Meizu M10: teardown della powerbank da 10.000 mAh

Meizu m10 teardown

Fra le tante aziende presenti nel mercato delle powerbank, Meizu ha da relativamente poco fatto il suo ingresso in tale settore, con l'introduzione durante il 2015 della Meizu M10, powerbank da 10000 mAh di cui a breve arriverà la nostra recensione.

Meizu M10, ecco il teardown dalla rete

E come sappiamo, è pratica diffusa sul web quella di realizzare il teardown, ovvero il disassemblaggio, grazie alla quale si può scoprire più approfonditamente la tecnologia presente all’interno, oltre che constatare l'effettivo livello di difficoltà per un'eventuale riparazione.

Il device, introdotto a metà 2015, aveva fatto immediatamente segnare un record di vendite, viste le circa 15.000 unità acquistate in poco meno di 4 minuti.

Tuttavia, l'azienda, dopo una serie di feedback negativi da parte degli utenti, si è vista costretta ad interrompere le vendite in modo da poter correre ai ripari andando ad aggiornare il prodotto, sia dal punto di vista hardware che software, rivedendone la progettazione elettrica, riscrivendo il protocollo di compatibilità per l’interfacciamento con i dispositivi, oltre che migliorare la scocca dal punto di vista estetico.

La power bank, secondo quanto affermato da Meizu, impiega circa 3 ore e mezzo per ricaricarsi completamente, mentre per ricaricare il Meizu MX5 e il Pro 5 del 25% impiega soli 10 minuti, grazie alla modalità fast charge; per quanto riguarda il tasso di conversione effettivo, parliamo di una percentuale del 93%, quindi l’amperaggio reale erogabile è di circa 9300 mAh.

Vi ricordiamo che attualmente su Meizumart.it la Meizu M10 è in offerta in bundle con Meizu MX5 e Pro 5.