Oltre che in Cina, Huawei sta continuando a riscuotere successo un po' in tutto il mondo, come testimoniano i dati di vendita rilasciati da Gartner. Tuttavia, il braccio di ferro fra USA e Cina continua imperterrito, dapprima con i dazi commerciali, con il governo americano che sta lentamente bannando il colosso cinese dalla propria nazione, cercando di convincere gli alleati storici a fare lo stesso. E l'ultima mossa di questo scacchiere è rappresentato dall'arresto di Meng Wanzhou, direttrice finanziaria di Huawei.

LEGGI ANCHE:
Huawei Nova 4: guardiamo il “buco” più da vicino in questo hands-on

Gli USA arrestano la direttrice finanziaria di Huawei in Canada

Meng Wanzhou non è soltanto una figura lavorativa all'interno dell'azienda, ma è anche la figlia del fondatore di Huawei, Ren Zhengfei. Si tratta, quindi, di un duro colpo di immagine per la società cinese, con la Cina che ha subito chiesto il rilascio della donna. L'arresto è avvenuto a Vancouver, in Canada, con gli USA che hanno richiesto l'estradizione, con l'udienza prevista per questo venerdì durante la quale il giudice potrebbe decidere se rilasciarla su cauzione o meno.

Ma qual è il motivo di questa mossa? Secondo il governo americano, Huawei avrebbe violato le sanzioni inflitte all'Iran sin dal 2016, quindi dall'amministrazione Obama. Mancano ancora dettagli più precisi sulla vicenda, ma siamo sicuri che non tarderanno ad arrivare nelle prossime ore.


Non perdere alcuna notizia in tempo reale e le migliori offerte dedicate a Huawei nel canale Telegram dedicato!