Recensione GameSir X2: con il Game Pass trasforma lo smartphone in console!

GameSir X2
Photon Ultra

Il Cloud Gaming ha portato tantissimi cambiamenti all'interno del settore videoludico, in quanto ha consentito a tutti coloro che posseggono anche solo uno smartphone di giocare ai titoli più famosi sul mercato solo sfruttando la rete. Per questo motivo tantissime aziende si sono attrezzate per offrire degli accessori che facilitassero l'esperienza di gioco e riducessero il gap competitivo con chi ha mouse e tastiera. Tra queste ce n'è una in particolare che da anni è leader in questo settore, ovvero GameSir, la quale ha lanciato da poco i suoi GameSir X2 Type-C e GameSir X2 Bluetooth.

Stiamo parlando di due joystick da connettere con il vostro smartphone che lo renderanno molto simile ad una Nintendo Switch e che vi faranno competere ad alti livelli. Come si saranno comportati durante i vari test? Non ci resta che scoprirlo all'interno della nostra recensione completa!

Recensione GameSir X2

Unboxing – GameSir X2

La confezione di vendita è realizzata in cartonato rosso e al suo interno è presente la seguente dotazione:

  • GameSir X2;
  • custodia semi-rigida in tessuto;
  • manualistica;
  • 4 gommini di ricambio per i pulsanti analogici;
  • adesivi.

Inoltre facciamo presente che nel modello X2 Bluetooth è presente anche un cavo USB – USB Type-C.

Design e costruzione

Dal punto di vista del design l'azienda ha voluto prendere spunto dalle forme della Nintendo Switch, ricalcandone in parte i colori e la collocazione dei tasti. Anche una volta inserito lo smartphone, la sensazione al tocco e l'usabilità ne ricordano le sembianze. Tuttavia, facciamo presente che, oltre alla connettività, l'unica differenza tra i due è l'inversione dei tasti X, Y e A, B.

Il GameSir X2 ha le dimensioni di 17.7 x 8.4 x 2.5 centimetri e la parte interna può espandersi fino a supportare smartphone con lunghezza massima di 173 millimetri, praticamente quasi tutti i dispositivi Android, oltre che gli iPhone.

I controller sono realizzati in plastica opaca di buona fattura e di ottima finitura, in quanto tutti i tasti restituiscono un bel feedback, sono scorrevoli e gli analogici hanno un grip soddisfacente. Sotto questo punto di vista l'azienda ha fatto un ottimo lavoro perché si percepisce all'istante la qualità del prodotto.

Posteriormente abbiamo i classici tasti L1+L2 e R1+R2, frontalmente gli analogici, le freccette direzionali, il tasto per gli screenshot, il tasto S, G e Home, 2 LED di stato e X, Y, A, B.

Qui facciamo un'altra piccola distinzione, perché sul GameSir X2 Type-C l'ingresso USB sulla parte inferiore viene utilizzato per caricare lo smartphone mentre si gioca, mentre sul GameSir X2 Bluetooth per ricaricare il joystick una volta scarico. Inoltre, su quest'ultimo è presente anche il tasto power.

Funzionalità e software

Questi due GameSir X2 possono essere utilizzati in diversi modi, sia con i giochi tradizionali sul PlayStore (e App Store) che per tutti i giochi in cloud, soprattutto con Xbox Cloud Gaming (con Xbox Game Pass) con cui ha un'apposita certificazione, ma di questo ne parleremo tra poco.

Iniziamo dal primo caso e parliamo della modalità standard, ovvero “accendi e gioca” senza nessun tipo di configurazione dei tasti.

Infatti per la variante Type-C basterà attaccare lo smartphone e iniziare giocare con tutti i giochi compatibili, mentre con l'X2 Bluetooth dovrete accendere il controller per la prima volta premendo il tasto Power + A, ma successivamente basterà premere il tasto d'accensione e si connetterà con l'ultima modalità usata in precedenza.

