Recensione Xiaomi Pad 5: finalmente è TORNATO!

Photon Ultra

Era il 2014 quando Xiaomi presentò il suo tablet, il primo “Mi Pad“, gli appassionati e fan del marchio furono in delirio: effettivamente il prodotto meritava, come molti altri prodotti del brand, ma la strada per la diffusione “di massa” non era ancora sviluppata come oggi, per cui rimase un prodotto non propriamente “sdoganato”, in tutti i sensi.

A distanza di anni Xiaomi ritorna con un prodotto di fascia alta, e lo fa in varianti diverse: il Pad 5 di Xiaomi è il primo dispositivo della casa a perdere la sigla “Mi” nel nome, ma il cuore rimane lo stesso.

Recensione Xiaomi Pad 5

Contenuto della Confezione

La confezione dello Xiaomi Pad 5 in versione Global è dotata della classica accessoristica. Al suo interno, infatti, si può trovare:

  • Xiaomi Pad 5
  • Caricatore Europeo con ingresso USB e uscita fino a 22.5W
  • Cavo USB/USB-C per la ricarica
  • Manualistica rapida

Design e Materiali

Quando si pensa ad un tablet, inevitabilmente si pensa ad iPad di Apple, siate sinceri e non nascondetevi dietro un dito, perchè sapete meglio di me che è cosi. Ha però un po' stancato parlare di tablet solo in presenza di un iPad, perchè anche il mondo Android è ricco di alternative.

Lo Xiaomi Pad 5, ad esempio, è un prodotto accessibile a tutti ma soprattutto adatto ad ogni genere di utilizzo. Ma voglio partire dal design: questo Pad 5 mi piace da morire, e non lo negherò. Adoro le linee squadrate, mi fanno pensare ad un design più fresco e al passo con i tempi: potrebbe sembrare una disamina superficiale, ma non esiste design oggettivamente bello o oggettivamente brutto, è un dato di fatto.

Con delle dimensioni pari a 254.7 x 166.3 x 6.9 mm ed un peso di circa 511 grammi, lo Xiaomi Pad 5 si presenta con un frame laterale in alluminio con finiture metallizzate ed una back cover in vetro posteriore con una finitura opaca che contribuisce a rendere questo Pad 5 davvero uno tra i dispositivi più belli che ho provato ultimamente. Per lasciarvi intendere meglio di che tipo di finiture stiamo parlando, vi basti pensare alla stessa tipologia di back cover che troviamo su iPhone 12 Pro, identica. Ho reso, no?

Xiaomi non è restata di certo a guardare e non ha avuto intenzione di ritornare sul mercato con un prodotto, passatemi il termine, “incompleto”: il Pad 5, tra gli accessori compatibili, è dotato anche di Smart Magnetic Keyboard oltre che di Pencil, che contribuiscono a rendere l'esperienza utente più completa ed aprono a scenari di utilizzo differenti. Il paragone con il solo iPad Pro, ormai, non ha più senso perchè in questa direzione ormai si sono mossi anche i produttori di dispositivi Android, basti pensare a Huawei con i dispositivi della serie Matepad.

A livello di dotazione, poi, il Pad 5 di Xiaomi possiede sulla parte inferiore i tre pin magnetici per il collegamento della tastiera, mentre sulla parte superiore il bilanciere del volume. Sui due lati, invece, sono presenti quattro speaker, due microfoni, l'ingresso Type-C per la ricarica e il tasto di accensione. Manca un connettore da 3.5mm per le cuffie, ma non la vedo come una grave mancanza in quanto andiamo sempre più incontro ad una generazione wireless.

Sulla parte posteriore, invece, trova spazio una fotocamera da 13MP f/2.0 insieme ad un flash LED; pensate che sulla versione PRO del Pad 5 la fotocamera arriva fino a 50MP nella versione più costosa del prodotto.

È assente lo slot SIM, che rimane una caratteristica disponibile nella sola variante 5G del modello PRO.

