Recensione Simbans TangoTab XL: il tablet per tutti, a meno di 200€

tangotab xl
Smart Life

Come si sta evolvendo il mercato dei tablet secondo voi? Non è così facile da capire tale ambito dato che nel corso di questi mesi sono usciti alcuni nuovi prodotti che potrebbero far pensare ad un business piuttosto florido. Bisogna anche considerare, però, che quelli che ancora tengono il mercato in piedi sono in device di fascia un po' più alta, come quelli prodotti da Apple o Samsung. Al netto del prezzo, infatti, riescono ad offrire prestazioni maggiori ed una più elevata affidabilità in tutte le condizioni. Dobbiamo ammettere, in ogni caso, che non tutti hanno bisogno di prodotti di questo tipo e, soprattutto, non tutti possono permettersi di spendere cifre troppo elevate. Motivo per cui diventa fondamentale la presenza di tanti altri dispositivi concorrenti di fascia più bassa, proprio come il nuovo TangoTab XL di Simbans. Questo tablet Android, dunque, ha la pretesa di rappresentare una soluzione per tutti quelli che sono costretti a mantenere traccia delle proprie attività, di navigare comodamente da casa su internet e di svolgere diversi altri compiti. Come si sarà comportato, dunque, nel corso dei vari giorni di test? Scopritelo all'interno della nostra recensione completa.

Recensione Simbans TangoTab XL

Unboxing

Osservando la confezione di vendita non si nota alcuna particolare differenza con gli altri modelli del brand, proponendo tutto in una confezione di colore rosso che sfoggia solamente il nome del brand. All'interno di tale box, però, trovano spazio i seguenti accessori:

  • Simbans TangoTab XL;
  • pellicola in plastica pre-applicata sul display;
  • tastiera pieghevole;
  • alimentatore da parete, con adattatore per presa europea;
  • breve manuale delle istruzioni, anche in lingua italiana;
  • certificato di garanzia.

Design & Materiali

Quelli che con più frequenza visitano il nostro sito avranno già avuto modo di vedere un prodotto simile al Simbans TangoTab XL. Dando un'occhiata al suo design, dunque, vediamo come l'azienda abbia puntato molto sui materiali, ma solo in termini di efficiacia. Sebbene non vi sia la minima presenza di alluminio o, in generale, metallo questo prodotto è stato creato per non scivolare facilmente dalle mani, garantendo una buona presa. Motivo per cui sul retro troviamo una superficie satinata in plastica che offre proprio questo tipo di grip, sporcandosi anche molto facilmente dopo qualche ora. Anche i frame laterali sono stati realizzati in plastica ma, sotto un certo aspetto, questo non ne inficia più di tanto l'esperienza quotidiana. Devo ammettere, però, che le dimensioni non sono comunque così contenute, misurando 260 x 173 x 9 mm, con un peso di circa 500 grammi. Vi parlo, quindi, non certo di un peso piuma in tale ambito.

tangotab xl

Non ho apprezzato molto la plastica montata sulla parte frontale, di cui parleremo tra poco, così come la dimensione delle cornici laterali. Malgrado tutto, però, il tablet si tiene abbastanza bene in mano in quasi ogni situazione, restituendo buone sensazioni in termini di assemblaggio. A livello di connettività, poi, non gli manca quasi nulla potendo contare su una discreta dotazione di porte, implementando il foro per l'alimentazione, il jack audio da 3,5mm, l'ingresso micro USB, la mini HDMI, una USB-A e lo slot per microSD. Dunque tutto quello che si può desiderare da un apparecchio di questo tipo, considerando anche che in confezione viene fornita una pratica tastiera che in un attimo lo trasforma in un vero e proprio laptop. Non mancano, inoltre, due speaker frontali posti sulla cornice, i pin magnetici per la tastiera in basso e ben due fotocamere.

Andando ad analizzare la tastiera presente in confezione vediamo come questa sia stata realizzata in plastica, con una finitura simile a quella che troviamo sul retro del tablet. Devo dire, inoltre, che la corsa dei tasti è un po' troppo profonda ma la distanza tra gli stessi è adeguata. Non c'è ovviamente alcun tipo di retroilluminazione ma tale accessorio si interfaccia perfettamente con il dispositivo, potendo quindi scrivere, navigare tra le pagine web e tanto altro. Quello che mi ha convinto un po' di meno è il trackpad, che non mostra una precisione assoluta. Nel caso in cui, comunque, sia necessario utilizzare questo prodotto in mobilità è possibile ottenere una configurazione simile a quella di un qualsiasi portatile, proprio grazie a questa cover che integra la tastiera. Non sarà certamente più comodo di un notebook ma, se dovesse capitare, può dare una grossa mano.

