Xiaomi potrebbe realizzare a breve due processori proprietari

Xiaomi Redmi Note 2

Della presunta collaborazione Xiaomi-Leadcore per la realizzazione di alcuni SoC proprietari da utilizzare sui device dell'azienda cinese abbiamo parlato più volte su GizChina.it ed oggi, dopo un lungo periodo di silenzio, tale eventualità sembra essere tornata alla ribalta.

Infatti, secondo quanto trapelato nelle ultime ore sulla rete, la sinergia Xiaomi-Leadcore dovrebbe dare alla luce non un solo processore, ma bensì due, destinati a due diverse serie di prodotti.

LeadCore
Immagine di repertorio

Xiaomi sembrerebbe voler sfruttare queste nuove soluzioni sui propri futuri device low-cost e di fascia media, continuando a dotare i Top di Gamma della casa di SoC realizzati da altre aziende specialiste del settore, probabilmente, come accaduto fino ad oggi, Qualcomm e Mediatek.

La strada intrapresa dall'azienda non rappresenta di certo una novità nel panorama mobile cinese, in quanto, ad esempio, Huawei utilizza da tempo sui propri dispositivi dei processori proprietari, senza discrimine però tra fascia alta, media e bassa della produzione.

Non è comunque da escludere che, successivamente ad una prima prova “sul campo” ed un periodo di rodaggio, Xiaomi dedica di ampliare questo progetto anche ai suoi flagship-phone, ma ovviamente queste sono esclusivamente delle supposizioni che non possiamo confermare.

Dobbiamo, quindi, aspettarci un prossimo device low-cost Xiaomi dotato di un processore proprietario? Che sia un eventuale Redmi 2s?

Via