La smartband di cui parliamo oggi è prodotta dalla relativamente nuova azienda MGCOOL, produttrice di wearable, action camera e altri accessori. La Band 2 è la sua nuova creazione ed entra in un mercato molto concorrenziale, dove i valori dei prodotti quasi si equivalgono. Le differenze, se ci sono, riguardano principalmente le funzionalità e la qualità dell'interfaccia offerta dalle app che gestiscono tali prodotti. La sfida si gioca anche sul livello di affidabilità dei sensori montati sulle proprie unità, vero plus per device di questo tipo.

Approfondiremo tutti questi temi all'interno della recensione completa di MGCOOL Band 2!

RECENSIONE – MGCOOL Band 2 | Tanto rumore, poca sostanza

MGCOOL Band 2 – Confezione di vendita

Il box di vendita, in cartone nero, è spoglio di qualsiasi informazione, tranne il nome dell'azienda sulla parte frontale. All'interno troviamo:

  • MGCOOL Band 2;
  • manuale di istruzioni in lingua inglese;
  • caricatore con presa USB.

MGCOOL Band 2 – Design e Materiali

La smartband è stata costruita utilizzando principalmente due materiali: la plastica per la parte frontale e il silicone morbido per il cinturino. Quest’ultimo non è di grande qualità, in quanto dopo qualche giorno di utilizzo la patina superiore è venuta via in qualche punto, scoprendo il materiale grezzo al di sotto di essa.

Il bottoncino per la chiusura è in metallo e alla base è stato applicato un logo.

Il logo MGCOOL compare stampato sulla parte frontale, così come un cerchietto bianco, che indica la presenza dell’unico tasto soft touch.

Una cosa che assolutamente non mi piace è il fatto che si veda distintamente la costruzione interna del prodotto, un effetto che, per inciso, non è stato creato volontariamente. Le parti interne, infatti, non sono così ben assemblate e, a riprova di questo, il sensore del tasto centrale, ad esempio, è spostato rispetto alla sede in cui dovrebbe trovarsi.

La smartband è comoda da indossare nel corso di una giornata, compresa la notte. Il cinturino ha un numero elevato di buchi che permettono di sfruttare questo prodotto da parte di qualsiasi persona, con polso più stretto o più largo.

Il peso complessivo è di 28.6 grammi mentre le dimensioni sono di 23.8 mm X 12.3 mm X 138 mm. Inferiormente sono presenti il sensore del battito cardiaco ed i connettori magnetici per la ricarica, oltre alle 4 viti che tengono fissate le estremità del cinturino.

MGCOOL Band 2 – Display e Funzionamento

Il display è un'unità OLED da 0.66 pollici e risoluzione di 64 x 48 pixel.

La prima schermata che appare cliccando sul tasto soft touch indica data, ora e giorno, con il simbolo della ricarica posto in alto a destra.

Le successive indicano, nell’ordine, i passi, il menù dedicato al running, la distanza percorsa, le calorie bruciate, il controllo remoto di fotocamera e musica, i battiti cardiaci e, per ultima, la pagina che informa sullo stato della connessione Bluetooth.

Questo prodotto è stato pensato anche per lo sport, principalmente la corsa, ma il fatto che in esterna sia quasi impossibile vedere il display lo penalizza molto. Il menù dedicato a questa attività si apre tenendo premuto per un secondo sul cerchietto, attivando automaticamente il timer ed indicandoci i passi e le calorie bruciate. Sempre tenendo premuto, l’attività si interrompe e il tutto viene salvato nella relativa applicazione, che vedremo in un paragrafo successivo.

Il chipset che controlla il semplice sistema è un NRF51822 QFAC, coadiuvato da una RAM di 32k e da una memoria interna di 256k.

MGCOOL Band 2 – Sensori

I sensori di cui è dotata questa smartband sono: sensore del movimento, rilevamento del sonno e sensore della frequenza cardiaca.