GameSir X2 Type-C

Ma perché continuo a parlare di modalità? Perché l'azienda ha pensato veramente a tutto, in quanto ci sono moltissimi giochi che non supportano l'utilizzo di un gamepad esterno come ad esempio PUBG, Genshin Impact e tanti altri ancora. Per questo motivo attraverso l'applicazione GameSir scaricabile dal PlayStore e App Store (con il QR code presente nel manuale d'istruzioni) sarà possibile configurare completamente qualsiasi tasto e sono supportate addirittura le combo!

Per fare ciò dovrete prima collegare i due controller in modalità G-Touch. Per farlo sul GameSir X2 Bluetooth vi basterà premere “Power + tasto G” se avete Android o “B + Home” se avete iPhone, mentre sul GameSir X2 Type-C dovrete premere “tasto G + Home“.

Una volta che l'app avrà rilevato il dispositivo dovrete selezionare tutti i giochi che avete scaricato e di cui volete personalizzare i tasti e accedervi direttamente da lì. Premendo il tasto G avrete accesso alle impostazioni e da lì in poi potrete spostare tutti i pulsanti per settarli a vostro piacimento, salvare le configurazioni in base a giochi differenti e tanto altro ancora.

In questo modo la giocabilità sarà totalmente rivoluzionata e avrete un vantaggio competitivo non indifferente, soprattutto perché non riscontrerete alcun input lag.

Passando invece al Cloud Gaming, questi controller GameSir sono certificati per giocare su alcune piattaforme in particolare come Xbox Cloud Gaming (con Xbox Game Pass), Stadia, Vortex e così via. Personalmente ho fatto qualche test in generale e proprio con la soluzione di Microsoft mi sono trovato estremamente bene.

GameSir X2 Type-C

Infatti, una volta fatto accesso il pad verrà riconosciuto istantaneamente e sarà possibile iniziare a giocare fin da subito, anche questa volta senza alcun tipo di ritardo tra la pressione dei tasti e l'azione sullo schermo. Fallout, PES, Tom Clancy's Rainbow Six Siege, Halo, PUBG, Gears of War, tutto è filato liscio come l'olio e l'acquisto di questi joystick vi permetterà di poter giocare sempre e in qualsiasi momento, anche in vacanza. L'unica cosa di cui avrete bisogno sarà una connessione ad internet.

Infine, facciamo presente che il consumo che hanno questi prodotti sullo smartphone è trascurabile, per cui non riscontrerete alcun un battery drain.

Conclusioni – GameSir X2

Come ho detto in apertura, grazie al Cloud Gaming adesso tutti i giochi più conosciuti saranno accessibili anche a chi non ha una console o un PC, basterà appena uno smartphone e una connessione ad internet. Accessori come questi di GameSir stanno elevando l'esperienza di gioco a livelli altissimi, soprattutto perché sono gadget leggeri e portatili che possiamo inserire in qualsiasi zaino e sfruttare anche in vacanza.

Sia il GameSir X2 Type-C che il GameSir X2 Bluetooh mi hanno convinto a pieno grazie alle loro funzionalità, alla bontà costruttiva e alla possibilità di essere adattati a qualsiasi gioco, soprattutto se utilizzati per il Cloud Gaming (con Xbox Cloud Gaming ancora meglio).

Entrambi sono disponibili attualmente su Banggood rispettivamente a circa 61 e 66 euro, una cifra che potrebbe scendere ulteriormente nei prossimi giorni grazie ai coupon che condividiamo giornalmente sui nostri canali Telegram di GizDeals.

Stiamo parlando dunque di una cifra non eccessiva dal momento che quello che ci viene offerto è la possibilità di giocare a 360° a tutti i giochi possibili, grazie alla configurazione personalizzata dei tasti. Questa è infatti una caratteristica che non troviamo sui joystick tradizionali o su alcuni altri pad della concorrenza, senza contare che ad esempio il più celebre Razer Kishi parte da circa 90 euro.

N.B. Se non doveste visualizzare il box con codice o il link all'acquisto, vi consigliamo di disabilitare l'AdBlock.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .