Tutti ricorderanno l'attesa durante il MWC 2016 per la presentazione dello Xiaomi Mi 5. A distanza di 8 mesi circa, Xiaomi ripropone, sempre con la sua stessa formula, specifiche di alto livello ad un prezzo contenuto per il neonato Xiaomi Mi 5S.

Di fatto si tratta di una versione aggiornata del top di gamma dell'azienda asiatica: Qualcomm Snapdragon 821, lettore d'impronte digitali ultrasonico e stesso sensore fotografico del Google Pixel premiato da DxOMark: ma come si comporta realmente questo nuovo gioiello di tecnologia? Non vi resta che scoprirlo nella nostra recensione completa.


Lo Xiaomi Mi 5S è disponibile all'acquisto in versione 3/64 GB sullo store online Tinydeal ad un prezzo di 327,17 euro nella variante Silver.


Xiaomi Mi 5S, la recensione di GizChina.it

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Unboxing

Nessuna sorpresa all’interno del box di vendita del device, dove troviamo:

  • Xiaomi Mi 5S;
  • caricatore rapido da 12/9/5V e 2.5/2/1.5A;
  • cavo micro USB / Type-C;
  • spilletta per l’estrazione del carrellino SIM;
  • manuale utente.

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Design e qualità costruttiva

Rispetto al suo predecessore, in questo Xiaomi Mi 5S il metallo ha preso il posto del vetro per la realizzazione della scocca posteriore. Il design risulta particolarmente premium, merito anche del disegno delle antenne e dei materiali utilizzati. Molto bella la curvatura laterale del metallo che si raccorda con il vetro frontale a protezione del display con curvatura 2.5D.

Xiaomi Mi 5S

Buono anche il grip, coadiuvato dalle dimensioni di 145.6 x 70.3 x 8.3 mm ed un peso contenuto di soli 145 grammi. Sotto il profilo dell'oleofobicità ottimo il trattamento superficiale del vetro così come la back cover che non trattiene le ditate.

xiaomi-mi-5s-1

Sul lato destro vediamo il tasto Power ed il bilanciere del volume, mentre sul lato sinistro abbiamo lo slot dual Nano SIM, il quale non supporta le microSD. Superiormente vediamo l’ingresso mini jack per le cuffie, mentre è assente il sensore IR per comandare set top box.

Il secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali, invece, è camuffato lungo la schermatura superiore delle antenne.

Inferiormente, invece, abbiamo l’ingresso USB Type-C, la griglia dello speaker e quella del microfono principale.

Sulla parte posteriore è presente poi la fotocamera principale con annesso flash LED dual tone.

Frontalmente vediamo poi un’altra novità, ovvero la scomparsa del tasto fisico centrale, sostituito da un tasto Home capacitivo che ospita il lettore di impronte digitali con tecnologia ad ultrasuoni (fino a 5 impronte registrabili) con una velocità di sblocco che ci ha lasciato qualche perplessità in quanto a reattività.

A fianco di esso, troviamo poi i 2 tasti soft touch retroilluminati, per i quali è possibile impostare alcune funzioni per il singolo tocco e la pressione prolungata.

Xiaomi Mi 5S

Infine, superiormente troviamo la fotocamera anteriore, la capsula auricolare, i sensori di prossimità e luminosità, assieme al LED di notifica RGB.

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Display

Il display del Mi 5S è un’unità da 5.15 pollici con risoluzione Full HD e 428 PPI di densità. Pur essendo un pannello di tipo IPS, i colori sono molto ben riprodotti e saturati al punto giusto, anche se è possibile notare una variazione cromatica quando si inclina eccessivamente il telefono, soprattutto per quanto riguarda i neri. Comunque, nelle impostazioni è possibile settare alcuni profili di utilizzo, a loro volta modificabili.

Xiaomi Mi 5S

La luminosità massima è molto buona grazie ad un valore di 600 nits e non abbiamo grossi problemi di lettura in esterna, visto anche che il sensore automatico lavora bene.

Inoltre, in condizioni di forte luce solare il display tende a saturare maggiormente i colori così come visto su alcuni terminali Samsung, in modo da facilitare la visione.

Ottima anche la luminosità minima in situazioni di scarsa luminosità. Presente anche la modalità Lettura, con la quale possiamo andare a diminuire la componente blu per un affaticamento minore degli occhi. Molto reattivo anche il touch screen, il quale non perde mai un colpo.

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Hardware e performance

Questo Xiaomi Mi 5S è uno fra i primi smartphone in commercio ad adottare il nuovo Qualcomm Snapdragon 821, ovvero una versione potenziata dello Snapdragon 820.

Abbiamo, difatti, un processore quad-core con architettura a 64 bit ARMv8-A Kryo: 2 x 2.15 GHz + 2 x 2.0 GHz.

Xiaomi Mi 5S

Le performances sono eccellenti in qualsiasi situazione, non si notano rallentamenti e tutto il sistema gira con estrema fluidità.

Riguardo la parte grafica, il comparto è affidato alla GPU Adreno 530 da 624 MHz, la quale garantisce delle sessioni di gaming sempre impeccabili anche con i giochi più pesanti, con un frame rate sempre alto e costante con dettagli grafici settati al massimo.

Xiaomi Mi 5S

In abbinamento alla CPU Qualcomm troviamo i 3 GB di RAM LPDDR4 dual channel da 1866 MHz. Nonostante si tratti di un quantitativo minore rispetto ad altri top di gamma, il device risulta particolarmente ottimizzato e si riescono a tenere in background moltissime applicazioni che possono essere riaperte senza ricaricamenti.

Xiaomi Mi 5S

Così come per il suo predecessore è assente l’espansione tramite micro SD. Presenti nella variante a nostra disposizione 64 GB di memoria interna la quale, essendo di tipologia UFS 2.0, mostra la sua velocità sia durante l’installazione di giochi che nei benchmark appositi.

Nessun problema nell'utilizzo dei browser (sia quello di default che Google Chrome) che nella riproduzione video, con supporto al formato 4K.

Xiaomi Mi 5S – Test gaming Real Racing 3

Xiaomi Mi 5S – Comparto fotografico

Altro aspetto sicuramente interessante di questo nuovo Xiaomi Mi 5S è il comparto fotografico. Posteriormente è presente un sensore Sony IMX378 Exmor RS da 12.2 mega-pixel, lo stesso presente sui nuovi Google Pixel e Pixel XL. Più nello specifico, abbiamo un'apertura f/2.0, autofocus PDAF, lente a 6 elementi, modalità HDR Auto, registrazione video 4K e doppio flash LED dual tone.

La particolarità principale è la dimensione del sensore, in questo caso da 1/2.3” e con pixel da 1.55 µm. Per avere un confronto, il sensore presente a bordo dell’iPhone 7 ha dimensioni di 1/3” e 1.22 µm. Proprio per questo motivo secondo l'azienda non ci sarebbe necessità, viste le dimensioni del sensore, di abbinare la stabilizzazione ottica a quella digitale unicamente presente sullo Xiaomi Mi 5S.

xiaomi-mi-5s-21

In condizioni di buona luce le immagini catturate sono sempre di ottima qualità. Inoltre presente la funzionalità HDR Auto che garantisce un'esperienza d'uso ottimale soprattutto per quanto riguarda il punta e scatta.

Molto veloce anche il software della fotocamera ed altrettanto veloce è anche la messa a fuoco di tipo PDAF. In fase notturna, nonostante ci sia un abbassamento della qualità degli scatti ottenuti, sono rimasto positivamente colpito dal lavoro svolto da questo nuovo sensore Sony a bordo del Mi 5S.

Molto buono anche il flash dual tone, decisamente potente, che illumina molto bene la scena. La fotocamera anteriore è da 4 mega-pixel, sempre con apertura focale f/2.0, e anch'essa restituisce scatti decisamente buoni, anche in condizioni di scarsa luce.

  • Foto diurne
  • Foto notturne e in condizioni di scarsa luminosità
  • Selfie

Xiaomi Mi 5S – Test di registrazione 4K e Full HD

La registrazione video può essere effettuata in 4K o in Full HD, in entrambi i casi a 30 fps. Nonostante manchi la stabilizzazione ottica devo ammettere che la stabilizzazione digitale lavora piuttosto bene, mentre ciò che mi ha convinto meno è la messa a fuoco continua (CAF) che, come potete notare nel video realizzato in Full HD, tende ad aggiornarsi di continuo con un risultato non gradevole nei video realizzati.

Possibilità anche di effettuare time-lapse e slow-motion a 120 fps (soltanto in risoluzione HD).

Xiaomi Mi 5S – Audio

Sempre rimanendo nel comparto multimediale, lo speaker fornisce un audio sufficientemente corposo. Le frequenze basse sono presenti ma leggermente a discapito di quelle alte che tendono un po’ ad essere soffocate.

Di livello l’ascolto in cuffia, veramente di qualità e dal volume quasi esagerato. Nel player di default è presente l'equalizzatore, oltre ad alcuni profili impostabili a seconda del device audio di marca Xiaomi che stiamo eventualmente utilizzando.

Molto buono anche l'audio in fase di chiamata, ed ho gradito soprattutto l’ascolto in vivavoce, il quale restituisce un suono molto caldo.

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Connettività

Lo Xiaomi Mi 5S, presenta il supporto in dual SIM di tipo stand-by con supporto al 4G, grazie al modem LTE Cat.12, e al VoLTE.

