Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro: tanta IA e 7 anni di aggiornamenti

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Ormai è una storia che abbiamo imparato a conoscere: quando si parla dei Pixel, si parla di smartphone “progettati” per sfruttare al meglio le possibilità dell’intelligenza artificiale, e con il Google Pixel 8 e Google Pixel 8 Pro le cose non cambiano.

Perché ok, i nuovi smartphone del brand arrivano nel nostro mercato in contemporanea con gli altri paesi del mondo (e quest’anno arriva anche il Pixel Watch 2), sono animati dal nuovo Tensor G3, migliorano anora di più nell’interazione hardware/software, sono realizzati con materiali premium e la versione Pro arriva con il più grande update fotografico dai tempi del Pixel 6. Ma non è questo il punto: i nuovi smartphone di Big G sono i primi dispositivi ad ottenere ben 7 anni di major update, ed è un record assoluto.

Insomma, dopo il successo della serie Pixel 7 Google punta anche all’Italia (e nella grande distribuzione), e lo fa con quelli che sono la massima espressione di ciò che si può avere nel mondo Android grazie all’integrazione del software e dell’hardware nato in casa Google che spingono al massimo le possibilità concrete e tangibili dell’intelligenza artificiale Made in Mountain View.

Ma in Italia lo fa un pochino a metà: purtroppo, a differenza di come accade in altri Paesi, nel Bel Paese non c’è alcuna promozione di lancio che includa il Pixel Watch 2 in bundle. Peccato.

Recensione Pixel 8 e Pixel 8 Pro

Design e materiali

Così come succede ormai da anni, il design dei nuovi smartphone di Google cambia leggermente rispetto alla generazione precedente, ma non in maniera drastica visto che ormai i designer di Mountain View sono riusciti a creare un tratto distintivo ben chiaro, soprattutto nella zona del camera bump.

In realtà, in termini di design i punti in comune tra i due modelli sono tanti, a partire dal camera bump che quest’anno diventa opaco nella variante base e lucido nella variante Pro: lo so, si tratta di un particolare estetico che può piacere o non piacere, ma l’idea di continuare ad utilizzare questa fascia non solo rende “identificabili” gli smartphone di Google, ma evita qualsiasi tipo di dondolio quando li si appoggia su superfici piane.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Viceversa, la cover posteriore del Pixel 8 continua ad essere lucida, mentre quella del Pixel 8 Pro diventa opaca, quasi morbida al tatto, e migliora nettamente l’ergonomia rispetto alle versioni precedenti. Per notare questa differenza però, bisognerà utilizzare lo smartphone senza cover protettiva, altrimenti si perde la magia.

Ci sono differenze anche nella zona anteriore dei dispositivi e, no, non mi riferisco solo alle diverse dimensioni dei display. Il vetro anteriore del Pro è un Gorilla Glass Victus 2, mentre la variante base utilizza un vetro Victus di prima generazione, le cornici sono state ottimizzate meglio e sono quasi simmetriche, ma la vera novità sta nel modello Pro: ora, finalmente, il display anteriore è piatto. Alleluja.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

A dirla tutta, poi, il Pixel 8 ha un display leggermente più piccolo del Pixel 7 e questo, assieme al miglior processo di assemblaggio e alle rifiniture molto più premium, lo rende decisamente più comodo da utilizzare.

Dal mio punto di vista i 6.2” del Pixel 8 sono la dimensione ideale per chiunque non voglia uno smartphone grande e fastidioso, ed anche se sulla carta le differenze potrebbero sembrare minime, la nuova versione della variante base dei Pixel è molto più comoda da utilizzare rispetto a quella dell’anno scorso.

Per il resto i due smartphone sono praticamente identici. I tasti per il controllo del volume e l’accensione del dispositivo sono sul lato destro, e sono facilmente raggiungibili, inferiormente è presente l’ingresso per l’USB-C, accanto al quale troviamo uno dei due speaker.

