Huawei Mate V potrebbe essere il successore del Mate XS

huawei mate v pieghevole mate x2 certificazione eu ipo

Huawei Mate X ed Xs sono sicuramente tra i due modelli più affascinanti del settore foldable, con le loro caratteristiche premium, seppur il prezzo resti ad oggi proibitivo. Ma il brand crede fortemente in questo form factor e vorrebbe lanciare un loro successore. Se fino a qualche tempo fa credevamo potesse chiamarsi Mate X2di cui abbiamo appreso potrebbe essere equipaggiato con un display a 120 Hz – oggi una nuova certificazione lo indica come Mate V.

Aggiornamento 7/07: da un brevetto pubblicato da poche ore emerge quello che dovrebbe essere il design del nuovo Mate V. Trovate tutti i dettagli in fondo all'articolo.

Huawei Mate V: il prossimo foldable potrebbe riprendere il form factor di RAZR e Galaxy Z Flip

huawei mate v pieghevole mate x2 certificazione eu ipo 2

 

A dare notizia di questo nuovo nome per il prossimo pieghevole di Huawei è la piattaforma di certificazione europea EU IPO (European Union Intellectual Property Office), che lo indica proprio come Mate V. A parte il dettaglio della classificazione di qualità di livello 9 (molto alta), quello che colpisce è la lingua di riempimento del format, che fa risultare l'inglese come lingua principale e l'italiano come seconda, segno che nel nostro paese potrebbe arrivare proprio con questo nome.

Ma il nuovo Mate V manterrà il form factor che su cui si ragionava, cioè simile al Galaxy Fold di Samsung? Secondo alcune voci, potrebbe in realtà essere più vicino al concetto di Galaxy Z Flip e Motorola RAZR, quindi smartphone con chiusura a conchiglia. Questo ovviamente, restando sempre nel campo delle certificazioni, non ha ancora dati definitivi sulla commercializzazione. Inoltre, non è escluso che possa arrivare anche Mate X2, che manterrebbe il design dei predecessori.

Ecco come potrebbe essere Huawei Mate V | Aggiornamento 7/07

huawei mate v design

Giusto dopo 24 ore dalla certificazione ottenuta sulla piattaforma EU IPO, il Huawei Mate V potrebbe essere stato svelato da un brevetto pubblicato in queste ore, che il brand ha inviato all'ente CNIPA (il corrispettivo cinese dell'EU IPO per la proprietà intellettuale) già il 15 agosto 2019. E come venuto fuori dai rumor, effettivamente lo smartphone si mostra in un form factor foldable clamshell, proprio come Galaxy Z Flip e Moto RAZR. Il display interno sarà dotato di notch centrale, mentre all'esterno c'è una soluzione a stringa (molto probabilmente OLED) per la ricezione delle notifiche, a cui però è annessa anche la fotocamera principale. Il tasto di accensione si distingue poi per il suo colore rosso e pare sia incluso anche il jack per le cuffie, soluzione non scontata al giorno d'oggi.

Non si conoscono purtroppo informazioni sulla data di uscita in merito a questo nuovo Mate V, ma se è in programma entro il 2020, c'è una remota possibilità che possa essere presentato insieme al Mate 40. Altrimenti, segnerà la svolta di Huawei per il 2021.

💰 Risparmia con GizDeals per le migliori offerte dalla Cina!⭐️ Se hai fame di notizie, segui GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .