OnePlus 2, la recensione completa di GizChina.it

OnePlus 2

Finalmente vi proponiamo la nostra recensione completa del OnePlus 2, il nuovo “Flagship Killer” dell'azienda (virgolette d'obbligo) lanciato nelle scorse settimane.

La versione del OnePlus 2 oggetto della recensione è quella ufficiale (internazionale), acquistabile mediante l'ormai conosciuto sistema ad inviti.

OnePlus 2

OnePlus 2, la recensione di GizChina.it

OnePlus 2 – Confezione ed accessori

Il dispositivo arriva in una piccola scatola di cartone rosso, diversa da quella vista per il precedente modello, ma piuttosto elegante. All'interno del bot troviamo, oltre allo smartphone, un cavo USB reversibileUSB Type-C ed un alimentatore in formato europeo.

Una dotazione accessori, dunque, piuttosto minimale e, come ormai di consueto, priva delle cuffie auricolari.

OnePlus 2 – Design

OnePlus 2

Rispetto al OnePlus One, il OnePlus 2 è contraddistinto da un design leggermente ridefinito, soprattutto per quanto concerne la back-cover e il mento del device.

La fotocamera posteriore è leggermente più bassa, in una posizione alquanto insolita, mentre frontalmente troviamo il tasto soft-touch con il lettore di impronte digitali integrato.

Vediamo brevemente la disposizione dei tasti e degli ingressi:

OnePlus 2

Sul profilo destro troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento.

OnePlus 2

Sul profilo sinistro il nuovo slider per la regolazione delle notifiche in stile iPhone.

OnePlus 2

In alto il jack da 3.5 mm e il secondo microfono per la riduzione dei rumori ambientali.

In basso, invece, troviamo il nuovo connettore USB Type-C e una doppia ghiera laterale che nasconde un microfono e un singolo speaker di sistema.

OnePlus 2

Frontalmente troviamo in alto la capsula auricolare, la fotocamera da 5 mega-pixel, i sensori di luminosità e prossimità e un piccolo LED di notifica.

OnePlus 2

In basso, invece, il tasto soft-touch con lettore di impronte digitali.

OnePlus 2

Sul retro, infine, troviamo la fotocamera posteriore da 13 mega-pixel con doppio Flash LED, autofocus laser e stabilizzatore ottico di immagine.

La back back-cover del nostro sample è la Sandstone Black leggermente più ruvida rispetto al OnePlus One. La stessa risulta facilmente removibile e sostituibile con le soluzioni alternative proposte dal produttore come Bamboo e Kevlar.

Al di sotto di essa è possibile accedere al doppio Slot SIM, entrambe in formato Nano. La batteria, invece, non è removibile.

OnePlus 2 – Display

OnePlus 2

Il OnePlus 2 è dotato di un pannello da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel e luminosità di 600 nits.

Il display del device è molto luminoso ed è caratterizzato da un’ottima resa cromatica associata a dei buoni angoli di visuale.

Molto fluido e reattivo il touchscreen sia in fase di navigazione che di digitazione. La luminosità è di ottimo livello ed è ben gestita dall’apposito sensore.

Assenti, invece, opzioni per la taratura dei colori a display.

OnePlus 2 – Memoria interna

Il OnePlus 2 è disponibile in due varianti: da 3 GB di RAM e 16 GB di memoria interna e 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna non espandibili. Il nostro sample è la variante da 64 GB, tutti allocati in un’unica partizione. Presente il supporto OTG.

OnePlus 2 – Hardware e performance

Il OnePlus 2 è mosso dal processore octa-core Qualcomm Snapdragon 810 con clock a 1.8 GHz accompagnato da ben 4 GB di RAM DDR4 e dai già citati 64 GB di memoria interna.

Il team di OnePlus è riuscito a “fare il miracolo”, se così possiamo definirlo, mantenendo la temperatura del terminale abbastanza bilanciata durante l’utilizzo anche intenso del device.

Spingendo il dispositivo con un multitasking intenso e con la riproduzione di video ad alta risoluzione, la temperatura non è mai andata oltre i 45°.

Il terminale è molto fluido in tutte le operazioni con un’ottima esperienza utente grazie anche alla Oxygen OS.

Leggi la scheda tecnica completa del OnePlus Two e confrontala con quella di altri dispositivi.

OnePlus 2 – Antutu Benchmark

OnePlus 2 – Test Gaming Real Racing 3

OnePlus 2 – Fotocamera

OnePlus 2

La fotocamera posteriore del OnePlus 2 è caratterizzata da un sensore OmniVision PureCel OV13860 da 13 mega-pixel con stabilizzatore ottico (OIS), doppio Flash LED ed Autofocus Laser.

Un comparto fotografico che, sulla carta, non ha nulla da invidiare alle soluzioni concorrenti, ma che, alla prova dei fatti, non esprime al massimo il proprio potenziale.

La resa fotografica è di alto livello e rappresenta un ottimo upgrade rispetto al OnePlus One ma l’ottimizzazione software al momento non consente di sfruttare completamente la componentistica hardware a disposizione.

L’autofocus laser lavora abbastanza bene anche se non in maniera fulminea. Il problema principale riguarda la lentezza nello scatto che in alcuni casi richiede ben 4-5 secondi dal tap sullo schermo per il salvataggio delle foto.

