Huawei Kirin 980 ufficiale con doppia NPU e 7 nm | IFA 2018

huawei kirin 980

Uno dei protagonisti di questo IFA 2018 qua a Berlino non è propriamente uno smartphone, bensì il chipset che andrà ad alimentare la gamma Mate 20 ed i futuri flagship di Huawei. Stiamo parlando del Kirin 980, svelato ufficialmente sul palcoscenico della kermesse berlinese: ecco tutti i dettagli, fra novità e caratteristiche tecniche.

LEGGI ANCHE:
Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro protagonisti di nuovi render

Huawei Kirin 980: ecco il nuovo processore dell'azienda destinato alla fascia alta

huawei kirin 980

Come affermato dal CEO Richard Yu sul palco di IFA 2018, il nuovo Kirin 980 è il frutto del lavoro svolto dal team ingegneristico nell'arco di ben 36 mesi. Si tratta del primo SoC a beneficiare di un processo produttivo a soltanto 7 nm. Rispetto ai precedenti 10 nm ciò comporta un aumento della velocità del 20%, un risparmio energetico migliorato del 40% ed un incremento nei transistor di quasi 4 volte, portando il sistema ad avere 6.8 milioni di transistor. Per avere un paragone, il Kirin 980 sarà il 75% più potente del Kirin 970.

All'interno della piattaforma troviamo la prima CPU octa-core ARM Cortex-A76, la quale avrà consumi diminuiti del 58%. Il processore gode poi di una rinnovata architettura 2 Big + 2 Middle + 4 Little, composta da un cluster dual-core A76 a 2.6 GHz, un dual-core A76 ad 1.92 GHz ed un cluster A55 ad 1.8 GHz. La componente grafica sarà gestita dalla nuova GPU Mali-G7610 core, addirittura il 178% meno energivora della Mali-G72 del Kirin 970. Il tutto sarà coadiuvato da moduli RAM LPDDR4X2133 MHz.

LEGGI ANCHE:
Huawei Mate 20 Lite in arrivo in Italia: questo il prezzo di vendita

Huawei Mate 20: tanta potenza e non solo con il Kirin 980

Parlando di multimedialità, il comparto fotografico comprenderà un Dual ISP, ovvero un doppio processore d'immagine per l'elaborazione degli scatti. Anche qua avremo un miglioramento nella velocità degli scatti del 46%, un risparmio energetico durante la registrazione dei video del 23% ed una latenza diminuita del 33%. Come per il predecessore, anche con il Kirin 980 è stato dato molto spazio all'intelligenza artificiale. A tal proposito, è stata integrata una doppia NPU, la quale andrà a migliorare anche le foto per ciò che concerne il riconoscimento delle immagini con prestazioni triplicate ed un AI Processing migliorato del 134%.

Non mancano novità legato al reparto connettività, grazie ad un modem 4.5G LTE Cat.21 in grado di raggiungere velocità in download fino ad 1.4 Gbps. Questo sarà affiancato dal nuovo chip Wi-Fi Hi1103, con supporto in download fino ad 1733 Mbps. Inoltre, si tratta di un chipset 5G Ready in accoppiata al nuovo modem Balong 5000 di Huawei. Da segnalare, poi, il supporto Dual-frequency GPS per avere una precisione notevolmente migliorata nella navigazione satellitare. Appuntamento, quindi, alla presentazione di Huawei Mate 20 Pro, con il quale scopriremo le effettive potenzialità del SoC.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.