Hardware e Prestazioni

Anche l'hardware vuole la sua parte, diceva cosi il famoso detto, no? Vabbè, in ogni caso Xiaomi Pad 5 anche in questo ambito non è di certo uno sprovveduto: Snapdragon 860 Octa-core (1×2.96 GHz Kryo 485 Gold & 3×2.42 GHz Kryo 485 Gold & 4×1.78 GHz Kryo 485 Silver), Adreno 640 e 6GB di RAM e 128GB di storage interno (nella versione che al 99% verrà importata ufficialmente qui in Italia) di tipo UFS 3.1, purtroppo non espandibile.

A titolo di cronaca, il Pad 5 è disponibile anche con storage da 256GB, ma probabilmente Xiaomi non importerà questo taglio di memoria anche in Italia.

Utilizzare un prodotto di Xiaomi è, per me, sempre un piacere: uso i dispositivi di questo brand dai tempi del primo Mi1 che arrivavano in Italia con praticamente un sistema in cinese e poi ci dovevi passare le notti a moddare prima di riuscire ad utilizzarlo. Oggi è tutto diverso, questo Pad 5 appena tirato fuori dalla scatola, nonostante il mio sample provenga dalla Cina (in versione Global, però), c'è solo da inserire i dati dell'account Google per trovarsi di fronte ad un prodotto pronto all'uso, in grado di offrire delle prestazioni a livello altissimo.

La compatibilità con tastiera e mouse classici connessi via Bluetooth, oltre che la presenza della modalità PC, vi consentirà di utilizzare il Pad 5 come un vero e proprio Laptop e vi assicuro che è davvero molto comodo. Per il resto, non c'è molto da precisare: qui l'esperienza d'uso è ai massimi livelli, sono assenti blocchi, micro lag e rallentamenti ed ogni tipologia di utilizzo doveste farne, sono certo che un prodotto come questo possa soddisfarvi.

Il gaming con Joypad, personalmente testato con un Xbox One Pad, è una figata: certo non è una console, ma utilizzarlo mentre siete in viaggio in treno oppure in giardino per una partitella rilassante, vi assicuro, fa la differenza.

quattro speaker laterali, dotati di ottimizzazione sonora Dolby Atmos, possiedono alti e bassi marcati e un'equalizzazione tutto sommato ben bilanciata. Il volume massimo è spesso anche troppo alto e, a volte, mi è capitato di doverlo abbassare per non esagerare. Va detto, però, che anche al massimo volume non ho notato distorsioni o perdite di qualità.

Display

Vogliamo parlare del display? E parliamone. Diagonale da 11″ pollici, pannello IPS LCD, risoluzione 1600 x 2560 pixel, aspect-ratio 16:10, velocità di aggiornamento pari a 120Hz, in più aggiungiamoci anche supporto all'HDR e Dolby Vision: può bastare, no?

Tralasciate le cose tecniche, che comunque parlano da sole, ho provato un senso di goduria estremo con questo display: ho passato qualche ora ad appurarne la bontà, riproducendo video casuali in 4K HDR su Youtube, e probabilmente non riuscirei neanche a farvi capire di cosa stiamo parlando.

I colori sono eccellenti, gli angoli di visuale sono davvero buoni e la luminosità massima è qualcosa di sorprendente, a tratti fastidiosa tanto da costringervi ad abbassarla; il supporto all'HDR e al Dolby Vision è la ciliegina sulla torta, e dovreste avere Netlifx in 4K HDR per poter davvero godervi a pieno le potenzialità di questo display.

Unica pecca, proprio per essere pignoli, è il trattamento antiriflesso che non mi ha convinto per niente, ma è un compromesso al quale bisogna scendere.

Fotocamera

La fotocamera utilizzata da Xiaomi su questo Pad 5 è un'unità da 13MP f/2.0, che all'inizio non mi ha entusiasmato ma poi, guardando gli scatti al computer, mi sono dovuto ricredere. La resa fotografica, infatti, rispetto la schermata dell'app fotocamera mentre state scattando, è totalmente diversa e se da una parte vedrete una foto poco definita e con un gran rumore, guardando lo scatto finale, anche dalla Galleria, noterete una qualità nettamente superiore.

Logicamente resta una fotocamera da “tablet” il cui uso è limitato ad emergenze in cui magari si ha lo smartphone scarico, oppure per fotografare dei documenti per cui è prevista, infatti, una modalità apposita nell'app fotocamera. Può registrare video anche in 4K a 30fps, oppure a 1080p e 720p, sempre massimo a 30fps.