Insomma, anche se a colpo d’occhio potrebbero sembrare identici alla generazione precedente, in realtà appena si impugnano i dispositivi ci si rende conto che il design ed i materiali sono molto diversi da quelli visti nella serie Pixel 7: sono molto più rifiniti e hanno un touch and feel migliore.

Display

Grandi update per i display, che continuano ad essere una delle differenze più importanti tra il Google Pixel 8 e Google Pixel 8 Pro. Il display del Pixel 8 è un Actua OLED da 6.2” con una risoluzione di 2400 x 1800 pixel che, seppur guadagni i 120 Hz di refresh rate, non è di tipo LTPO.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Quello del Pixel 8 Pro invece, continua ad essere da 6.7” ma diventa un Actua OLED LTPO, in grado quindi di gestire il refresh rate variabile da 1 a 120 Hz e, nei nostri test, ci riesce davvero bene: è uno dei pochi smartphone che arriva fino ad 1 Hz di frequenza di aggiornamento, mentre la stragrande maggioranza degli altri dispositivi si ferma a 10 Hz.

Tra i due modelli, poi, cambiano anche densità di pixel per pollice e luminosità di picco. Pixel 8 ha un pannello da 428 ppi e 2000 nit con i contenuti standard e 1400 nit durante la riproduzione di video. Pixel 8 Pro ha una densità di pixel per pollice di 489 ppi e una luminosità di picco dichiarata di ben 2400 nit per i contenuti SDR e 1600 nit per quelli in HDR.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Si tratta di display profondamente migliorati che, nei nostri test, si sono messi in cima alle classifica in quanto a picchi misurati soprattutto per la variante Pro che ha raggiunto 2209 nits e 1338 nits con schermata bianca.

Pixel 8 invece è arrivato a 1609 nits di picco (quindi un valore piuttosto distante ai 2000 nits dichiarati) e a 1348 nits con schermata tutta bianca.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

In soldoni, oltre ad un’ottima taratura di bianchi e colori, neri molto profondi ed un ottimo rapporto di contrasto, i nuovi smartphone di Google sono particolarmente performanti su schermate bianche il che, in pratica, ad si trasforma in una migliore visibilità delle pagine web in condizioni di luce diretta.

Non siamo ancora ai livelli di iPhone 15 Pro Max, ma i display dei nuovi Pixel sono tra i migliori che potrete trovare in uno smartphone Android. Poco ma sicuro.

Hardware e prestazioni

La novità più importante di Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro è il nuovo Tensor (G3), la terza generazione del SoC che cambia nel processo produttivo, arrivando a 4 nm. Utilizza un Cortex X3 principale in grado di lavorare fino a 2,91 GHz con altri quattro core Cortex-A715 a 2,45GHz e quattro core più piccoli Cortex-A510 con frequenza di 2,15GHz, mentre la GPU è una ARM Immortalis-G715s MC10.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Ora, ancora una volta nel progettare il suo SoC Google non si è focalizzata sull’aumento della potenza nuda e cruda (cosa evidente dai benchmark di cui parleremo a breve) ma ha lavorato tantissimo sull’integrazione fino al midollo dell’intelligenza artificiale.

Ok, il nuovo Chip ha dei core ARM più prestanti, una nuova GPU e nuovi processori per l’imaging, ma il focus principale del brand è stata la nuova TPU su cui sono stati disegnati praticamente tutti i modelli IA integrati negli smartphone.

In soldoni, a differenza di quanto accadeva con la generazione precedente, con il nuovo Tensor gli smartphone di Google sono ora in grado di eseguire in locale modelli di IA generativa complessi, compresi quelli sviluppati da Google DeepMind, una cosa impossibile fino a pochi anni fa.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Ora, va detto che nella pratica sia il Google Pixel 8 che il Google Pixel 8 Pro tendono a scaldare un pochino, ma molto meno di quanto visto nella generazione precedente. Ma questo surriscaldamento minore ha un prezzo: come evidenziato dallo stress test di AnTutu, dopo 5 minuti di carichi pesanti i dispositivi tendono a ridurre le frequenze dei core e, di conseguenza, le prestazioni generali del SoC.

