Recensione Blackview MP80: il mini PC elegante per lavoro ed intrattentimento

Blackview MP80
Tineco

L’evoluzione tecnologica ci ha portato ad ottenere dispositivi sempre più piccoli in grado di sprigionare una potenza sempre maggiore. Questo è proprio il caso di Blackview MP80 che con il suo form-factor ultra compatto ma elegante, riesce a proporsi come una valida alternativa ai classici PC fissi o laptop da ufficio, grazie al suo processore Alder Lake e alla RAM LPDRR5: il fattore che sembra davvero fare la differenza in questo dispositivo. Scoprite tutte le peculiarità e le possibilità offerte dal nuovo Blackview MP80 in questa nostra recensione!

Recensione Blackview MP80

Design

Blackview MP80

I mini PC nel corso degli ultimi anni sono riusciti a ottenere dimensioni sempre più piccole e quello che vi presentiamo oggi, Blackview MP80, è sicuramente tra i più compatti. Il design offre un form-factor quadrato con i lati lunghi soltanto 88 millimetri ed uno spessore di appena 37 millimetri, per un peso di 214 grammi: prendendo in mano questo mini PC, potreste pensare di aver appena sollevano uno smartphone un po’ più robusto degli altri, ma in realtà si tratta di un computer completo in tutti i suoi componenti. Lo chassis, completamente realizzato in plastica, offre una finitura nera lucida per quanto riguarda i lati, mentre la parte superiore su cui è inciso anche il logo del produttore viene presentata con un’ottima finitura opaca che rende il dispositivo molto elegante. A perfezionare l’estetica del prodotto troviamo anche una striscia LED che si illumina quando il PC è in funzione.

Sulla parte frontale troviamo una feritoria che semplifica l’areazione e il raffreddamento, affiancato da un semplice pulsante d’accensione rotondo. Girando il dispositivo sul lato destro troviamo le tre porte USB 3.0, mentre sul retro abbiamo a disposizione una feritoria per il raffreddamento più piccola, due porte Ethernet Gigabit (RJ45), il connettore per l’alimentazione e il jack per le cuffie da 3.5″ (sia audio in uscita che microfono in entrata). Il lato sinistro è caratterizzato dalla presenza di ben 3 porte HDMI che consentono il collegamento simultaneo a più schermi (la risoluzione massima per schermo è 4K) senza la necessità di acquistare accessori esterni, mentre sul fondo del dispositivo troviamo dei piedini in gomma che tengono ben saldo il mini PC evidando slittamenti. Da constatare l’assenza di una porta USB-C, forse l’unica pecca per quanto riguarda la dotazione di questo computer visto che sono sempre più i dispositivi a sfruttarne le capacità.

Il design interno, tuttavia, potrebbe risultare molto più interessante di quello esterno: grazie al processo di ingegnerizzazione portato avanti da Blackview, infatti, il modello MP80 risulta ultra-silenzioso anche quando la CPU è a pieno carico. Con un rumoro prodotto pari ad un massimo di 39 decibel, questo mini PC può essere posizionato anche in luoghi parecchio silenziosi, senza mai disturbare davvero l’ambiente circostante. La ventola di raffreddamento da 3500 RPM, tuttavia, non è solo silenziosa ma anche estremamente funzionale: la CPU infatti è sempre ben raffreddata e durante i nostri test non è sembrata mai incorrerei nel fenomeno del thermal throttling, grazie al sistema di raffreddamento con heat pipe in rame da 47.117 millimetri cubi ed un’area di dissipazione pari a 9800 millimetri cubi.

Il form-factor compatto permette di posizionare questo mini PC davvero ovunque senza creare particolare ingombro, ma nel caso in cui preferiate non averlo mai davanti agli occhi per ambiente sempre più minimal, in confenzione è incluso un aggancio VESA che permette di installare il dispositivo direttamente dietro un monitor oppure una TV. In questo modo, si avrà ancora più spazio a disposizione, trasformando lo schermo della propria postazione in un simil all-in-one.

