÜV Rheinland: una sorta di stress test, chiamato Smartphone Reliability Verification, che prevede 22 test principali e 38 minori che riguardano diversi scenari di utilizzo.

Arriva poi un nuovo design della back cover chiamato Mirror Design, che è bicolore e che è caratterizzato da una finitura opaca smerigliata su una struttura in policarbonato e che sarà disponibile in due colorazioni, Mist Blue e Mist White. Il modulo della fotocamera è rettangolare ed integra quattro sensori ed i bordi sono curvi, in modo da creare una sorta di continuità con il telaio del dispositivo, che è sempre in plastica.

Anteriormente il Realme 7 è tutto schermo, e la fotocamera frontale è stata posizionata nell'angolo in alto a sinistra in un punch hole dalle medie dimensioni, ma se la continuità tra back cover e telaio è piuttosto “omogenea”, non si può dire lo stesso per quanto riguarda il display, dove si sente una sorta di piccolissimo “scalino” tra i bordi dello schermo e, appunto, il telaio del dispositivo.

Recensione Realme 7 Realme 7 pro prezzo prestazioni fotocamera caratteristiche quale scegliere vs italia data (1)

Forse un po' marcate anche le dimensioni dello smartphone. Il Realme 7 è leggermente più spesso della media: misura 9.4 mm e pesa 196 grammi ma, probabilmente, peso e dimensioni sono stati influenzati dalla presenza di una grande batteria da 5000 mAh.

Il tasto d'accensione è molto grande, ed integra un sensore per le impronte digitali, mentre è piuttosto evidente uno spessore decisamente maggiore nella cornice inferiore dello schermo da 6.5 pollici.

Scheda tecnica – Realme 7

  • Display LCD da 6,5″ Full HD+ (2400 x 1080 pixel) in 20:9 con densità di 405 PPI, protezione Gorilla Glass 3 e refresh rate a 90 Hz;
  • dimensioni di 162,3 x 75,4 x 9,4 mm per 196 g;
  • processore octa-core MediaTek Helio G95;
  • GPU ARM Mali-G76 MC4;
  • 6/8 GB di RAM;
  • 64/128 GB di storage UFS 2.1 espandibile via microSD;
  • lettore d'impronte laterale;
  • quad camera da 64+8+2+2 MP f/1.8-2.3-2.4-2.4 con grandangolare a 119°, macro e sensore per la profondità, PDAF e video 4K;
  • selfie camera da 16 MP f/2.1;
  • supporto dual SIM 4G, Wi-Fi ac Dual Band, Bluetooth 5.1, GPS/A-GPS/GLONASS/BDS, ingresso mini-jack;
  • batteria da 5.000 mAh con ricarica Dart a 30W;
  • sistema operativo Android 10 con Realme UI.

Display

Il display del Realme 7 utilizza un pannello IPS LCD da 6.5 pollici con una risoluzione FullHD+ da 2400×1800 pixel. La densità di pixel per pollici è di 405 ppi ed è in grado di garantire un refresh rate di 90 Hz, caratteristica che si può scegliere nelle impostazioni del dispositivo (l'alternativa sono i tipici 60 Hz).

Recensione Realme 7 Realme 7 pro prezzo prestazioni fotocamera caratteristiche quale scegliere vs italia data (1)

La qualità del pannello è tutto sommato nella media, è protetto da un Corning Gorilla Glass 3 che se da un lato resiste piuttosto bene ai graffi, dall'altro tende a soffrire molto le impronte digitali. Con i suoi 480 nits non è poi tra gli schermi più luminosi nel mercato, e potrebbe capitare che in condizioni di luce diretta la visibilità non sarà delle migliori, ma il bilanciamento di bianchi e colori e – soprattutto – gli angoli di visione sono buoni.

Realme pare non aver risolto i problemi di bleeding lungo i bordi dello schermo, un fenomeno che nel sample che abbiamo ricevuto è piuttosto evidente. Lo smartphone integra il supporto Widevine L1, quindi si potranno guardare film e serie TV alla massima risoluzione su Netflix e Prime Video, ma non supporta l'HDR10+.

Tutto sommato si tratta di un display che, bleeding a parte, fa egregiamente il suo lavoro, soprattutto per la fascia di prezzo in cui si inserisce il Realme 7, ma mi sarebbe piaciuto che quelli dell'azienda avessero ottimizzato meglio la visualizzazione delle app a schermo intero: può capitare che, alcune applicazioni o giochi, abbiano dei problemi con il foro della fotocamera e riproducano elementi grafici proprio in prossimità del punch hole.

Hardware e prestazioni

Il Realme 7 è animato da un Mediatek Helio G95 che, ammettiamolo, in termini di prestazioni differisce di pochissimo dall'Helio G90T integrato nel Realme 6. La grande novità però sta nella GPU Mali G76 che nel nuovo smartphone lavora ad un clock di 900 Mhz, cioè 100 Mhz più veloce rispetto alla versione integrata nel G90T.

In soldoni, questa differenza si traduce in un aumento di prestazioni nella riproduzione dei giochi, anche quelli più complessi. Non ci sono problemi di rilievo ad eseguire CoD Mobile, Asphalt 9 o Genshin Impact, a patto che si imposti la grafica con dettaglio medio: gli unici cali di framerate li ho infatti notati solo aumentando al massimo il dettaglio grafico ma, almeno nel mondo dei giochi mobile, è un fattore che a parer mio è poco rilevante.