Al di là dell'assenza della banda 20, non abbiamo riscontrato nessun problema nella connessione dati 4G LTE con cambi di cella rapidi senza alcun tipo di incertezza.

Xiaomi Mi 5S

Non abbiamo nessun tipo di problema nella ricezione Wi-Fi, accompagnata da connettività Bluetooth 4.2 e GPS/A-GPS/GLONASS per la navigazione satellitare, ben reattiva.

Presente inoltre il chip NFC, mentre assente sia il sensore IR quanto la Radio FM.

Xiaomi Mi 5S – Software

A bordo del Mi 5S troviamo Android 6.0.1 Marshmallow accompagnato dalla nuova versione dell'interfaccia di Xiaomi, ossia la MIUI 8.

Attualmente ancora non è presente una versione globale con supporto nativo alla lingua italiana e ai servizi Google, che nonostante ciò possono essere installati facilmente.

Tuttavia nell'utilizzo quotidiano questo Mi 5S è fluido e reattivo, esente da bug e/o imputamenti, segno di una buona ottimizzazione, senza contare che l'hardware a bordo è quanto di meglio il mercato mobile possa attualmente offrire.

Xiaomi Mi 5S

Numerose le possibilità di personalizzazione, tipiche della MIUI. Piacevole la nuova grafica a scorrimento dei toggles rapidi ed un menù delle Impostazioni molto più flat e sobrio, dal design particolarmente gradevole.

Presenti le funzioni “Second space“, capace di separare lo spazio a disposizione nel proprio device come se avessimo due smartphone in uno, utile ad esempio per separare la sfera privata da quella lavorativa, “Lite Mode“, che permette di rendere l’intera interfaccia della MIUI semplificata al massimo, e “Dual Apps”, utile per poter impostare più account di app di messaggistica istantanea, come ad esempio Whatsapp.

Xiaomi Mi 5S

Infine troviamo un ricco menù “Battery & Performance“, molto completo, grazie al quale si potranno gestire al meglio il consumo energetico e anche le app in background dalle quali si desidera ricevere le notifiche.

Xiaomi Mi 5S

Xiaomi Mi 5S – Autonomia

L’autonomia è garantita da una batteria da 3200 mAh non removibile. Troviamo sostanzialmente un incremento della capacità rispetto al suo predecessore Xiaomi Mi 5.

Per quanto riguarda il consumo in standby, portando la ricarica al 100% alle 00:00 e non utilizzando il device durante la notte, alle 08:00 la percentuale era pari al 94%.

Con un utilizzo medio/intenso, durante tutto il giorno con due SIM attive (una Vodafone con connessione 4G ed una Fastweb), senza alcun risparmio energetico attivo, con Telegram, Facebook, Whatsapp, Instagram, due email in push, 30 minuti di contenuti YouTube, 1 ora circa di telefonate, riprese video in Full HD, 4K e luminosità al 70%, abbiamo sfiorato le 5 ore di display.

In buona sostanza non mi sono posto nessuna limitazione e ho reinserito in carica lo smartphone alle 18:20, risultato veramente ottimo che vi permetterà di coprire quindi una giornata di utilizzo veramente stressante senza alcun tipo di problemi.

Xiaomi Mi 5S

Per quanto riguarda la ricarica, grazie allo standard Quick Charge 3.0 presente con lo Snapdragon 821, ecco le tempistiche di una ricarica completa, per la quale occorre circa 1 ora e 40 minuti:

  • 0-30%: 25 minuti
  • 0-50%: 35 minuti

Xiaomi Mi 5S – Conclusioni

Spesso migliorare uno smartphone di successo come è stato lo Xiaomi Mi 5 è un compito realmente arduo. Eppure, apportando dei giusti accorgiment Xiaomii ha reso questo device ancora una volta un best buyEquilibrato, compatto, potente e con delle grosse potenzialità sotto il profilo multimediale, questo smartphone mi ha realmente convinto.

Mi ha lasciato perplesso soltanto il funzionamento non sempre reattivo del lettore d'impronte digitali con tecnologia ad ultrasuoni (che potrebbe essere migliorato con gli aggiornamenti della ROM) e le anti-estetiche bande nere a contorno del display che stonano abbastanza soprattutto nella variante con Silver/White.

Lo Xiaomi Mi 5S è disponibile all'acquisto in versione 3/64 GB sullo store online Tinydeal ad un prezzo di 327,17 euro nella variante Silver.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina ufficiale Facebook, tramite il nostro canale notizie Telegram Telegram , il nostro gruppo Telegram Telegramo iscrivendosi alla nostra rivista di Play EdicolaGoogle Play Edicola. Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.