Ed è proprio questo tentativo di tenere sotto controllo le temperature, unito alla natura stessa del SoC di Google, che nei benchmark fa ottenere risultati piuttosto bassi al Tensor (G3).

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Tornando ad argomenti più “umani”, dando per scontato che tutte queste differenze di cui ho parlato si riscontrano perlopiù solo nei benchmark e non nell’utilizzo quotidiano, l’audio in capsula di Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro è da primo della classe, così come la connettività alle reti WiFi 7 e l’audio stereo. Ottimo il sistema di feedback aptico che in questa generazione è migliorato tantissimo, bene ma non benissimo la ricezione del segnale cellulare: con una sim Vodafone non ho avuto alcun problema, ma con la sim Iliad invece mi è sembrata un po’ sotto tono colpa, ancora una volta, del modem Exynos integrato che è rimasto lo stesso dell’anno scorso.

Molto ma molto meglio il sensore per le impronte digitali integrato sotto lo schermo che è decisamente più veloce rispetto a quello dell’anno scorso ma che, diciamola tutta, è ancora un po’ sotto tono rispetto ai competitor, ed ottimo il nuovo sistema di sblocco con il volto che sfrutta il machine learning del nuovo processore di Google che, per la prima volta in uno smartphone con riconoscimento del volto in 2D, quest’anno si può utilizzare anche come autenticazione per i pagamenti.

Fotocamere

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Arrivano novità anche per quanto riguarda le fotocamere: sia Google Pixel 8 che Pixel 8 Pro integrano un hardware fotografico in parte rinnovato, soprattutto nella variante più grande.

Ecco le caratteristiche tecniche delle fotocamere del Google Pixel 8 Pro:

  • Fotocamera principale
    • Sensore da 50 megapixel
    • Apertura f/1,68
    • Dimensione pixel: 1,2 µm
    • Stabilizzazione ottica
  • Ultra Grandangolare
    • Sensore da 48 megapixel
    • Field of view 125,5°
    • Apertura f/1,95
    • Dimensione pixel: 0,8 µm
  • Zoom periscopico
    • Sensore da 48 megapixel
    • Apertura: f/2,8
    • Dimensione pixel: 0,7 µm
    • Zoom ottico 5x

Ecco le caratteristiche tecniche delle fotocamere del Google Pixel 8:

  • Fotocamera principale
    • Sensore da 50 megapixel
    • Apertura f/1,68
    • Dimensione pixel: 1,2 µm
    • Stabilizzazione ottica 
  • Fotocamera ultra wide
    • Sensore da 12 megapixel
    • Field of view: 125,8°
    • Apertura: f/2,2
    • Dimensione pixel: 1,25 µm 

Ad ogni modo, eccezion fatta per lo zoom 5x periscopico del Pixel 8 Pro che probabilmente ormai qualitativamente è in grado di giocarsela con quello integrato nell’iPhone 15 Pro MAx, in linea del tutto generale le prestazioni fotografiche di Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro si equivalgono quando si utilizzano le altre due ottiche: con questi smartphone si possono scattare fotografie fantastiche che ricordano il motivo per il quale ogni anno i dispositivi di Google vengono incoronati come i Re della fotografia da smartphone: in condizioni di buona luminosità le immagini hanno una resa notevole e ricca di dettagli, colori vivaci e contrasto elevato.

Cambia molto il bilanciamento del bianco che, a differenza delle generazioni precedenti, con i nuovi smartphone diventa un po’ meno freddo, migliora però tantissimo la percezione della profondità, dovuta anche ad una migliore elaborazione delle ombre.

E questa ottima qualità la si trova anche in condizioni di luminosità più difficili e di notte. I colori risultano sempre ben bilanciati e naturali ma, soprattutto nelle zone più scure dell’immagine, potrebbe verificarsi un leggero rumore in più. Infine un appunto sulle foto in notturna con lo zoom periscopico del Pixel 8 Pro: grazie ad un’apertura maggiore rispetto all’anno scorso, in condizioni di bassa luminosità la qualità delle foto è migliorata parecchio rispetto alla generazione precedente.