Ad ogni modo, memoria RAM (che sarà disponibile da 6 GB o da 8 GB ed è di tipo LPDDR4X) e memoria interna (che sarà disponibile da 64 GB o 128 GB ed è di tipo UFS 2.1 espandibile) sono abbastanza veloci da garantire un utilizzo quotidiano senza alcun intoppo di sorta, con una gestione del multitasking buona e sempre reattiva.

Recensione Realme 7 Realme 7 pro prezzo prestazioni fotocamera caratteristiche quale scegliere vs italia data (1)

Questo perché, in linea di massima, dai benchmark che abbiamo eseguito sul Realme 7 abbiamo notato che i risultati sono molto vicini a quelli dello Snap 720G che abbiamo visto sul Redmi Note 9 Pro, il che per la fascia di prezzo dello smartphone non è niente male.

Così così la gestione delle temperature: che si stia giocando o che si utilizzi per un periodo prolungato l'applicazione della fotocamera, il Realme 7 tende molto a scaldarsi nella parte posteriore, nonostante integri un sistema di raffreddamento in carbonio. Ad ogni modo, non abbiamo trovato alcun segno di thermal trotteling, ne tantomeno crash di applicazioni nonostante le alte temperature.

La qualità audio in chiamata è nella media, mentre il singolo altoparlante posizionato nella parte inferiore è in grado di garantire volumi audio molto alti e privi di vibrazioni di sorta.

Fotocamera

Il Realme 7 è dotato del tipico sistema quad camera che sarebbe potuto essere senza problemi dual camera. E mi spiego meglio: anche se nella presentazione in India è stato ufficializzato l'utilizzo del Sony IMX682, in realtà nella variante che arriverà da noi la fotocamera principale è da 48 megapixel ed è supportata da una grandangolare da 8 megapixel. Ci sono poi un sensore ToF da 2 megapixel ed una macro da 2 megapixel, delle quali si potrebbe decisamente fare a meno. Ma, hey, è il marketing baby!

Ad ogni modo le fotografie scattate con la fotocamera principale sono piuttosto buone, con una buona quantità di dettaglio, colori ben bilanciati ed una gamma dinamica più che sufficiente per la fascia di prezzo del dispositivo. È possibile anche scattare con lo zoom 2x e 5x, ma essendo ingrandimenti digitali ne sconsiglio l'utilizzo.

Quando si scatta con la fotocamera grandangolare però si inizia a notare un leggero calo nella qualità e nel dettaglio, calo che è presente anche quando si scatta in condizioni di scarsa luminosità. C'è una modalità notte che migliora leggermente la gamma dinamica, ma se ci sono oggetti o soggetti in movimento i risultati potrebbero essere piuttosto scarsi.

Recensione Realme 7 Realme 7 pro prezzo prestazioni fotocamera caratteristiche quale scegliere vs italia data (1)

Così così anche la fotocamera frontale da 16 megapixel, che ha un effetto bellezza troppo marcato, e la registrazione dei video diciamo che non è proprio il punto forte dello smartphone. In condizioni di buona luminosità si potrebbero ottenere risultati soddisfacenti, ma quando si inizia ad utilizzare la Max Steady, la super stabilizzazione dell'immagine di Realme, si nota un calo significativo della qualità video.

Software

Realme 7 è animato da Android 10 personalizzato con la realmeUI che, come sempre, continua ad essere un aggiornamento minore della ColorOS, arricchita con alcune funzionalità specifiche di Realme, come la condivisione Realme oppure la sezione Realme Lab. È presente la funzione di clonazione delle applicazioni, si può utilizzare il Game Space per i giochi ed anche l'interfaccia fotografica è piuttosto simile a quella che troviamo negli smartphone di Oppo.

Ma questo non è un male, anzi. A prescindere dai gusti, si tratta di un'interfaccia grafica che fa degnamente il suo dovere, certo è presente qualche bloatware di troppo, ma nei nostri test non abbiamo mai riscontrato rallentamenti o mirco-lag di sorta.

Autonomia della batteria

Sotto la scocca il Realme 7 ha una batteria da 5000 mAh che si può ricaricare velocemente con il caricabatterie da 30w incluso nella confezione: per passare dal 5 al 100% sarà necessaria meno di un'ora. Buona anche l'autonomia, che con un utilizzo medio potrebbe garantire alimentazione per circa un giorno e mezzo di utilizzo e circa 6 ore di schermo acceso, e che con un'ora di gioco a CoD Mobile si è consumata del 17% circa. Un risultato niente male, ma ricordate: lo smartphone non supporta la ricarica wireless.

Prezzo di vendita e conclusioni – Realme 7

Il prezzo del Realme 7 è di 179 euro versione 4/64 GB, 199 euro versione 4/64 GB e di 249 euro nella versione 8/128 GB (le prime vendite partiranno il 21 ottobre) una cifra più che giustificata per uno smartphone con questo rapporto qualità prezzo. Certo, non utilizza uno dei migliori display in circolazione, ma prestazioni e durata dell'autonomia sono più che sufficienti per il pubblico al quale si rivolge.

Recensione Realme 7 Realme 7 pro prezzo prestazioni fotocamera caratteristiche quale scegliere vs italia data (1)

È pur vero però, che il Realme 7 si inserisce in uno scenario in cui la concorrenza è molto agguerrita, dove troviamo nomi come il Redmi Note 9 Pro, il Samsung M31s o il Poco X2, ma si tratta di un dispositivo con il quale Realme ha corretto molte delle carenze che abbiamo riscontrato nella generazione precedente. A chi lo consiglio? A chi vuole giocare con lo smartphone ma ha un budget limitato, e se poi si vuole un comparto fotografico più prestante, c'è sempre il Realme 7 Pro.

 

N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock.