AnyCubic

ZUK Z2, la nostra recensione completa

Zuk Z2
ECOVACS

Quando lo hanno annunciato ufficialmente, pareva incredibile e in molti stentavano a credere che il tutto fosse reale. Parliamo di ZUK Z2, la cui parte “incredibile” si racchiude nel rapporto qualità-prezzo che lo contraddistingue, vista la presenza di uno Snapdragon 820 e 4GB di memoria RAM con uno street price inferiore ai 300 euro.

Oggi lo scopriamo nella nostra recensione completa, in attesa di capire se il device in questione è o non è il best-buy tanto atteso di quest'anno.

Zuk-Z2-1

ZUK Z2 è acquistabile su MyEfox al prezzo di 309.25 euro.

Zuk Z2, la recensione completa di GizChina.it

Zuk Z2 – Confezione di vendita

Zuk-Z2-3

Molto semplice e minimale è la confezione di vendita ed il relativo contenuto. Al suo interno, infatti, possiamo trovare:

  • Zuk Z2;
  • caricabatterie con presa cinese, ingresso USB ed uscita a 5.3V/2.5A;
  • cavo USB Type C;
  • manuali di istruzioni;
  • spilletta rimozione SIM.

Zuk Z2 – Design e materiali

Zuk-Z2-8

Ok, lo Zuk Z1 lo scorso anno non era poi così bello e di certo è spiccato per un hardware interessante ma soprattutto per la CyanogenMod a supporto. Zuk Z2, invece, cambia del tutto rotta e l'azienda cinese che fa capo a Lenovo ha realizzato un dispositivo dal design apparentemente premium, ma con alcuni aspetti cheap.

Per intenderci, la somiglianza con dispositivi di passata generazione Apple (vedasi, in primis, iPhone 4S) è piuttosto evidente, ma se le linee per certi versi sono molto simili, d'altra parte si può scorgere la presenza di materiali sicuramente non di prima qualità, nonostante il dispositivo sia assemblato e realizzato in modo impeccabile.

Zuk-Z2-9

Il corpo è quasi interamente in vetro, è molto elegante e raffinato ma, nonostante il trattamento oleofobico a cui è stato sottoposto, trattiene purtroppo molte ditate. C'è da dire, inoltre, che è molto facile graffiare il vetro posteriore anche con un semplice utilizzo quotidiano, il che evidenzia maggiormente la sua fragilità.

Il perimetro laterale del dispositivo, inoltre, è realizzato completamente in plastica, molto rigida e ben rifinita. Insomma, la costruzione è buona ed il design è molto elegante e raffinato, ma l'aspetto in cui pecca lievemente, a mio parere, è quello legato ai materiali.

Analizzando più da vicino nel dettaglio lo smartphone, frontalmente è possibile notare la presenza del solo pulsante fisico centrale. ZUK ha svolto un ottimo lavoro con questo pulsante, il quale oltre ad integrare uno scanner biometrico davvero molto performante, possiede delle gestures che ci permettono di interagire con il sistema in modo davvero veloce ed intuitivo.

Zuk-Z2-2

Sul lato inferiore, poi, troviamo l'ingresso mini jack da 3.5 mm per le cuffie, il microfono, il connettore Type-C e sull'estrema destra lo speaker di sistema.

Zuk-Z2-4

Sul lato sinistro ed in alto, poi, lo smartphone non possiede alcun ingresso o pulsante, mentre sul lato destro troviamo i soliti tasti per la regolazione del volume oltre che il tasto di accensione, blocco e spegnimento. In basso, inoltre, è stato inserito anche il carrello SIM.

Zuk Z2 – Display

Zuk-Z2-10

Dotato di un pannello con diagonale di 5 pollici e risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, Zuk Z2 possiede un display di matrice IPS a 441 PPI. La qualità delle immagini riprodotte su questo display è davvero notevole, seppur la risoluzione sia ferma al solo Full HD; ottima la scelta di ZUK di non adottare il QHD per un risparmio energetico consistente.

La luminosità massima del pannello, però, non convince a pieno e sotto la forte esposizione solare si ha qualche difficoltà nella visualizzazione del display. Buone, invece, le personalizzazioni per la temperatura del colore che ci permettono di customizzare alcuni parametri.

Buoni i bianchi, un po' meno i neri che tendono al grigio quando si amplia l'angolo di visuale.

Zuk Z2 – Hardware e performance

Siamo sinceri, nessuno si aspetta di trovare un cuore così potente dentro uno smartphone così poco imponente; è un ragionamento contorto, ma se ci pensate sono praticamente pochissimi gli smartphone di piccola taglia (a livello di dimensioni) ad avere un hardware di fascia alta, ma lo Zuk Z2 rientra tra questi.

In possesso di un processore Qualcomm Snapdragon 820 Quad-Core 2×2.15GHz Kryo + 2×1.6 Kryo, 4 GB di memoria RAM LPDDR4 a 1866MHz e di una GPU Adreno 530 a 524MHz, lo ZUK Z2 non ha nulla da invidiare a dei giganti come il OnePlus 3 o il Samsung Galaxy S7.

Lo smartphone nell'utilizzo di ogni giorno, infatti, riesce ad offrire performance di fascia alta pur inserendosi in una fascia di prezzo davvero concorrenziale. ZUK Z2 nei nostri test non ha mai evidenziato particolari difficoltà, se non qualche sporadico rallentamento imputabile senz'altro alla ROM che, probabilmente, non è ancora affidabile al 100%.

Tuttavia testando i soliti samples video, Zuk Z2 riesce a riprodurre con semplicità tutti i sampl in nostro possesso, a partire dal Full HD in MP4 fino ad arrivare ai 4K con codec h.265.

L'aspetto video ludico, poi, è ben ottimizzato e con Asphalt 8 a dettagli grafici massimi, lo smartphone non sembra cedere di fronte a nulla, riuscendo a garantire quasi sempre performance di alto livello. Lo Snapdragon 820, inoltre, non surriscalda più del solito ed anche in sessioni prolungate di utilizzo, sia in gaming che, magari, in benchmark, le temperature restano sempre nella norma.

La navigazione web, poi, è affidata al browser stock della ZUI. A me personalmente non è piaciuto, sono molto invasive le personalizzazioni in lingua cinese, motivo per cui ho utilizzato il fido Google Chrome, il quale è fluido e veloce nei caricamenti e nelle interazioni anche con le pagine più pesanti.

A seguire, invece, trovate i risultati dei benchmark effettuati con lo ZUK Z2.

Zuk Z2 – Antutu Benchmark

Zuk Z2 – Audio

Il posizionamento, nella parte inferiore dello smartphone, è buono per lo speaker di cui Zuk Z2 è in possesso. C'è da dire, inoltre, che la qualità dell'audio in uscita è buona anche se purtroppo l'altoparlante perde qualche punto visto il volume massimo non pienamente convincente. Bene, ma non benissimo.

Zuk Z2 – Fotocamera

Zuk-Z2-7

Probabilmente se ci chiedessero qual è l'aspetto meno interessante di questo smartphone risponderemmo senz'altro la fotocamera. In possesso di un sensore ISOCELL di Samsung da 13 mega-pixel e di uno frontale da 8 mega-pixel, ZUK Z2 non riesce a stupire negli scatti realizzati.

La qualità delle fotografie in diurna è accettabile, la definizione non è molto alta ed i colori risultano lievemente impastati. In notturna, poi, il flash non illumina a dovere la scena e solamente i soggetti in primo piano risulteranno esposti alla luce del flash. I colori, inoltre, perdono di nitidezza in notturna risultando sfalsati e di bassa qualità.

L'applicazione fotocamera della ZUI, inoltre, non integra molte personalizzazioni e tolte alcune modalità come lo scatto panoramico e quello con HDR, non vi sono novità di rilievo da evidenziare.

Presente la possibilità di registrare video fino alla risoluzione 4K e slow-motion fino a 960 fps.

Al momento la qualità dei video non convince anche se l'audio catturato risulta chiaro e ben definito.

Zuk Z2 – Test registrazione video FullHD 1080p

Zuk Z2 – Test registrazione video slow motion a 960 fps

Zuk Z2 – Software

Al momento del lancio di questo dispositivo, l'azienda aveva annunciato la presenza di molte custom rom disponibili a bordo oltre la ZUI, ma al momento sembrano essere tutte voci campate all'aria. Il device, infatti, nasce con a bordo una ROM proprietaria di ZUK in lingua cinese ed inglese, senza servizi Google e con molte app cinesi preinstallate.

Le prestazioni dello smartphone con questa ROM, nel complesso, sono buone ma parte del potenziale di un hardware così interessante risulta essere sicuramente castrato da una ottimizzazione di certo non eccellente. E' molto gradevole, invece, l'interfaccia grafica della ZUI, anche se molto ispirata ad altre interfacce, vedasi Flyme OS o l'onnipresente iOS di Apple.

E' possibile variare il tema dei menu, impostare delle particolari gestures al tasto U-Touch nonchè attivare un pannello dei settaggi rapidi con uno swype verso l'alto in stile Control Center di Apple.

Zuk Z2 – U-Touch

Il device è caratterizzato dalla presenza del tasto fisico frontale U-Touch che integra anche un lettore di impronte digitali.

Il tasto ricorda molto nel funzionamento la soluzione mBack adottata da Meizu poichè consente di tornare indietro con un tap e tornare alla home con una pressione fisica.

A differenza della soluzione adottata da Meizu, però, è possibile switchare all'interno delle applicazioni sfiorando verso destra o sinistra l'U-Touch.

Inoltre, il lettore di impronte digitali è a sfioramento e non a pressione e dunque è necessario poggiare senza premere il dito per sbloccare a schermo spento.

Zuk Z2 – Autonomia

Probabilmente è stata la più grande sorpresa di questo ZUK, aspetto che mai avremmo pensato che ci potesse convincere a pieno. Con i 3500 mAh di cui è dotato lo ZUK Z2, il dispositivo riesce a portarci fino a sera con uso medio-intenso con oltre il 20% di carica ancora a disposizione, totalizzando più di 5/6 ore di schermo attivo, con due schede SIM inserite e frequenti cambi di cella.

I 3500 mAh si ricaricano completamente con l'alimentatore in dotazione in circa 2/2 ore e mezza.

Eredita dal suo predecessore ZUK Z1, dunque, l'ottima autonomia che convince ancor di più su questo modello visto l'amperaggio inferiore rispetto lo scorso anno.

Zuk Z2 – Galleria fotografica

Zuk Z2 – Considerazioni finali

Zuk Z2 da molti è stato considerato il best-buy dell'anno al momento del lancio, ma alla luce dei nostri test, seppur sia interessante sotto diversi punti di vista, resta ancora qualcosa che non riesce a convincerci a pieno.

Nonostante il rapporto qualità-prezzo davvero eccezionale, ZUK Z2 possiede alcuni aspetti che un po' ci fanno storcere il naso, in primis la fotocamera non all'altezza di un dispositivo come questo ed in secondo luogo i materiali utilizzati che, seppur vogliano sembrare premium, danno l'impressione più di essere cheap.

Effettueremo un focus sulla ZUI 2.0 appena verrà rilasciata ufficialmente per verificare se con la nuova release della ROM proprietaria il dispositivo risulterà più performante di com'è già attualmente.

Lo ZUK Z2 è disponibile su MyEfox al prezzo di 299.25 euro utilizzando il coupongizchina10“.

Honor