Le nuove funzioni IA nelle foto e nei video

In realtà però, il vero “game changer” dei nuovi Pixel sono le funzionalità che sfruttano l’intelligenza artificiale nelle foto e nei video. Perché oltre all’interfaccia ridisegnata dell’app Fotocamera e alla modalità “Pro” nel Pixel 8 Pro, i nuovi smartphone mettono a disposizione tutta una serie di funzionalità avanzate non solo per le foto, ma anche per i video.

Continuano ad essere presenti la funzione “Gomma Magica” e “Sfocatura foto”, che abbiamo già visto nei Pixel 7, ed arrivano il Magic Editor, la Gomma Magica Audio e la funzione Scatto Migliore. Ma andiamo con ordine.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Con Magic Editor si possono ora modificare le fotografie scattate non solo eliminando oggetti, persone ed animali indesiderati, ma anche spostandoli, ingrandendoli o rimpicciolendoli. È una funzionalità con un potenziale altissimo e molto semplice da utilizzare che, però, non in tutte le situazioni di scatto funziona benissimo.

Sia chiaro, nella stragrande maggioranza delle volte funziona bene, ma potrebbe capitare che l’IA di Google non selezioni perfettamente alcuni soggetti, oppure che li selezioni solo in parte.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

C’è poi la Gomma Magica Audio, che è davvero eccezionale. In sostanza si tratta di un sistema di cancellazione del rumore che, grazie all’IA è in grado di riconoscere la voce di chi compare nel video e tutti i rumori che, in realtà, sarebbe meglio non ci fossero. Il vento, il rumore di fondo, e gli altri suoni di fastidio vengono riconosciuti ed eliminati dall’intelligenza artificiale di Google, con risultati più che buoni.

Anche qui però, è importante ricordarsi di non esagerare con il livello di cancellazione del rumore, in modo da evitare di ottenere un audio troppo ovattato e metallico. Fortunatamente, una volta analizzata la clip, sarà lo stesso software a consigliare all’utente i livelli di ottimizzazione ottimali.

Infine c’è la funzione Scatto Migliore, che è quella che più ci ha stupiti. In sostanza con i nuovi Pixel si potrà modificare il viso di uno o più soggetti in uno scatto, a patto che si scattino più foto dell’inquadratura.

In questo caso, una aperta la modifica della foto, sarà lo stesso software a riconoscere i volti e a proporre diverse espressioni delle persone inquadrate. E, ve lo dico, funziona talmente bene che sembra quasi inquietante in fase di modifica.

Software

Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro arrivano ovviamente sul mercato con Android 14, il tutto personalizzato dall’esperienza Pixel che, alla fine, è praticamente una versione stock di Android ma con tutta una serie di funzioni in più, alcune delle quali derivanti proprio dall’IA.

In primis, nei nuovi Pixel, grazie all’intelligenza artificiale si potrà avere accesso a sfondi infiniti: basterà selezionare un colore, il tipo di immagine che si vuole ed altri parametri, e l’IA di Google genererà dal nulla un’immagine da utilizzare come sfondo.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Android 14 è anche più personalizzabile. Sui dispositivi Pixel è ora possibile modificare lo stile dell’orologio nella schermata di blocco, le due scorciatoie e così via. Il nuovo OS poi aggiunge anche la modalità Ultra HDR, miglioramenti per quanto riguarda l’ottimizzazione della gestione energetica e nuove funzionalità relative all’accessibilità.

Pixel 8 e Pixel 8 Pro inoltre integrano anche alcune funzionalità esclusive, come il Filtro Chiamate migliorato dall’IA che consente di ricevere in media il 50% in meno di chiamate di spam, inoltre ora possono rispondere alle chiamate con una voce più naturale rispetto a quella vista nelle generazioni precedenti.

