Redmi Note 10 e 10 Pro su DxOMark: batteria top, ma niente 1° posto

redmi note 10 pro dxomark

Da quando DxOMark ha aggiunto l'autonomia alle sue valutazioni, ci aspettavamo che la serie Redmi Note 10 sarebbe stata testata e così è stato. Nel caso del modello Pro abbiamo già parlato delle sue velleità fotografiche, ma siamo abbastanza sicuri che il target a cui ambisce Redmi siano più interessati di durata della batteria. I test di DxOMark si sono focalizzati su tre modelli: Redmi Note 10, Note 10 5G, Note 10 Pro. Per tutti e tre parliamo di smartphone dotati di un'unità da 5.000 mAh, ma cambia il resto del comparto tecnico.

DxOMark premia la batteria di Redmi Note 10 e Note 10 Pro, ma non sono i migliori

Nel caso di Redmi Note 10, abbiamo uno schermo OLED da 6,43″ Full HD+, per Note 10 5G un LCD da 6.5″ Full HD+, mentre il modello Pro un OLED da 6,67″ Full HD+. Quest'ultimo sarebbe dotato anche di refresh rate a 120 Hz, ma per i suoi test DxOMark ha preferito mantenerlo a 60 Hz. Cambia anche il chipset, che sul modello base è lo Snapdragon 678 ad 11 nm, sul 5Gil Dimensity 700 a 7 nm mentre sul Pro lo Snapdragon 732G ad 8 nm. Il risultato è un'autonomia pressoché identica, potendo coprire oltre 2 giorni di autonomia. A cambiare sono ovviamente i risultati di ricarica, che sul modello standard e Pro a 33W impiega circa 90 minuti necessari per passare dallo 0% al 100%. Su quello 5G, invece, il caricatore da 18W ci mette quasi 150 minuti.

Parlando di pregi e difetti, Redmi Note 10 5G vanta bassissimi consumi quando lo smartphone è inutilizzato, che sia in standby o in fase notturna. Consumi che rimangono bassi anche in fase di chiamata o utilizzando la fotocamera, ma che si alzano molto durante la riproduzione video, che siano offline o online.

Passando a Redmi Note 10, DxOMark ne parla come di un dispositivo molto ben bilanciato, nonché di uno dei pochi nella sua fascia di prezzo in grado di caricarsi a 33W. A non convincere molto, invece, sono i consumi a schermo spento, più alti di quanto sperato.

Infine, Redmi Note 10 Pro non migliora nell'autonomia dai modelli meno costosi, ma ha una ricarica convincente nell'immediato, bastando pochi minuti per avere un'autonomia più che sufficiente. A faticare è nella navigazione, nello streaming 4G e nelle chiamate, consumando più dei suoi competitor.

Ecco, quindi, come si presenta la top 10 aggiornata di DxOMark, sempre capitanata da Samsung Galaxy M51 e dalla sua ben più capiente 7.000 mAh.

  • 88 – Samsung Galaxy M51
  • 87 – Redmi Note 10
  • 86 – OPPO A74, Wiko Power U30
  • 84 – Redmi Note 10 Pro
  • 81 – OPPO Find X3 Neo
  • 78 – Apple iPhone 12 Pro Max, OPPO A74 5G, Redmi Note 10 5G
  • 76 – OPPO A54 5G
  • 75 – vivo Y20s
  • 73 – Huawei P40 Lite
  • 72 – Xiaomi Mi 10T Pro 5G
⭐️ Scopri il nuovo Volantino Settimanale di GizChina con offerte e coupon esclusivi sempre diversi.
Honor