Hardware e prestazioni

Blackview MP80 è dotato di un processore Intel Alder Lake N95 quad-core che offre una frequenza base di 3.0 GHz ed un boost massimo pari a 3.4 GHz, ma la differenza in termini di prestrazioni la fanno i 16 GB di RAM su memoria LPDDR5 che offrono maggiore velocità e reattività nei task di ogni giorno. Assente la GPU discreta, infatti troviamo a disposizione solo la Intel 4K UHD Grapics integrata, mentre per quanto riguarda lo spazio di archiaviazione è possibile sfruttare la super velocità (500 MB/s in scrittura e 560 MB/s in lettura) della memoria SSD M2 da 512 GB. Il sistema operativo già installato e che necessita solo della configurazione iniziale è Windows 11 Pro (che risulta già regolarmente attivato con licenza).

Nota dolente, invece, è la connettività wireless: il modello MP80, infatti, è dotato di Wi-Fi 5 Dual-Band (2.4 GHz e 5.0 GHz) e Bluetooth 4.2. Niente connessioni Wi-Fi 6 di nuova generazione quindi, anche se il punto più debole è sicuramente la versione piuttosto datata del Bluetooth. Nel complesso, tuttavia, entrambi i chip si comportano decentemente: durante i nostri test infatti non abbiamo osservato interruzioni di connessione oppure perdite di segnale improvviso.

I test condotti per questa recensione hanno evidenziato come questo Blackview MP80 sia assolutamente perfetto la gestione di tutti quei compiti legati al lavoro d’ufficio o allo studio. Il mini PC, infatti, non fa alcuna fatica a gestire applicazioni come Word, Excel e PowerPoint, anche con file di grandi dimensioni, oppure può essere sfruttato anche per il fotoritocco con Photoshop e l’editing video con Premiere Pro (ma non aspettatevi prestazioni superlative). L’assenza della GPU discreta, tuttavia, si fa sentire: la gestione delle applicazioni 3D più pesanti mette in serie difficoltà questo dispositivo, mentre il gaming è totalmente escluso se non in streaming o in una versione estremamente basica (come potete osservare anche nei benchmark qui in alto).

Impeccabile il playback video: la CPU riesce a gestire tranquillamente la riproduzione dei flussi anche in 4K, permettendo a questo mini PC di posizionarsi sul mercato con un possibile server multimediale casalingo. Per testare a pieno la capacità di Blackview MP80, abbiamo installato sul mini PC Plex, la nota applicazione che trasforma il dispositivo in un server multimediale: il risultato è stato davvero eccellente: una volta condiviso in rete il server, MP80 è stato in grado di servire fino a 4 flussi video in 1080p in contemporanea su altrettanti dispositivi, senza incappare in rallentamenti e permettondo agli utenti di muoversi liberamentente sulla timeline del filmato. Con un flusso 4K HDR, invece, ci si è dovuti fermare a due prima di incorrere in problemi di encoding. Se state cercando un buon mini PC da trasformare in server casalingo, quindi, questo nuovo prodotto di Blackview potrebbe proprio fare al caso vostro.

Recensione Blackview MP80 – Prezzo e considerazioni

Blackview MP80

Blackview MP80 è un mini PC dal design intrigante e dalle ottime prestazioni, particolarmente indicato per tutte quelle persone che hanno bisogno di un computer per i lavorare o studiare, ma non vogliono spendere troppo per un classico portatile o PC fisso. La grande duttilità di questo dispositivo lo rende perfeto anche per l’utilizzo come “muletto“, ovvero come PC da sfruttare come server casalingo per l’intrattenimento multimediale o la domotica.

Blackview propone il modello MP80 con 16 GB di RAM al prezzo di 299€, che posiziona il dispositivo in una fascia di mercato dove sembra prorprio non avere rivali. Grazie al codice sconto in pagina e al coupon che trovate qui sotto, potete far vostro questo mini PC al prezzo di soli 169€!

Sia chiaro, da questo mini PC non otterrete prestazioni in grado di farvi dimenticare l’esistenza dei top di gamma, ma potrete tranquillamente portare a termine il lavoro di ogni giorni senza intoppi o rallentamenti. L’acquisto è assolutamente consigliato!

Se non visualizzate correttamente il box sottostante, provate a disattivare AdBlock.

http://Blackview%20MP80

Applicate anche il coupon in pagina!

Spedizione gratuita con Amazon Prime

More Less
169.99€
LinkedIn
⭐️ Scopri le migliori offerte online grazie al nostro canale Telegram esclusivo.