Display

Come detto anche in precedenza, la plastica che ricopre il display frontale proprio non riesco a farmela piacere. Si vede chiaramente che tale strato è stato applicato proprio sopra lo schermo, generando una serie di riflessi davvero esagerata. Da qui si evince l'enorme difficoltà nel visualizzare tutti i contenuti a schermo quando ci si trova in esterna, sotto la luce diretta del sole. Al di là di tale aspetto, comunque, vediamo come il brand abbia optato per l'introduzione di un display LCD IPS da 11,6″ con risoluzione HD (1366 x 768 pixel) e form factor in 16:9. Accendendo questo TangoTab XL si nota subito una risoluzione piuttosto scadente che purtroppo si scontra con l'ampia diagonale del display. Se questo non bastasse, poi, a livello cromatico il pannello non esprime proprio il meglio della categoria, offrendo colori un po' freddi e privi di profondità.

tangotab xl

Gli angoli di visuale non sono buoni e in esterna il tablet non riesce a raggiungere la sufficienza: ci sono troppi riflessi sul vetro. Detto questo, penso che in casa, o comunque all'interno di un luogo chiuso, tale prodotto può dare il meglio di sé. Qui, infatti, non soffre troppo dei vari riflessi e risulta essere molto più comodo.

Hardware & Prestazioni

Sotto la scocca in plastica batte un SoC MediaTek MT8168, dunque una CPU quad-core con Cortex-A53 e frequenza di clock di 2GHz. Ad esso vengono accompagnati 4 GB di RAM LPDDR4 e 64 GB di memoria interna, nonché una GPU ARM Mali-G52 MC1 che gestisce tutta la parte grafica di questo tablet. Dunque siamo di fronte ad un prodotto che inevitabilmente non può offrire prestazioni da top di gamma, restando su una fascia piuttosto bassa.

Mettendolo in azione notiamo come le performance non siano strabilianti, risultando solo appena sufficienti in alcuni casi. Muovendosi all'interno dell'interfaccia si nota una certa lentezza nell'eseguire tutte le varie operazioni, ed anche una certa farraginosità. Oltre ai lag presenti nel sistema, che vengono fuori quando si passa da una schermata all'altra, ho potuto constatare come alcune operazioni richiedano più tempo del dovuto. Vengono portate sempre a termine senza problemi ma bisogna aspettare qualche istante in più. Detto questo, comunque, tutte le varie applicazioni social come Facebook, Instagram, TikTok e le altre si aprono e funzionano a dovere, compresi Chrome ed i vari browser web. Avendo anche una tastiera in confezione ho voluto cimentarmi nella scrittura di qualche testo, come ad esempio questa stessa recensione, con buoni risultati. Al di là del trackpad centrale, che non è molto responsivo, i tasti si cliccano bene nonostante le loro esigue dimensioni e la vicinanza l'uno dall'altro. Diciamo che in caso di necessità tale accessorio può fare sicuramente comodo, tanto che è possibile anche inclinare il display in diverse posizioni rendendolo in mobilità ancora più facile da gestire.

Come detto, non siamo al cospetto di un prodotto proprio all'avanguardia in termini di performance. Dopo qualche decina di minuti di utilizzo più stressante, infatti, le temperature salgono e parte di questo calore lo avvertiamo anche noi, sulla scocca posteriore. Questo avviene soprattutto quando passiamo del tempo a giocare a qualche titolo un po' più pesante, come Asphalt 9, che sinceramente riesce a soddisfare la nostra vena videoludica solo in minima parte. Non mancano, infatti, importanti lag ed un frame-rate a tratti imbarazzante. Nel caso in cui foste alla ricerca di un prodotto votato ai videogaming questo TangoTab XL non è il dispositivo giusto per voi.

