Xiaomi conquista l’Europa: è il secondo produttore, in barba ad Apple

xiaomi europa
ECOVACS

Se dovessimo dare un premio ai migliori risultati in termini di vendite di questo 2021, questo premio andrebbe dritto a Xiaomi. Sin dai primi mesi, la creazione di Lei Jun ha dimostrato un'impennata nei numeri superiore a quello di qualsiasi altro produttore telefonico. Su scala globale, Xiaomi si è conquistata un importante +62%, arrivando a detenere una fetta di mercato mondiale pari al 14%. Merito di questa scalata verso la cima della classifica è senz'altro anche dei risultati ottenuti in Europa, area geografica dove l'azienda sta capitalizzando dalla “dipartita” di Huawei.

Impennata per Xiaomi: sale sul podio dei produttori con più vendite in Europa

Una crescita sostenuta dal lancio di smartphone di successo commerciale, in primis la famiglia Xiaomi Mi 11 ma soprattutto la più economica serie Redmi Note 10. Ed è interessante analizzare l'andamento commerciale della società in Europa, a partire da un Q2 2020 che già la vedeva al terzo posto. Con una quota di mercato pari al 17%, si è stabilita in posizione nel Q4 2020, per quanto la concorrenza di Apple e soprattutto Samsung si facesse sentire. Dinamiche che sono come le onde, in quanto seguono alti e bassi dettati in particolare dal lancio dei nuovi modelli, dato che ogni azienda ha le sue finestre di lancio per le nuove serie di smartphone.

vendita europa q1 2021 xiaomi oppo huawei

Ma ecco che nel Q1 2021 avviene ciò che non era mai avvenuto prima nella storia di Xiaomi in Europa: la conquista del secondo posto. La compagnia cinese è riuscita nell'impresa, occupando il 23% delle vendite con una crescita considerevole pari al +85%. Soltanto OPPO ha fatto meglio, con addirittura il +153% ed una quota del 4%, ma ricordiamo che questi numeri alti sono frutto anche di una presenza risibile nel mercato europeo nei mesi precedenti. E così come Xiaomi, anche OPPO approfitta dello scivolone di Huawei, passando dalla quinta alla quarta posizione.

Una Huawei che, ricordiamo, soltanto nel Q1 2020 sedeva in terza posizione con il 18% del mercato europeo, mentre adesso si attesta sul 3% con un calo del -81%. E vista la situazione, non sorprenderebbe se nel corso del 2021 venisse buttata fuori dalla classifica. Magari da quella vivo che in Cina, assieme ad OPPO, hanno occupato le prime posizioni del podio in suo sfavore.

⭐️ Scopri il Calendario dell'Avvento di GizChina con 25 super offerte da svelare ogni giorno fino a Natale .