La camera anteriore è da 8MP f/2.0, registra anch'essa video fino ad una risoluzione massima di 1080p a 30fps: la qualità è sufficiente in ambienti ben illuminati e ottima per video conferenze o video chiamate tradizionali.

Software

Sul software non c'è molto da discutere: siamo di fronte alla Miui Global in versione 12.5.2 Basata su Android 11 con patch di sicurezza aggiornate a Luglio 2021, tutto sommato recenti per un prodotto la cui distribuzione è appena cominciata.

L'ottimizzazione, come al solito è buona, cosi come l'integrazione con i servizi Google che, ormai, non è più un problema per Xiaomi. Questo Pad 5 gira alla perfezione e ci si può affidare totalmente a lui anche per una giornata di lavoro senza computer o altro.

PC Mode su Xiaomi Pad 11 – Multitasking

A tal proposito ci viene incontro il PC Launcher, che ho installato personalmente tramite APK (scaricabile da QUI) e che trasforma il tablet in tutto e per tutto in un laptop, collegabile allo schermo esterno tramite Mirroring; la grafica e le gesture ricordano un po' Windows 10, le finestre delle app sono ridimensionabili e, come già anticipato, si possono collegare mouse e tastiera bluetooth tradizionali (qualora non voleste acquistare quella originale di Xiaomi).

Il tablet inoltre possiede certificazione Widevine L1.

Batteria

La batteria in dotazione a Xiaomi Pad 5 è da 8720 mAh ed è compatibile con la ricarica rapida fino a 33W (anche se in confezione è presente un alimentatore che supporta fino a massimo 22.5W). L'autonomia è variabile a seconda delle tipologie di utilizzo che si fanno.

Ho testato con Netflix un consumo di batteria di circa il 15% ogni ora con luminosità al massimo e volume al 50% dagli speaker; diverso è l'uso “office” con mail, elaborazione di documenti e navigazione online dove il consumo orario si attesta intorno a circa il 10% ogni ora.

Prezzo e Considerazioni

Finalmente un po' di freschezza nel mondo Android, con un prodotto interessante sotto tutti i fronti, a partire da quello estetico fino a quello prestazionale. La vera svolta, immaginate benissimo, è il modello Pro 5G di cui non sappiamo ancora notizie in merito l'importazione ufficiale sui canali italiani, ma senza dubbio sarà acquistabile dalla Cina, come anche questo modello.

Logicamente in questo caso si parla di un prezzo BOMBA di soli 299 euro per la versione 6/128GB come quella che ho provato io nella mia recensione: ha senso? Certo che sì! La versione Pro 5G è senza dubbio più pimpata e ricca di chicche aggiuntive, ma il rapporto qualità prezzo di questo modello è imbattibile.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .
XIAOMI Pad 5 6/128GB | Goboo
Preordina subito con SPEDIZIONE GRATUITA e IVA INCLUSA a soli 299€ lo Xiaomi Pad 5 6/128GB More Less
299,00€
LinkedIn

CONTEST Goboo

1. Ricevilo quando acquisti: In Goboo, puoi ottenere la custodia per tablet gratuitamente quando acquisti Mi Pad 5, solo durante il periodo di prezzo anticipato.
2. Pacchetto regalo: partecipa alla prenotazione e avrai la possibilità di ottenere un pacchetto regalo di accessori per tablet del valore di 49 euro
3. Vinci un ordine gratuito: dopo aver effettuato un ordine durante l'evento, pubblica l'immagine nell'area dei commenti e puoi partecipare alla lotteria per vincere il tablet GRATUITAMENTE!
4. Vincitori: pubblica sui tuoi social media come partecipare al Giveaway Goboo Mi Pad 5, avrai la possibilità di ottenere un    Mi Pad 5 gratuitamente.
5. Servizio di alta qualità: partecipando alla prenotazione su Goboo, i consumatori possono anche usufruire di servizi esclusivi ed esclusivi come ricevere il primo lotto di merce, la consegna rapida, il reso entro 14 giorni senza motivo e la spedizione gratuita.