Benchmark

Software

TangoTab XL propone Android 10, con patch di sicurezza di Android risalenti al 5 giugno 2020. Insomma, non proprio aggiornatissime. Oltre tale aspetto, poi, devo segnalare la presenza di un software praticamente stock, che non è stato modificato dall'azienda neanche in minima parte, contenendo tutte le varie app di sistema di Google e poche altre funzioni aggiuntive. Chi è già stato in possesso di prodotti di questo tipo, dunque, non faticherà ad abituarsi a tale sistema. Ovviamente, poi, nel caso in cui serva scaricare qualche applicazione in più, potete trovare tutto nel Play Store di Google.

Non voglio continuare a ribadire questo concetto, annoiando i più assidui nella lettura di queste recensioni, ma le patch di sicurezza così datate potrebbero creare qualche problema. Utilizzando spesso app bancarie, ad esempio, potrebbe addirittura venire fuori un'incompatibilità tra app e software, non permettendoci di sfruttare tali funzionalità sul nostro TangoTab. Dipende sempre, quindi, da come volete utilizzare tale device o da come pensate di utilizzarlo in futuro.

Audio & Connettività

A livello audio mi sarei aspettato molto di più da questo tablet, dato che presenta ben due speaker frontali. Guardando, però, qualche film su Netflix o video su YouTube ho potuto constatare un fatto: la qualità è assolutamente insufficiente per un prodotto del genere. Con un display così ampio è un piacere poter guardare, magari in mobilità, la propria serie TV preferita, ma con bassi del tutto assenti ed un volume davvero poco elevato diventa difficile godere a pieno di tale esperienza.

Riguardo la connettività, oltre tutte le porte presenti, abbiamo anche un modulo Wi-Fi ac Dual Band dall'ottimo funzionamento, il Bluetooh 4.0, il GPS e nulla di più.

Autonomia

Gran parte del peso di questo prodotto è dato dalla batteria, un'unità da 7.000 mAh. Questa permette di arrivare a concludere anche diverse giornate lavorative senza problemi, ovviamente con un utilizzo saltuario. Andando a sfruttarlo in maniera più continua, ad esempio per lavoro, diciamo che si raggiungono circa 5 ore di accensione. Dipende poi molto, però, se si scrivono solo articoli o se si procede anche alla visualizzazione di qualche video su YouTube, di qualche decina di minuti di gaming e tanto altro. Su un dispositivo del genere, infatti, l'autonomia può variare davvero molto, anche perché molto spesso il tablet viene sfruttato la sera dopo il lavoro o per svagarsi un po' nel weekend. Se affidato ai più piccoli, invece, può arrivare a coprire giusto qualche ora di schermo acceso.

Viene dato in confezione il suo caricatore, dotato di adattatore per la presa europea, da 10W.

Prezzo & Conclusioni

TangoTab XL viene venduto a meno di 200 euro su Amazon, un prezzo davvero molto competitivo.

Non possiamo non considerare il costo di tale dispositivo, anche perché attualmente sul mercato ci sono tanti prodotti simili. Dopo quello che abbiamo visto in questa recensione, però, non mi sento di consigliarlo alla maggior parte degli utenti, per diversi motivi. Chi è alla ricerca di un device veloce, fluido e adatto, nel caso, anche al gaming e all'intrattenimento, non può volgere lo sguardo su tale dispositivo. Sarete costretti a guardarvi ancora intorno per trovare qualcosa che soddisfi a pieno le vostre esigenze sotto questi aspetti. Coloro che, però, non possiedono un tablet e vogliono semplicemente gestire le finanze di casa, navigare un po' sul web, leggere le notizie, gestire le mail e poco altro, potrebbero essere interessati al rapporto qualità-prezzo di questo terminale. Alla fine non è potente ma costa poco, dunque questo potrebbe far gola a diverse persone.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
RASSEGNA PANORAMICA
Design & Materiali
Display
Hardware
Software
Multimedialità
Connettività & Audio
Autonomia
Prezzo
Articolo precedenteXiaomi, che successo: vendite al top nel 618
Articolo successivoÈ sempre ora di Honor MagicWatch 2 in offerta per i Prime Day
Fin dalla tenera età coltivo la passione per tutto il mondo dell'elettronica, in particolar modo per quella che circonda i microprocessori. Da circa 3 anni la mia passione per gli smartphone ha preso forma e si è evoluta, sentendo sempre più il bisogno di condividerla con il maggior numero di persone possibili. Se mi si presenta davanti agli occhi un terminale con uno schermo? Devo provarlo!