OnePlus 8 Pro e OxygenOS 11: il primo hands-on ci mostra i cambiamenti

oneplus 8 pro oxygenos 11

La OxygenOS 11 inizia a mostrarsi sugli ultimi top di gamma grazie alla Developer Preview 3 rilasciata per OnePlus 8 e 8 Pro. C'è molta curiosità nello scoprire quali siano le novità in tavola, visto l'apprezzamento che la UI di OnePlus riceve da sempre. Basata sul prossimo Android 11, quella che è stata presentata in Cina come HydrogenOS 11 porta con sé diversi cambiamenti, non solo estetici. C'è chi ha già avuto modo di testarlo sul proprio smartphone, dandoci modo di sbirciare tutte le novità che vedremo con il futuro rilascio pubblico.

LEGGI ANCHE:
Xiaomi Mi 10 Ultra vs OnePlus 8 Pro vs OPPO Find X2 Pro vs Huawei P40 Pro+: colossi a confronto

La OxygenOS 11 si mostra a bordo di OnePlus 8 Pro: ecco le novità

Always-On Display

Partiamo dall'Always-On Display, finalmente facente parte anche della OxygenOS 11 di OnePlus dopo tanta attesa. L'Ambient Display si evolve in una direzione apprezzabile, specialmente con lo stile adottato in collaborazione con la Parsons School of Design and Art di New York. Mi riferisco alla terza immagine che vedete qua sotto, con un orologio digitale che si muove in verticale con lo scorrimento delle ore. Nella schermata viene mostrata anche la percentuale di batteria residua, nonché il numero di volte in cui si è sbloccato lo smartphone, riprendendo il concetto di Benessere Digitale. Viene fatto presente che, al momento, la schermata di Always-On Display non è molto luminosa e quindi visibile sotto luce solare, un problema facilmente risolvibile con i prossimi aggiornamenti.

Notifiche

Con l'arrivo di Android 11 anche OnePlus si è adeguato, inserendo la nuova metodologia di visualizzazione delle notifiche in OxygenOS 11.

La rinnovata tendina delle notifiche presenta la tab “Conversazioni“, nella quale vengono raggruppate le chat per dividerle dalle altre notifiche. Le chat possono essere utilizzate anche sotto forma di Bubble (per le app che le supporteranno), lasciando spazio ad una porzione di schermata in background.

Non cambia granché il pannello dei Quick Toggles, pur aggiungendo qualche dettaglio: data e profilo audio in alto, consumo dei dati in basso. Niente da fare, invece, per il pannello di controllo audio previsto con Android 11, ma con questa app potete averlo su qualsiasi dispositivo.

Un'altra utile aggiunta è l'implementazione di un Quick Toggle dedicato all'attivazione/disattivazione del Tema Scuro.

Fotocamera

La UI della fotocamera non è stata cambiata moltissimo, se non per qualche piccolo ritocco qua e là. Il cambiamento maggiore è senz'altro l'aggiunta di un'opzione di condivisione rapida tramite le app social installate.

oneplus 8 pro oxygenos 11

Galleria

Cambia anche l'app Galleria, con una nuova UI e l'aggiunta della schermata Storie. Queste si creeranno in automatico, raggruppando foto suddivise in varie categorie e soggetti presenti nell'inquadratura, un po' come avviene con la voce Highlights di Google Foto.

Modalità Zen

Come previsto, nella OxygenOS 11 è stata modificata non poco la modalità Zen. Oltre alla componente estetica, è stata aggiunta una modalità multi-utente, potendo creare una stanza dove altri utenti possano aggiungersi e godersi il momento senza smartphone.

App stock

A cambiare è anche l'app Meteo, con una nuova UI in linea con l'estetica adottata per la OxygenOS 11. Vengono sfruttati meglio gli spazi del display, ingrandendo le icone a schermo e integrando anche una previsione giornaliera e non solo settimanale.

Per quanto riguarda le altre app pre-installate, il nuovo design per favorire l'utilizzo ad una mano è stato applicato anche ad app come Calcolatrice, Rubrica, Messaggi, Registratore, Impostazioni e Sveglia. Ancora assente, invece, la vera e propria modalità ad una mano per rimpicciolire l'interfaccia a schermo.

Menu tasto Power

Infine, l'ultimo cambiamento degno di nota nella OxygenOS 11 di OnePlus è la modifica attuata alla tendina a comparsa quando si utilizza il tasto Power. A differenza della decima edizione, adesso la schermata è sicuramente più invasiva, integrando i controlli domotici aggiunti con Android 11. Qua compariranno tutti i dispositivi compatibili e connessi nella stessa rete Wi-Fi, potendo così facilmente controllarli da una singola schermata.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .