Recensione SAMSUNG Galaxy Xcover 7: finalmente uno smartphone rugged di classe

recensione samsung galaxy xcover 7 rugged batteria estraibile

Parlare di smartphone rugged, per noi, non è una novità, ma parlare di uno smartphone rugged prodotto da un brand importante come Samsung, non è sicuramente un occasione che capita spesso. Il nuovo Samsung Galaxy Xcover 7 è tra le ultime novità lanciate dal brand coreano, uno smartphone innanzitutto rugged come anticipato, ma soprattutto con una chicca che non si sentiva da anni nel settore: ha la batteria removibile.

Recensione SAMSUNG Galaxy Xcover 7

@gizchina

@samsungitalia ha da poco lanciato il nuovo GalaxyXCover7, rugged elegante e leggerissimo con… la BATTERIA REMOVIBILE!!!! 😍😍 rugged smartphone android #samsung

♬ suono originale – GizChina.It • Tech • – GizChina.It • Tech •

Design e Materiali

Parlare di smartphone rugged e, propriamente, di design nel vero senso della parola, non è di certo così scontato. I designer di Samsung, tuttavia, sanno il fatto loro, questo è certo, e il nuovo Galaxy Xcover 7 ne è sicuramente la prova. Lo smartphone rugged di casa Samsung, infatti, arriva con una back cover di colore grigio scuro, quasi nero, che gli conferisce quasi un’aria di prestigio, mentre le sfumature arancioni sui pulsanti e intorno alla fotocamera spezzano un po’ la monotonia della colorazione scura.

recensione samsung galaxy xcover 7 rugged batteria estraibile

Sul retro non passa inosservato, al giorno d’oggi, un piccolo taglio nell’angolo superiore destro della cover, che consente di rimuovere il coperchio posteriore, accedendo così alla batteria removibile, lo slot SIM e lo slot per microSD, come si faceva abitualmente con gli smartphone sul mercato fino a qualche anno fa.

Apparentemente non vi sembrerà di avere tra le mani uno smartphone rugged in praticamente nessun momento, soprattutto perchè è davvero molto leggero, soli 240 grammi, soprattutto rispetto agli standard di mercato imposti in questo segmento del mercato. Naturalmente, come ogni buon rugged che si rispetti, non mancano le classiche certificazioni MIL-STD810H e quella IP68 contro polvere e acqua.

In basso c’è un altoparlante mono, oltre a una porta di ricarica USB-C, mentre nella parte superiore c’è una porta per cuffie da 3,5 mm. A destra c’è il bilanciere del volume e il pulsante di accensione/spegnimento, mentre a sinistra c’è un pulsante Xcover che, per impostazione predefinita, attiva la torcia. Naturalmente Samsung ci offre la possibilità di personalizzare tale tasto, in modo da poterlo utilizzare come scorciatoia rapida per raggiungere qualsiasi applicazione.

Display

Il display è altrettanto resistente quanto l’esterno, grazie al Gorilla Glass Victus+ di Corning che aiuta a proteggere da graffi, crepe e fratture: si tratta, come sempre, di un display piuttosto grande, 6.6″ pollici di tipo IPS LCD, ma nonostante questo è un pannello degno di essere avvicinato al nome di Samsung, eccellenza da anni in ambito display.

recensione samsung galaxy xcover 7 rugged batteria estraibile

Con il suo rapporto 20:9 e una risoluzione di 1080×2408 pixel, il Samsung Galaxy Xcover 7 gode di un pannello piuttosto nitido, con dei bei colori e con un buon trattamento antiriflesso. L’unico vero disappunto è la velocità di aggiornamento dello schermo, bloccata a soli 60Hz, un po’ fuori luogo anche per uno smartphone rugged.

Hardware e prestazioni

Tra le tante soluzioni possibili sul mercato, difficilmente mi sarei aspettato di trovare a bordo di uno smartphone Samsung un processore prodotto da Mediatek, produttore sicuramente molto affidabile ed cresciuto molto velocemente negli anni, ma difficilmente visto a bordo di smartphone non “cinesi”. Ad ogni modo il Galaxy Xcover 7 arriva con un Dimensity 6100+, Octa Core fino a 2.2Ghz, una GPU Mali-G57 e 6GB di memoria RAM LPDDR4 e 128GB di Storage espandibile.

Non si tratta del classico smartphone in cui l’azienda ha deciso di puntare tutto su hardware e performance, ma non si può dire che l’esperienza d’uso non sia buona. Personalmente provo abitualmente smartphone rugged dei brand cinesi più disparati, ma finalmente con questo Xcover 7 si va a colmare una grande lacuna sul mercato, dal momento che si tratta di un prodotto completo sotto tutti i fronti, incluso quello delle prestazioni.

