Samsung Galaxy Z Fold 6 e Z Flip 6 ufficiali: sempre più importanza all’AI

samsung galaxy z fold 6 z flip 6

I due protagonisti dell’odierno Unpacked parigino sono Samsung Galaxy Z Fold 6 e Z Flip 6, la nuova generazione degli smartphone pieghevoli sud-coreani. La parola d’ordine è ancora una volta e mai come ora l’intelligenza artificiale, dato che sono i primi foldable a essere realizzati con Galaxy AI in mente e con tutte le feature che ne conseguono. Ma l’AI non è l’unica novità, perciò vediamo cosa portano sul piatto.

Samsung presenta i pieghevoli Galaxy Z Fold 6 e Z Flip 6: tutte le novità

samsung galaxy z fold 6

A uno sguardo disattento, Samsung Galaxy Z Fold 6 appare molto simile al suo predecessore Z Fold 5, ma in realtà è stata utilizzata una nuova struttura. È il più sottile e leggero dei Fold di Samsung, con uno spessore portato a 5,6 mm da aperto e 12,1 mm da chiuso per un peso di 239 grammi. A proteggerlo ci sono ancora frame in Armor Aluminium e vetro Gorilla Glass Victus 2, per un pieghevole sempre certificato IPX8.

Il cambio di struttura porta con sé un nuovo display esterno, adesso da 6,3″ HD+ (2.376 x 968 pixel) con rapporto che passa da 23.1:9 a 22:9, allontanandosi dal form factor “a telecomando” spesso criticato ai vecchi modelli. Quello interno rimane da 7,6″ QXGA+ (2.160 x 1.856 pixel) in 20.9:18, entrambi pannelli Dynamic AMOLED 2X con refresh rate LTPO 1-120 Hz, così come rimane il sensore ID laterale.

Una rifinitura strutturale, seppur più marginale, c’è anche per Samsung Galaxy Z Flip 6, le cui dimensioni passano a uno spessore di 6,9 mm da aperto e 14,9 mm da chiuso (prima era 15,1) e 187 grammi. I display sono sempre fuori da 3,4″ (748 x 720 pixel) a 60 Hz e dentro da 6,7″ Full HD+ (2.640 x 1.080 pixel) di tipo LTPO 1-120 Hz.

Su entrambi i modelli si aggiorna la piattaforma hardware, che dall’8 Gen 2 passa allo Snapdragon 8 Gen 3 for Galaxy all’esordio su S24, SoC a 4 nm con overclock per CPU octa-core (1 x 3,39 GHz X4 + 3 x 3,1 GHz A720 + 2 x 2,9 GHz A720 + 2 x 2,2 GHz A520) e GPU Adreno 750 a 1 GHz. La connettività è di tipo dual SIM 5G con eSIM, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3 mentre niente novità per le batterie: su Z Flip 6 da 4.000 mAh, su Z Fold 6 è da 4.400 mAh, ambedue con ricarica 25W e wireless. A gestire le temperature c’è un impianto di dissipazione con camera di vapore 1,6 volte più grande di prima.

Ritroviamo anche gli stessi comparti fotografici. Su Galaxy Z Fold 6 c’è una tripla fotocamera da 50+12+10 MP f/1.8-2.2-2.4 con OIS, ultra-grandangolare e teleobiettivo 3x, e i selfie sono gestiti da una fotocamera esterna da 10 MP f/2.2 e dal sensore interno sotto al display da 4 MP f/1.8. Su Galaxy Z Flip 6 una doppia fotocamera da 50+12 MP f/1.8-2.2 con OIS e ultra-grandangolare, così come selfie camera da 10 MP f/2.2.

L’altra novità si chiama One UI 6.1.1, interfaccia basata su Android 14 con ancora una volta 7 anni di aggiornamenti garantiti per Android e patch di sicurezza. Pre-installa per la prima volta Galaxy AI sugli smartphone pieghevoli, assieme a tutte le sue funzionalità. Le nuove feature riguardano principalmente la S Pen, che su Z Fold 6 acquisisce la Selezione Intelligente, che suggerisce traduzioni e aggiunta di note, ma soprattutto Bozza su Immagine. Quest’ultima utilizza l’AI generativa per prendere un semplice schizzo fatto col pennino per creare un’immagine che avrebbe altrimenti richiesto tempo e capacità per essere eseguita.

Galaxy AI sfrutta il doppio schermo di Z Fold 6 migliorando Interprete, che traduce in tempo reale la conversazione fra persone di lingua diversa e mostra sui due schermi le rispettive traduzioni. Ci sono novità AI anche per Z Flip 6, a partire dal poter usare lo schermo esterno per gestire l’intelligenza artificiale anche a smartphone chiuso, come con le Risposte Suggerite ai messaggi ricevuti o con Ambiente Foto, che modifica gli sfondi in base a orario e meteo; il display esterno migliora ulteriormente, avendo più widget sul display esterno. C’è poi FlexCam, suite fotografica che aggiunge lo Zoom automatico per suggerire l’inquadratura migliore.

Viene aggiunto Compositore, con cui usare parole chiave per avere suggerimenti più complessi nella tastiera per mail e social. Ritroviamo poi Assistente Note, per traduzioni di testo e voci, riassunti e formattazione automatica per app Note, e la suite ProVisual Engine per la fotocamera: Assistente Foto potenzia l’editing, Studio Ritratti può stravolgere le foto scattate in modalità Ritratto, e Slow-mo Istantaneo rallenta con un clic tutti i video in galleria; inoltre, Traduzione Live non è più limitato all’app Telefono di Samsung ma si estende anche ad alcune app di terze parti. Non manca l’integrazione nativa di Google Gemini, sia per l’assistente vocale di Big G che per l’implementazione di Cerchia e Cerca.

Nei colori Silver Shadow, Pink e Navy (anche Crafted Black e White esclusive dello store Samsung), Samsung Galaxy Z Fold 6 è disponibile in Italia al prezzo di partenza di 2.099€ per la versione da 12/256 GB, salendo a 2.219€ per quella da 12/512 GB e a 2.459€ per quella da 12 GB/1 TB. Per Samsung Galaxy Z Flip 6 servono invece 1.279€ per quella da 12/256 GB e 1.399€ per quella da 12/512 GB. Chi li acquista entro il 23 luglio riceverà custodia Flip Case, 12 mesi di protezione Samsung Care+ contro i danni accidentali e valutazione dell’usato fino a 780€. Se non visualizzi correttamente i box qui sotto, prova a disattivare AdBlock.

I link di acquisto presenti in questo articolo generano una piccola commissione per GizChina.it. Scopri tutti i dettagli qui.

Sai che siamo anche su WhatsApp? Iscriviti subito ai canali di GizChina.it e GizDeals per restare sempre informato sulle notizie del momento e sulle migliori offerte del web!

⭐️ Amazon ha annunciato le date del Prime Day 2024 (16 e 17 luglio): scopri tutti i dettagli dell'evento più atteso dell'anno e come seguire con noi le offerte in tempo reale (per non perdere nemmeno un'occasione)!