Nella recensione di oggi andremo a provare un altro TV Box cinese basato su Android 6.0 MarshMallow e destinato alla riproduzione video in 4K, stiamo parlando dello Yundoo Y8. La particolarità? Il dispositivo è dotato del nuovo SoC Hexa-core di RockChip, ovvero il RK3399, caratterizzato da due core Cortex A72 abbinati a quattro Cortex A53.

Come si comporterà questo SoC? Scopriamolo nella recensione completa!

Yundoo Y8

Lo Yundoo Y8 è reperibile su Gearbest a 92,13 euro con spedizione dalla Cina.

Confezione ed accessori

La confezione di vendita è realizzata in cartone di colore nero, sul quale troviamo poche informazioni relative al prodotto e limitate ad alcune specifiche tecniche.

All'interno troviamo il TV Box, l’alimentatore con presa europea, il telecomando (senza pile), un cavo HDMI da circa un metro ed un breve manuale utente in inglese.

Specifiche tecniche

Come detto in apertura, il processore installato è il nuovo RockChip RK3399, hexa-core caratterizzato da un cluster di due core Cortex A72 e da un altro da quattro core Cortex A53, entrambi con una frequenza massima paria a 2.0 GHz. La GPU installata è la Mali-T860MP4 ed è in grado di supportare la risoluzione 4K a 60 FPS con codec H.265 anche a 10 bit.

Troviamo, poi, 2 GB di memoria RAM DDR3 e 16 GB di storage interno eMMC, espandibile tramite microSD. La connettività è garantita dal Wi-Fi Dual Band a/b/g/n/ac, una porta Ethernet Gigabit, due porte USB 2.0 full-size, una USB Type-C ed una USB 3.0. Non manca un'uscita Optical Audio (SPDIF) ed il Bluetooth 4.0.

Le dimensioni del box, di forma quadrata, sono di 116 x 116 x 23.5 mm, mentre il peso è di circa 220 grammi. Infine, troviamo un connettore per il mini-jack da 3.5 mm AV, una porta HDMI 2.0 ed il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow.

Costruzione e design

La scocca del Yundoo Y8 è abbastanza anonima e semplice, in quanto è quadrata e, ad eccezione di alcune scanalature sulla parte superiore e sui lati, non prevede particolari elementi. Tuttavia si è dimostrata abbastanza solida in ogni sua parte, dato che non ho riscontrato scricchiolii o flessioni in alcun punto.

Sul profilo anteriore troviamo il tasto Power. Su quello sinistro la porta USB Type-C e 3.0, accompagnate dal lettore di SD, mentre su quello destro non sono presenti porte o accessori. Nella parte posteriore sono presenti l’uscita HDMI, quella audio, la presa per l’alimentazione, la porta RJ45 Ethernet GigaBit e le due porta USB 2.0. Infine, sulla parte inferiore troviamo solo un'etichetta con alcuni dati del device e le feritoie di aerazione.

Compatto e semplice l’alimentatore, che vanta un output da 5V a 2A e che è quindi in grado di erogare poco più di 10 Watt.

Prestazioni

Le prestazioni offerte dal nuovo SoC RockChip RK3399 sono più che soddisfacenti e collocano il device nella fascia medio-alta, visti anche i valori restituiti dai benchmark.

Ottimi infatti i risultati, superiori a molti TV Box provati in passato. Molto buone anche le prestazioni della GPU, decisamente un passo avanti rispetto alle soluzioni installate sui vari Amlogic. Motivo per cui, anche l'esperienza ludica si è rivelata abbastanza appagante persino sugli ultimi titoli più esosi.

Leggermente sottotono la velocità della memoria interna, specie in scrittura, visti i valori registrati.

Nel complesso però, la reattività ed usabilità del sistema si è rivelata molto buono, seppure in alcuni contesti i soli 2GB di RAM si siano rivelati leggermente limitanti. Decisamente promosse, perciò, le prestazioni offerte da questa “nuova” piattaforma.

Multimedia e riproduzione video

Come spesso accade sui vari TV Box cinesi, anche sul Yundoo Y8 troviamo le principali applicazioni multimediali preinstallate, fra cui Kodi 16.1 Jarvis (TVMC) e Netflix, oltre a YouTube ed altri client multimediali. Ovviamente anche qui ritroviamo i soliti limiti di risoluzione e formato nei vari applicativi.

Eseguedo i classici test di riproduzione video, non ho riscontrato alcun problema con la riproduzione, sia in 4K che Full HD, con codec H.265 e H.264 anche a 60 FPS ed con elevati bitrate. Qualche problema, invece, sia con i video a 10-bit che con quelli in HDR., che mi hanno fatto registrare qualche freeze del sistema o del media player. Quasi sicuramente si tratta di un problema software, visto che l'hardware supporta nativamente questi formati.

Software

L’interfaccia grafica è stata rivista ed è altamente personalizzata da un launcher proprietario, anche se il pannello delle impostazioni riprende lo stile di Android TV. Ovviamente, possiamo cambiare il launcher ma già quello di default svolge bene il suo lavoro, rendendo il sistema fruibile anche con il telecomando fornito in bundle.

Presente, come sempre, il classico menù delle impostazioni avanzate Android, adatto agli utenti più esigenti. Sono presenti poi diverse scorciatoie alle app più utilizzate, raccolte in base alla tipologia di applicazione. Non manca il drawer, collocato a destra.

Android, come già detto, è aggiornato alla versione Android 6.0 Marshmallow.

Conclusioni

Finalmente un TV Box che offre un po' di potenza in più, sia sul fronte CPU, dove i due core Cortex A72 riescono a spingere al meglio i task più intensivi, sia sul fronte GPU, dove la Mali T860MP4 garantisce ottime prestazioni video-ludiche. Pecca invece un pochino il software, in particolare sulla riproduzione video dei formati più ostici, ma quasi sicuramente tale problema verrà risolto con futuri update.

Per il resto, per il prezzo di vendita il Yundoo Y8 è sicuramente un buon prodotto, forse c'è ancora qualche euro di troppo rispetto ai classici Tv Box Amlogic ma il gap prestazionale c'è. Lo Yundoo Y8 è reperibile su Gearbest a 92,13 euro con spedizione dalla Cina.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

  • Gigiobis

    carino… ma 93€: *inchia!