Infine, Google ha promesso anche l’arrivo della funzione Summarize, con la quale gli smartphone potranno generare automaticamente un riassunto dei contenuti di documenti e pagine web, dandole in pasto all’IA e facendole fare la magia.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

Insomma, avrete capito che il cuore pulsante dei nuovi smartphone di Google è l’intelligenza artificiale e una cosa è certa: con Pixel 8 e Pixel 8 Pro anche le persone meno esperte portanno iniziare a comprenderne i benefici tangibili, che vanno ben oltre alle solite chiacchiere a cui ci hanno abituato gli altri brand.

Il sistema nel complesso è decisamente fluido, non c’è mai un lag, e poi è importante ricordarsi che i Pixel sono da sempre tra gli smartphone che si aggiornano più rapidamente alle nuove versioni del sistema operativo, e per il numero maggiore di anni, ma questa volta è stato battuto un record: Pixel 8 e Pixel 8 Pro riceveranno ben 7 anni di major update diventando gli smartphone più longevi della storia.

Autonomia della batteria e ricarica

Non ci sono novità di riguardo circa le batterie di Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro: il più piccolo ha una 4.575 mAh, mentre il più grande ha una 5.050 mAh. La novità sta però nel Tensor (G3) che effettivamente è in grado di garantire un’aumento dell’autonomia che varia dal 5 al 10%, in base agli utilizzi che si fanno e all’attivazione o meno dell’always on anche grazie a degli algoritmi che ottimizzano proprio i consumi energetici.

Recensione Google Pixel 8 e 8 Pro migliori smartphone medio top gamma display fotocamera tensor prestazioni promozioni prezzo sconto italia coupon

In tutta sostanza, l’autonomia dei due dispositivi è molto simile a quella vista nella generazione precedente: con entrambi si arriva a sera senza problemi, raggiungendo le 6 ore circa di display acceso.

Peccato per la ricarica, che in entrambi gli smartphone continua ad essere ferma a 30 watt via cavo e a 23 watt in modalità wireless e che permette di ricaricare almeno il 50% in circa 30 minuti.

Prezzo e conclusioni

Veniamo però ora alla nota dolente: il prezzo, che è aumentato significativamente rispetto all’anno scorso. Il prezzo di vendita di Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro è rispettivamente 799,99 euro e 1099,00 euro per le versioni con 128 Gb di memoria interna. Ed è un aumento importante, non solo proprio numericamente ma soprattutto perché quelli di Google non hanno pensato neppure di far partire i propri prodotti direttamente nelle versioni da 256 Gb.

Una situazione che fa storcere il naso, poco ma sicuro, ma una cosa bisogna dirla: Google Pixel 8 Google Pixel 8 Pro hanno del potenziale. Tutta l’intelligenza artificiale integrata è tangibile come non mai, e l’hardware anche se non punta alle prestazioni nude e crude è sempre più ottimizzato.

Sono poi realizzati molto meglio, hanno quel touch and feel da dispositivi “premium”, insomma sono la massima espressione di Google nel mondo degli smartphone e chi li acquista potrà aggiornarli per ben 7 anni.

È chiaro che Google voglia entrare in Italia a gamba tesa, anche e soprattutto nei negozi fisici, ma forse ha sbagliato il timing: avrebbe dovuto farlo l’anno scorso, con i dispositivi che costavano il giusto e molto meno dei diretti competitor oppure, quantomeno, per “giustificare” l’aumento dei prezzi avrebbe potuto pensare ad un bundle iniziale con il Pixel Watch 2, come avviene tra l’altro in altri Paesi europei.



N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all’acquisto, vi consigliamo di disabilitare l’AdBlock.

⭐️ Amazon ha annunciato le date del Prime Day 2024 (16 e 17 luglio): scopri tutti i dettagli dell'evento più atteso dell'anno e come seguire con noi le offerte in tempo reale (per non perdere nemmeno un'occasione)!