Xiaomi è ora il terzo produttore mondiale di smartphone

Xiaomi Logo

Quando nel 2010 fu fondata, Xiaomi era conosciuta come l'azienda sviluppatrice della custom rom MIUI. Dopo un anno la compagnia è passata dallo sviluppo software alla produzione diretta di smartphone.

In soli tre anni l'azienda è cresciuta esponenzialmente ed ora si colloca come terzo produttore mondiale di smartphone, seguita da compagnie del calibro di LG, Huawei, Sony e Lenovo. Questo risultato arriva a tre mesi di distanza da un altro traguardo di notevole rilevanza, ovvero il superamento di Apple al terzo posto come quote di mercato in territorio cinese.

Secondo quanto riportato da una ricerca di mercato realizzata dalla società HIS iSuppli, Xiaomi ha venduto circa 19 milioni di dispositivi nel Q3 del 2014 diventando così il terzo produttore al mondo. Anche LG e Huawei sono in crescita, ma non raggiungono i livelli di vendita realizzati da Xiaomi. Huawei, infatti, che fino all'anno scorso si posizionava proprio al terzo posto come produttore mondiale di smartphone, ha venduto 16,8 milioni di dispositivi, circa 2,2 in meno di Xiaomi considerato  lo stesso range temporale.

Analizzando il market stare di Xiaomi, è possibile apprezzare come dai 5.2 milioni di smartphone venduti nel 2012 si è passati ai 13 milioni del 2013 fino ad arrivare ai 19 milioni fin ora venduti quest'anno.

Fattori che hanno consentito e amplificato la repentina ascesa dell'azienda sono da ricercarsi sicuramente nell'espansione in mercati chiave con bacini di utenza di notevole dimensioni come l‘India, Singapore e Hong Kong, che hanno contribuito a rafforzare la leadership nel settore dell'entry-level e, dunque, nel numero di dispositivi totali venduti.

[Gforgames.com]
Honor