Black Shark 4S e 4S Pro: tutto quello che c’è da sapere

black shark 4s
ECOVACS

Era da un po' che non si parlava di Black Shark, partner di Xiaomi, che però ha rinnovato la gamma con i nuovi Black Shark 4S e 4S Pro. Sì, perché l'azienda non ha ancora finito di produrre per questo 2021 d è per questo abbiamo ora i due modelli della gamma S (seguendo la scia dello scorso anno). Vediamo come si strutturano i due smartphone da gaming tra specifiche tecniche, prezzo e disponibilità.

Black Shark 4S e 4S Pro ufficiali: tutto sui nuovi smartphone da gaming

Design e display

black shark 4s pro design 13/10

In termini di stile, il design generale di Black Shark 4S e 4S Pro riprende quello dei modelli precedenti, ancora una volta una tripla fotocamera orizzontale al centro della scocca. La vera differenza sta nel look della back cover, questa volta caratterizzata da un design più aggressivo e di certo uno stile gaming più marcato rispetto ai modelli 4 e 4 Pro. L'azienda cinese ha predisposto due colorazioni per entrambe le versioni, sebbene resti lo stesso design. A destra della scocca troviamo la scritta Black Shark in verticale, mentre al centro trova spazio il logo del brand e più in alto un LED RGB ad arricchire il tutto.

black shark 4s gundam 13/10

Ma oltre ai modelli standard, Black Shark ha lanciato anche la versione speciale Gundam per il 4S che riprende lo stile dei tanto amati Mecha giapponesi. Esso arriva in un bundle pieno di accessori ad hoc. Non è la prima volta che il brand più prolifico della Sunrise si presta ad uno smartphone cinese: infatti, molti ricorderanno l'OPPO Reno Ace dedicato alla serie, ma di certo questo spicca particolarmente.

Per quanto riguarda la parte frontale ritroviamo un ampio pannello dotato di punch-hole al centro dello schermo. Per il display ritroviamo una diagonale da 6,67″ Full HD+ con refresh rate a 144 Hz e campionamento del tocco a 720 Hz. Ma la vera novità è l'utilizzo di un pannello sensibile alla pressione a doppia zona, riportando in auge una feature ormai rara sugli smartphone. Questa doppia zona può essere utilizzata dai gamer per aggiungere un altro livello di controllo alle proprie partite.

Hardware

black shark 4s pro hardware 13/10 2

Passando al comparto tecnico di Black Shark 4S, il modello base conferma lo Snapdragon 870, SoC visto a bordo del modello precedente. Si tratterebbe quindi di un SoC a 7 nm con CPU octa-core Kryo 585 (1 x 3,2 GHz + 3 x 2,42 GHz + 4 x 1,8 GHz) e GPU Adreno 650. Insomma, una mossa di continuità che può renderlo comunque un modello rinnovato ma a prezzi invariati.

Ben diversa è la situazione per Black Shark 4S Pro, che si avvale ora dell'ultimo Snapdragon 888+, già protagonista per i diretti rivali Red Magic 6S Pro e ROG Phone 5S. In questo caso, il SoC è a 5 nm e ha una CPU octa-core Kryo 680 (1 x 3,0 GHz + 3 x 2,42 GHz + 4 x 1,8 GHz) e una GPU Adreno 660. Un chipset molto potente e che trova in Black Shark 4S Pro lo smartphone più potente in circolazione, come dimostra il punteggio Antutu.

Dettaglio particolare va poi alla memoria: infatti il modello Pro si avvale nuovamente di un sistema di gestione dello storage chiamato Dual Disk Array 2.0, che presenta un compartimento SSD NVMe.

black shark 4s pro hardware 13/10

Per entrambi, la batteria è da 4.500 mAh con la ricarica che si spinge nuovamente fino ai 120W. Confermata anche la presenza della feature tanto apprezzata di questa serie di smartphone: i tasti fisici laterali, che Black Shark ha comunicato di aver aggiornato ed evoluto per renderli ancora più comodi e precisi. Per il sistema di dissipazione, abbiamo la conferma della tecnologia a liquido “sandwich“.

Passando invece alla parte audio, la compagnia cinese assicura un'esperienza da paura: secondo quanto anticipato tramite i social, Black Shark 4S è in cima alla classifica di DxOMark per quanto riguarda i migliori smartphone in termini di audio. Un traguardo importante che preannuncia la presenza di speaker al top ma soprattutto che scalza Black Shark 4 Pro, il terminale con i migliori speaker fino a questo momento (seguito da Xiaomi Mi 10S e da ASUS ROG Phone 5). Quanto al software, Black Shark ha poi presentato la nuova interfaccia Joy UI 12.8.

Fotocamera

Per la fotocamera, vengono mantenuti gli stessi sensori dei precedenti, cioè 48 + 8 + 5 MP per il 4S e 64 + 8 + 5 MP per il 4S Pro. Selfie camera punch-hole centrale che si attesta invece a 20 MP.

Black Shark 4S e 4S Pro – Prezzo e disponibilità

Black Shark 4S e 4S Pro sono quindi stati presentati in Cina ed i prezzi si presentano davvero molto interessanti: si parte dal 4S con la configurazione 8/128 a circa 362€ (2.699 yuan), per poi salire a circa 403€ (2.999 yuan) per la versione 12/128 e terminare con la 12/256 GB a circa 443€ (3.299 yuan). Il modello 4S Pro invece si attesta a circa 645€ (4.799 yuan) per la 12/256 GB e a circa 739€ (5.499 yuan) per la versione 16/512 GB.

La versione Gundam di Black Shark 4S invece si attesta a circa 470€ (3.499 yuan) nella sola versione 12/256 GB ma accompagnata dal bundle con tanti accessori.

Ci aspettiamo anche delle versioni Global come ogni volta, ma per ora non abbiamo indicazioni precise.

Nel frattempo, qui trovate la nostra recensione completa dell'ultimo modello della serie. Inoltre vi segnaliamo anche le varie indiscrezioni sul presunto BS4 Lite e le primissime voci sul quinto capitolo.

⭐️ Scopri il Calendario dell'Avvento di GizChina con 25 super offerte da svelare ogni giorno fino a Natale .