AnyCubic

vivo Pad potrebbe essere il serio rivale di Xiaomi Pad 5 Pro

ECOVACS

La compagna cinese è pronta ad espandere il suo ecosistema e dopo l'ingresso nel mercato degli indossabili (con vivo Watch, qui trovate tutti i dettagli) il prossimo passo potrebbe vedere come protagonista un tablet. Abbiamo già parlato del presunto iQOO Pad mentre in questo articolo raccoglieremo tutte le indiscrezioni e le conferme in merito a quello che dovrebbe essere il primo tablet del brand principale, forse in arrivo come vivo Pad.

Aggiornamento 27/11: dopo alcune settimane di stop, tornano i leak in merito al tablet di vivo e stavolta in merito al chipset di cui dovrebbe disporre, mostrando un dispositivo molto competitivo. Trovate tutti i dettagli nella sezione “Hardware e software”.

viv Pad: tutto ciò che sappiamo sul primo tablet del brand

vivo iqoo

Il leaker DigitalChatStation ha pubblicato un post alquanto diretto, in cui afferma semplicemente che il primo tablet di vivo debutterà nel 2021. Purtroppo ad oggi non sono ancora arrivate notizie ufficiali e la compagnia cinese non ancora confermato l'esistenza o meno del suo tablet.

Tra parentesi vale la pena notare che vivo ha registrato un bel po' di marchi a giugno 2020 come iQOO Pad, iQOO Book, NEX Book, NEX Pad e altri. Ovviamente i nomi in questione potrebbero fare riferimento anche ad un possibile notebook, anche se al momento manca una conferma anche in questo senso. Insomma, per ora non vi sono certezze, ma sembra che tutte le carte siano sul tavolo e che la compagnia cinese – con il suo smartwatch – stia facendo un ulteriore passo avanti per tastare il terreno, forse proprio in vista di un'espansione del suo ecosistema.

Design e display

vivo ecosistema tablet in arrivo 2021 27/5

Entriamo subito nel vivo con quello che potrebbe essere il design del terminale: da un nuovo leak iniziano ad aleggiare informazioni in merito all'aspetto del tablet di vivo. Si tratta di un render ottenuto da un brevetto e riportato dal leaker Digital Chat Station.

Come possiamo vedere, è presente un modulo fotocamera in alto a sinistra, che segue lo stile dei sensori che caratterizzano gli smartphone del brand e che in questo caso sembrano essere 2. Sul davanti invece abbiamo un display abbastanza ampio con la fotocamera frontale probabilmente incastonata nelle cornici. Il tablet inoltre sembra essere molto sottile pur avendo 4 speaker ed un attacco magnetico.

Parlando dello schermo inoltre, secondo il leaker Bald Panda, vivo Pad sarebbe dotato di un refresh a 120 Hz, quindi si presuppone possa essere un tablet di fascia alta.

Ovviamente, trattandosi di un brevetto, va considerato che è tutto ancora nel campo delle ipotesi, ma avere a che fare con un modello ben strutturato che può darci idea di come potrebbe essere dà sicuramente senso al fatto che non potrebbe essere lontano.

Hardware e Software

Dopo aver parlato di quello che potrebbe essere lo stile, si passa alla parte hardware del presunto tablet di vivo. Purtroppo non ci sono specifiche concrete e per ora si brancola totalmente nel buio, o quasi. Una recente certificazione TUV ci mostra una nuova batteria registrata da vivo, una soluzione siglata BW-01. Si tratta di un'unità dotata di una capacità nominale di 7.860 mAh, che si traduce in una capacità tipica di 8.040 mAh.

Ovviamente è impossibile non farsi venire in mente una batteria per un tablet; tuttavia potrebbe anche trattarsi di una soluzione dedicata ad un notebook (oppure il leaker Mukul Sharma scherza sulla possibile esistenza di un battery phone). Comunque speriamo che arrivino presto altre novità: in fondo proprio di recente Realme ha annunciato il suo primo tablet. Il mercato richiede a gran voce terminali Android che possano contrastare lo strapotere dei device di Cupertino e vivo ha tutte le carte in regola per mettere mano a questo settore.

Ad alimentare queste potenzialità ci pensa inoltre sempre il leak di Bald Panda, che spiega come il tablet di vivo potrebbe essere addirittura dotato di eSIM con chip eUICC, proprio come il possibile vivo Watch 2, quindi introdurre una nuova frontiera di dispositivi di questo tipo.

vivo pad hardware 27/11

Una delle cose che mancava al comparto delle specifiche tecniche, era quanto meno un'indiscrezione in merito al chipset di cui dovrebbe essere fornito questo tablet. Secondo un leak di Digital Chat Station, il dispositivo potrebbe dotarsi di un SoC Snapdragon 870, il che lo porrebbe in diretta competizione con Xiaomi Pad 5 Pro, arrivato con la stessa CPU. Questa soluzione apre ovviamente a memorie più veloci ma anche al 5G, che quindi avvalora l'idea della eSIM.

Sebbene l'hardware possa essere determinante, anche avere un buon software è fondamentale. E secondo Digital Chat Station, che è più volte tornato sull'argomento, il primo tablet vivo sarebbe dotato di una versione di Origin OS ottimizzata proprio per questo tipo di dispositivo e nelle ultime indiscrezioni riporta inoltre che sarà proprio Origin OS 2.0 basato su Android 12, forse in versione L come per i pieghevoli, a dare un volto al vivo Pad, visto che i test sarebbero terminati.

vivo Pad: indiscrezioni su prezzo e uscita

vivo pad

Dopo la certificazione in merito alla batteria ecco una nuova conferma in merito all'esistenza del tablet di vivo. In questo caso si tratta di un marchio registrato (il 18 giugno 2021) presso l'ente per le proprietà intellettuali EUIPO, che fa riferimento ad un prodotto chiamato vivo Pad. Il nome è stato registrato in Europa, segno che la compagnia cinese è intenzionata – almeno su carta – a portare il suo primo tablet anche da noi.

In merito alla data di lancio, i primi rumors parlavano del Q4 2021 come del periodo utile per il debutto di vivo Pad. In realtà, sembrerebbe che la compagnia lo voglia presentare più in là col tempo, ovvero nel corso della prima metà del 2022.

💰 OGGI è Cyber Monday, scopri le MIGLIORI OFFERTE TECH dell'anno da NON PERDERE: clicca per la nostra imperdibile guida e per scoprire i migliori affari!i .

Honor