In diurna, la fotocamera realizza delle foto di ottimo livello con soggetti ben definiti e ricchi di dettagli.

Ottima anche l’implementazione dell’HDR che migliora i contrasti senza snaturare troppo i dettagli dello scatto. Rispetto ad altre soluzioni, l’HDR è in questa sede leggermente più spinto.

In notturna, invece, il doppio Flash LED svolge bene il suo lavoro anche se la problematica della velocità di scatto peggiora leggermente in condizione di buio totale.

Lo stabilizzatore ottico lavora bene soprattutto nella riduzione dei tremolii nei video, registrati alla risoluzione massima 4K, con una resa di buon livello.

La fotocamera frontale da 5 mega-pixel consente di realizzare selfie e videochiamate abbastanza definite.

Ecco tutte le foto realizzate con il OnePlus 2

OnePlus 2 – Test di registrazione video in 4K

OnePlus 2 – Connettività

oneplus-2-os-2-17-05-50

Una delle principali novità rispetto al OnePlus One è l’introduzione di un doppio slot SIM (entrambe in formato Nano) con supporto alla connettività LTE, compresa la banda 800 Mhz (nella versione internazionale). La ricezione e la navigazione sono di ottimo livello anche nel cambio cella in mobilità.

In considerazione delle perplessità emerse in rete, abbiamo testato il supporto dual SIM anche sulla versione cinese del OnePlus 2.

Nessun problema per quanto concerne il WiFi, il Bluetooth (testato in pairing con un LG G Watch e una Xiaomi Mi Band) e con il GPS, davvero fulmineo nell'agganciare il segnale e a mantenere il fix durante l’utilizzo.

OnePlus 2 – Audio e multimedia

Rispetto al OnePlus One, il OnelPlus 2 perde il doppio speaker in favore del connettore USB Type-C. Il volume massimo è inferiore rispetto al predecessore, ma la qualità generale dell'audio è leggermente migliore grazie all'implementazione dell’Audio Tuner MaxxAudio con cui è possibile gestire l’equalizzazione separata di Musica, Film e Giochi.

OnePlus 2 – Lettore di impronte digitali

OnePlus 2

Il lettore di impronte digitali è davvero molto reattivo e consente di sbloccare il dispositivo anche da schermo spento. Una funzionalità sicuramente molto utile e comoda nell’utilizzo quotidiano.

Confrontando la velocità di riconoscimento con altri dispositivi con la stessa tecnologia, come per esempio il Samsung Galaxy S6, possiamo affermare che il OnePlus TWO monta uno dei sensore più precisi in circolazione.

Abbiamo riscontrato, come segnalato su GizChina.it nei giorni scorsi, un bug che impedisce lo sblocco con impronta digitale da schermo che richiede il reinserimento del PIN precedentemente impostato per ripristinare la completa funzionalità dello stesso. Speriamo che il produttore fixi quanto prima questa problematica.

OnePlus 2 – Batteria

La batteria è da 3300 mAh e consente di raggiungere le 4 ore di schermo acceso con due SIM e con un utilizzo alternato di WiFI ed LTE. Con una singola SIM, invece, si raggiungono circa 5 ore di schermo acceso.

Abbiamo riscontrato che in WiFI il consumo è abbastanza contenuto ma in LTE è leggermente maggiore rispetto alla concorrenza.

Qualche drain in stand-by impedisce al terminale di raggiungere autonomie da record.

Purtroppo, l’introduzione dell’USB Type-C ha impedito al produttore di adottare un sistema di ricarica rapida della batteria, che comunque si ricarica da 0% a 100 % in circa 2 ore e 30 minuti.

OnePlus 2 – Software

OnePlus 2

Il device è mosso dalla Oxygen OS 2.0.1, ovvero l’ultima versione della ROM proprietaria basata su Android 5.1.1 Lollipop di OnePlus che strizza decisamente l’occhio ad Android Lollipop stock.

Come implementazioni software troviamo la OnePlus Shelf, un pannello personalizzato accessibile con uno swype da sinistra con app recenti e contatti più visualizzati, le gesture a schermo spento, la possibilità di switchare i profili MaxxAudio tramite il pannello del volume, la personalizzazione dei tasti soft touch, la possibilità di impostare il tema nero e la gestione completa dei permessi delle app in stile Android M.

Gallery della Oxygen OS 2.0.1:

OnePlus 2 – Conclusioni

Il OnePlus TWO è uno dei migliori smartphone in circolazione per quanto concerne il compromesso qualità/prezzo, grazie ad un hardware molto potente ed un software molto leggero.

Non è però il flagship killer dichiarato e acclamato dall'azienda, poiché il software risulta ancora acerbo sotto alcuni punti di vista, la fotocamera non rende come potrebbe e il sensore d’impronte perde sporadicamente qualche colpo.

Conviene passare da OnePlus OneOnePlus Two? Allo stato attuale no, poiché il cambiamento non è radicale, ma rappresenta esclusivamente una naturale evoluzione del precedente modello.

Il OnePlus 2 è disponibile all’acquisto tramite invito su OnePlus.net al prezzo di 399 euro nella variante da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.