La sua scheda tecnica, sia chiaro, non fa gridare al miracolo, nè lo rende lo smartphone perfetto per il gaming, a basso budget: sicuramente, però, per l’utenza a cui lui si rivolge, va bene decisamente, senza se e senza ma. D’altra parte, c’è una buona notizia: Xcover 7 è compatibile con le reti 5G, perciò anche gli utenti più esigenti su questo fronte non avranno di che lamentarsi.

Software


Il Samsung Galaxy XCover 7 arriva con a bordo Android 14 e la sua classica OneUI 6.0. Dopo anni di rugged con software trascurato, senza aggiornamenti, e con interfacce di seconda categoria, finalmente questo smartphone segna un cambiamento effettivo nell’ambito dei dispositivi rugged. La sua interfaccia, che ormai conosciamo bene, ha un aspetto piacevole ed è facile da navigare, seppur resti un po’ pesantuccia per girare in modo fluido su questo hardware.

Samsung si è impegnata, tuttavia, a fornire cinque anni di aggiornamenti di sicurezza, cosa estremamente rara per uno smartphone di questa fascia di prezzo; nessuna menzione, invece, in merito gli aggiornamenti del sistema operativo Android. Per quanto riguarda le personalizzazioni che distinguono questo serie di smartphone dai classici Samsung, c’è solamente il pulsante Xcover personalizzabile, che funge di default da torcia, e nulla di più.

Fotocamera

A livello fotografico, poi, Samsung ha fatto comunque un buon lavoro, pur restando sotto i suoi standard soliti oltre che sotto gli standard e le richieste attuali di mercato; erroneamente molti produttori pensano che chi acquista un rugged non sia interessato ad altri aspetti come questo fotografico, ma probabilmente il giorno in cui verrà lanciato uno smartphone rugged completo al 100%, sarà troppo tardi. Scherzi a parte, il Galaxy Xcover 7 di Samsung è dotato di un sensore da 50MP primario con apertura f/1.8, e doppio flash LED, mentre sul fronte una lente da 5MP f/2.0.

recensione samsung galaxy xcover 7 rugged batteria estraibile

Come avrete notato la lente a disposizione è soltanto una, perciò niente lenti ultrawide o altro a bordo. In compenso gli scatti realizzati dallo smartphone sono di buona qualità, adeguati alla fascia di prezzo e superiore ai soliti rugged che si trovano in circolazione. Molto ben calibrati i colori delle foto, c’è un buon livello di dettaglio di giorno, un po’ meno di notte dove il dispositivo perde qualche punto. La lente selfie da 5MP è un po’ sottotono, oltre a garantire un’ampiezza piuttosto limitata, dunque difficile da utilizzare per dei selfie di gruppo, a meno che non si abbia un braccio piuttosto lungo.

Accettabili anche i video, che però vengono registrati soltanto in FullHD a 30fps e non di più; d’altra parte, però, sono disponibili le registrazioni video in Slow Motion a 120fps.

Autonomia

Innanzitutto, come anticipato, Samsung torna alla batteria removibile su questo smartphone, il che è una svolta colossale per tantissimi motivi, uno dei quali girare con una batteria di scorta da utilizzare all’occorrenza. D’altro canto, rispetto ai solidi rugged cinesi, qui troviamo una batteria decisamente più umana e meno longeva: 4050 mAh che garantiscono comunque un giorno di autonomia senza difficoltà, ma sono ben diversi dai due o più giorni di batteria garantiti dai rugged cinesi.

Personalmente ho apprezzato molto questo bilanciamento messo in campo da Samsung, che ha mantenuto dimensioni e peso umani, senza strafare in dettagli inutili come la batteria con autuonomia di tre giorni. Parlando di ricarica, non c’è un alimentatore nella scatola, ma supporta comunque fino a 18W massimi.

Prezzo e considerazioni

Samsung Galaxy Xcover 7 5G è acquistabile attualmente online ad una cifra che si aggira attorno ai 250 euro, un po’ elevata se si pensa strettamente all’hardware di cui lo smartphone è dotato. Tuttavia, ad un’occhiata più approfondita, il prezzo a cui lo smartphone rugged di Samsung è venduto si colloca sullo stesso di tanti altri brand che, però, non offrono chissà quale supporto e garanzia a differenza di Samsung.

Tra gli aspetti che il brand coreano avrebbe potuto curare meglio, personalmente, inserirei l’hardware e le fotocamere: Mediatek non è un problema, a patto che però si usino dei chipset di livello superiore, e sappiamo che ce ne sono tanti in giro. Per le fotocamere, invece, avrei gradito quantomeno una ultra-wide a corredo, che di fatto non c’è.

I link di acquisto presenti in questo articolo generano una piccola commissione per GizChina.it. Scopri tutti i dettagli qui.

Se non visualizzi correttamente il box qui sotto, prova a disattivare AdBlock.

⭐️ Scopri le migliori offerte online grazie al nostro canale Telegram esclusivo.
Ultimo aggiornamento il 30/05/2024 18:23