Il primo di questi non mi ha soddisfatto, perché è troppo sensibile. Anche durante un giro in bici, tende a calcolare molti passi, sballando completamente le statistiche.

Il rilevamento del sonno invece è abbastanza affidabile ed anche la frequenza cardiaca non si discosta molto da quella reale. Attivando quest’ultima modalità, la smartband calcolerà per qualche istante il nostro battito in maniera continua, per poi arrestare la rilevazione indicandoci il valore medio finale.

Altre impostazioni controllabili direttamente dal wearable sono quella dello scatto delle immagini in remoto, anche se in questo caso sarà prima necessario aprire l'applicazione della fotocamera, e poi quello del controllo del player musicale o di Spotify.

Il prodotto, inoltre, è certificato IP X7, il che ci permetterà di portarlo tranquillamente con noi anche sotto la doccia.

MGCOOL Band 2 – Connettività

L'applicazione ufficiale che l'azienda invita a scaricare è MGCOOL Band 2, disponibile sia su Android che iOS.

La smartband è dotata di Bluetooth 4.0 e la connessione con lo smartphone avviene per mezzo della suddetta app, che una volta associata restituirà tutti i valori della giornata nella homescreen. In alto a sinistra è anche presente la percentuale di batteria residua del wearable.

Cliccando sul tasto menù potremo aprire lo storico delle nostre attività anche se l’interfaccia non permette di spaziare molto, potendo dare un’occhiata sommaria e poco approfondita sui nostri progressi. Tramite le impostazioni, sarà possibile settare ciò che la smartband può fare o meno, attivando o disattivando per esempio il controllo remoto di musica e foto.

La connessione Bluetooth è stata ottima, coprendo aree della casa in cui, ad esempio, la Mi Band 2 non era mai riuscita a notificare. Per funzionare bene l’applicazione dovrà sempre essere aperta in background e se avete l'abitudine di spegnere il telefono prima di andare a dormire dovrete ricordarvi, la mattina seguente, di effettuare manualmente l’associazione col vostro smartphone.

MGCOOL Band 2 – Notifiche

Per quanto riguarda le notifiche, sarà possibile decidere quali app abilitare, pur avendo una scelta molto limitata. In fase di chiamata sarà visualizzato, sul display, il nome del mittente mentre tutte le altre notifiche saranno denotate dal nome dell’app da cui arrivano, senza specificare altro.

Su questo modello potremo attivare anche la sveglia ed impostare parametri quali la fascia oraria in cui rilevare il sonno o i vari obiettivi giornalieri legati ai passi.

MGCOOL Band 2 – Autonomia

L'autonomia è garantita da una batteria da 80 mAh, che dovrebbe resistere fino a 21 giorni di standby. Utilizzando la smartband con il Bluetooth sempre attivo e sfruttandola per qualche ora di attività fisica, ho superato i 10 giorni di utilizzo. Da questo punto di vista è in linea con quello che viene già offerto sul mercato da altri prodotti affini.

I tempi di ricarica non li conosco precisamente, perché nel momento in cui ho smesso di utilizzarla, dopo 11 giorni, aveva ancora un 34% di batteria residua.

MGCOOL Band 2 – Conclusioni

Alcuni aspetti di questa smartband mi sono piaciuti molto, altri decisamente meno. Innanzitutto il prezzo, su BangGood, di 19,21 euro è in linea con quello richiesto da altri produttori.

Ciò in cui non eccelle è la qualità dei materiali ed il sensore di movimento che non raggiunge la sufficienza. Il plus è sicuramente rappresentato dalla copertura che offre con il Bluetooth, davvero ottima, ed il sensore del battito cardiaco che mi ha soddisfatto, a patto di agganciare bene la smartband al nostro polso.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.

Iscriviti al nostro canale YouTube per non perdere alcuna recensione, anteprima o focus!
CLICCA QUI
PS: Non dimenticare di cliccare sulla campanellina per ricevere una notifica ad ogni upload!